Inter – Atalanta 2 a 0 Serie A quarta giornata, perla di Osvaldo a San Siro

Stadio di San SiroIl gioco manca ancora, ma almeno è arrivata la vittoria. L’Inter brillante ed esaltante dei primi match di questa stagione sembra, a volte, un lontano ricordo. E’ successo contro Torino e Palermo e la cosa si è ripetuta anche questa sera contro l’Atalanta. Neroazzurri protagonisti di una prova difensiva assolutamente solida, ma poco incisivi davanti. Palacio, all’esordio dal 1′ in questa stagione, non è ancora al 100%, ma in compenso ci si può lustrare gli occhi con Osvaldo, autore di un gran gol contro i bergamaschi. Nel finale c’è tempo anche per Hernanes: siluro su punizione e 2 a 0.

 

Vincere per evitare le critiche. Mazzarri può finalmente contare su Palacio e lo inserisce dal 1′ al fianco di Icardi, lasciando Osvaldo in panchina. A centrocampo Guarin viene ancora preferito a Hernanes al fianco di Kovacic, Medel, Jonathan e Dodò. In difesa, davanti a Handanovic, fiducia a Ranocchia, Vidic e Juan Jesus.

 

Di fronte Colantuono si schiera con il 4-4-1-1 con il solo Moralez alle spalle di Rolando Bianchi. Mediana con Estigarribia, Carmona, Cigarini e D’Alessandro. Mentre in difesa, davanti al giovane Sportiello, spazio a Zappacosta, Benalouane, Cherubin e Dramè.

 

Non è certo un brutto inizio quello che va in scena a San Siro. L’Atalanta si mostra da subito aggressiva contendendo ogni pallone agli interisti. Al 7′ ci prova Cigarini, ma la sua conclusione termina sopra la traversa.

 

Al 9′ risponde l’Inter con Medel, ma il cileno manda a lato da buona posizione. Al 16′ Inter vicinissima alla rete con Vidic: corner per l’Inter e il difensore, di testa, colpisce il palo. Pochi secondi dopo ci prova Palacio, ma il suo tiro viene fermato da Sportiello.

 

Nell’occasione si fa male Icardi; il giovane argentino, al 24′, è costretto ad uscire. Il suo posto viene preso da Osvaldo. Al 28′ primo giallo del match: Gervasoni lo sventola a Carmona che entra fallosamente proprio sul neo-entrato interista.

 

Passano sessanta secondi e Palacio, in area, viene affossato da Benalouane. Gervasoni vede tutto e concede il penalty, ammonendo l’atalantino. Dal dischetto si presenta lo stesso argentino: parata di Sportiello. Il Trenza non ha calciato benissimo.

 

La squadra di Mazzarri fallisce l’appuntamento con il vantaggio, ma non demorde. Al 35′ ci prova Guarin, ma non inquadra la porta dai ventidue metri.

 

Al 40′ l’Inter riesce a legittimare la buona prova fin qui disputata grazie alla rete di Osvaldo che, con una splendida sforbiciata, supera l’estremo difensore avversario. 1 a 0 a San Siro e perla dell’ex Roma e Juventus.

 

Dopo due minuti di recupero termina il primo tempo. L’Inter entra negli spogliatoi forte del vantaggio e, soprattutto, forte della bella prova fin qui disputata contro un’Atalanta troppo remissiva e rinunciataria. Da sottolineare la prova di Kovacic e di Osvaldo, decisivo quando è subentrato all’infortunato Icardi. Da rivedere Palacio, non ancora al 100%.

 

La ripresa inizia senza cambi. Al 48′ pericolo per l’Inter con Handanovic che vola a prendere un cross di Dramè diretto a Rolando Bianchi. Due minuti e brilla la stella di Kovacic: il giovane centrocampista ci prova di contro balzo dal limite dell’area, ma angola troppo e manda a lato.

 

Al 51′ doppio cambio per Colantuono: dentro Gomez e Boakye per D’Alessandro e per uno spento Moralez. Al 54′ l’Inter sfiora il raddoppio con Palacio che supera Sportiello, ma si imbatte nel palo destro. Nulla di fatto.

 

Al 61′ torna a farsi vedere l’Atalanta. Conclusione di Gomez parata con sicurezza da Handanovic. Al 66′ Mazzarri regala un’altra chance a Hernanes: il brasiliano ex Lazio entra al posto di Guarin, sufficiente quest’oggi.

 

Al 70′ Estigarribia sfiora il pareggio con un colpo di testa che termina di poco a lato. Due minuti dopo Colantuono si gioca la carta Denis. L’argentino prende il posto di Bianchi, poco servito quest’oggi.

 

Al 74′ giallo per Kovacic che trattiene Zappacosta in ripartenza. Poi Mazzarri richiama un esausto Palacio, al suo posto M’Vila. L’obiettivo è quello di proteggere il risicato vantaggio in questo ultimo quarto d’ora.

 

All’86’ c’è tempo per la rete di Hernanes. Grande gol del brasiliano su punizione; un autentico missile sotto la traversa per l’ex Lazio. 2 a 0 e match che va in archivio.

 

Dopo tre minuti di recupero, Gervasoni manda le squadre negli spogliatoi. A San Siro termina 2 a 0. Una rete per tempo per l’Inter con Osvaldo negli ultimi minuti del primo tempo ed Hernanes sul finire della ripresa.

 

Mazzarri può dirsi soddisfatto per la prova offerta dai suoi che, seppur non ancora particolarmente brillanti sul fronte del gioco, hanno dimostrato più solidità e cinismo rispetto alle sfide contro Torino e Palermo.

 

Neroazzurri che torneranno in campo Domenica 28 Settembre, alle 15.00, contro il Cagliari di Zeman a San Siro.

 

Con la vittoria contro l’Atalanta, i neroazzurri salgono a 8 punti e superano i cugini rossoneri fermi a quota 7. Aumenta il vantaggio verso Napoli e Fiorentina, bloccati sul pareggio da Palermo e Sassuolo. Classifica comandata da Juventus e Roma, entrambe vittoriose ed entrambe a punteggio pieno a 12 punti.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Finale Champions League 2016 San Siro Milano e Euro 2020 a Roma, tutti i dettagli

Palermo – Inter 1 a 1 Serie A terza giornata, quante emozioni al Barbera

Milan – Juventus 0 a 1 Serie A terza giornata, sfida decisa da Carlitos Tevez

Chiusura calciomercato Milan e Inter 2014, arrivano Van Ginkel e Bonaventura, sfuma Biabiany e parte Cristante Sintesi

Matteo Torti

Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here