Esonero Seedorf dal Milan, arrivata la conferma di Galliani

Adriano_GallianiLe speranze di vedere Clarence Seedorf sulla panchina rossonera anche per la prossima stagione calano drasticamente giorno dopo giorno. La crisi è sempre più accentuata e il feroce silenzio del presidente Berlusconi suona come un macigno per un’eventuale conferma. Sembra che nemmeno il deus ex machina dell’operazione non sia più convinto dell’olandese. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata l’intervista non concordata con la società concessa domenica sera a Sky.

 

GALEOTTA FU L’INTERVISTA – E’ inevitabile, soprattutto per una società come il Milan da sempre attenta alla comunicazione, che ci siano delle regole e degli stili di comportamento da seguire.

– Clarence Seedorf dovrebbe conoscerli, se non altro per aver trascorso in questa stessa società ben 10 stagioni. Così, invece, non sembra visto che domenica sera ha rilasciato, senza concordarla preventivamente con il club, un’intervista a Sky.

– E’ stata la stessa emittente televisiva a confermare che l’intervista era stata autorizzata dallo stesso Seedorf, ma non dalla società rossonera. E ieri Galliani non ha potuto che bollare come “fuori dallo stile Milan” il comportamento del tecnico rossonero.

 

NIENTE POLEMICHE, SOLO UN’INTERVISTA “FUORI DAL CORO” – Sia chiaro, come ha detto anche Galliani, Seedorf non ha “fatto nulla di censurabile”. Ma?

– Il Ma c’è e si vede nel volto di Galliani: “Sicuramente ha fatto un’intervista non concordata con la società e questo non è in linea con il nostro regolamento interno”. E che un allenatore violi il regolamento interno è fatto tanto grave quanto raro. Soprattutto al Milan.

– Seedorf, nell’intervista one-to-one non concordata con la società rossonera, ha trattato diversi temi. Da Balotelli a Galliani, fino al suo futuro. ”

 

STUPISCE IL SILENZIO DI BERLUSCONI – E l’uscita di ieri in Lega Calcio di Adriano Galliani non può che essere concordata con Berlusconi. Se l’ad ha deciso di commentare un qualcosa che riguarda Seedorf solo in questa circostanza, un motivo ci sarà.

– In tutto questo contesto spicca il silenzio assordante di Silvio Berlusconi, colui che ha fermamente e fortemente voluto Seedorf sulla panchina rossonera, ma colui che giorno dopo giorno si sta convincendo che l’olandese non è l’uomo giusto per la rifondazione rossonera.

– Colpa del suo carattere, troppo egocentrico e poco umile; sia chiaro, nessuno mette in discussione il passato di Seedorf da autentico campione; qui si sta parlando di un altro aspetto; si sta parlando del Seedorf allenatore che, ad ora, sembra essere ancora un non-allenatore.

 

A FINE STAGIONE L’ADDIO – Se Galliani si sapeva che non aveva rapporti idilliaci con Seedorf, altrettanto non si poteva dire della famiglia Berlusconi. Barbara prima e Silvio poi, però, sembrano aver preso le distanze da Clarence.

– Il futuro del tecnico rossonero sarà lontano da quello del Milan. Ormai è sicuro l’addio a fine stagione. Resta da capire se nell’oneroso contratto fatto sottoscrivere all’olandese sia stata inserita qualche clausola per liberarsi senza dover sborsare 5 milioni di euro netti a stagione fino al 30 giugno 2016.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Roma – Milan 2 a 0 Serie A trentacinquesima giornata, che brutta partita per i rossoneri

Anteprima Roma – Milan e Inter – Napoli Serie A 35esima giornata, calendario, probabili formazioni e statistiche

Serie A anteprima 34esima giornata e corsa all’Europa League tra Inter, Parma, Torino, Milan e Lazio

Confronto Inter Mazzarri 2014 e Inter Stramaccioni 2013, per ora i due tecnici hanno totalizzato gli stessi punti

Milan fuori da tutti gli obiettivi, l’analisi di queste ultime dieci partite. Seedorf è da esonero?

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here