Torino – Milan 1 a 1 Serie A ottava giornata, Baselli risponde a Bacca

BandiereE pensare che la partita del Milan non era stata nemmeno così male, ma se hai l’occasione per andare in vantaggio, la trasformi e poi decidi di rintanarti nella propria metà campo smettendo di giocare, è inevitabile il ritorno del Torino. E così è stato: Bacca al 62’ regala l’1 a 0 al Diavolo, ma poi Baselli dieci minuti dopo riporta il tabellino in parità. Fallisce l’esperimento Cerci, fallisce l’idea del 4-3-3, fallisce l’autoritario Mihajlovic.

 

Altro che yes man, Mihajlovic rivoluziona si il Milan per la trasferta di Torino, ma lo fa a modo suo senza seguire le dritte del presidente Berlusconi dategli nella famosa cena di Arcore, quella del “avrei anche potuto avvelenarli”.

 

E allora spazio al 4-3-3 con Bacca, il top player della scorsa campagna acquisti, clamorosamente in panchina per fare spazio a Luiz Adriano, con Cerci e Bonaventura ai suoi lati. A centrocampo Sinisa decide di fare ancora a meno di De Jong, dentro Kucka, Montolivo e Bertolacci. In difesa niente Mexes, sarà Alex al fianco di Romagnoli con Abate e Antonelli sulle fasce davanti a Diego Lopez.

 

Di fronte 3-5-2 per Ventura con Quagliarella e Maxi Lopez davanti e una linea mediana molto folta: Zappacosta, Vives, Gazzi, Baselli e Molinaro. In difesa, davanti a Padelli, spazio a Bovo, capitan Glik e Moretti.

 

Inizia su ritmi veramente lenti il primo tempo, con le due squadre che si studiano a centrocampo e faticano a prendere l’iniziativa. Al 12′ Gervasoni ammonisce inspiegabilmente Kucka, reo di aver commesso fallo a centrocampo su Baselli.

 

Al 18′ prima conclusione della partita: destro di Montolivo dai venticinque metri e palla che termina sopra la traversa. Poco dopo giallo anche per Baselli.

 

Al 24′ prima vera chance della partita: conclusione mancina di Montolivo dall’interno dell’area di rigore e respinta pronta di Padelli che devia e impedisce il vantaggio dei rossoneri.

 

Al 31′ bella punizione di Bonaventura che regala l’illusione del gol; la palla, però, termina nella parte esterna della rete e finisce fuori.

 

Al 43′ ammonito Glik per un intervento su Bonaventura che, in realtà, simula un fallo che non c’è stato. Della punizione, scelta davvero discutibile, si incarica Alex: conclusione non potente che termina ampiamente a lato.

 

E’ l’ultima chance di un primo tempo davvero scialbo e poco ricco di emozioni che va in archivio sullo 0 a 0. Per vincere serve molto di più.

 

La ripresa inizia con un cambio per Ventura che inserisce Vives per l’infortunato Gazzi. Al 50′ ci prova Cerci su punizione, ma la difesa avversaria libera bene. Poco dopo ammonito Bonaventura, ma il giallo sembra un po’ regalato.

 

Al 56′ la mossa decisiva: dentro Bacca per uno spento ed evanescente Luiz Adriano. Al 62′ episodio dubbio nell’area granata con Bonaventura che viene atterrato da Maxi Lopez, ma Gervasoni lascia proseguire.

 

Poco male visto che pochi secondi dopo i rossoneri trovano il vantaggio: contropiede di Bonaventura e palla in profondità per Bertolacci che trova dentro Bacca. Il colombiano stoppa e trafigge Padelli con un destro alto assolutamente imparabile.

 

Al 64′ ancora Bacca pericoloso, tutto solo davanti a Padelli, ma il colombiano perde tempo a verificare l’eventuale fuorigioco e favorisce il ritorno dell’estremo difensore avversario.

 

Qui finisce la partita del Milan e inizia quella del Torino che, complice un atteggiamento eccessivamente difensivo dei rossoneri, guadagna tre corner in pochi minuti ed aumenta la pressione. Al 73′ arriva il pareggio: Belotti stoppa e serve Baselli che approfitta dell’indecisione di Romagnoli e supera Diego Lopez: 1 a 1 al Comunale di Torino.

 

All’80’ Ventura toglie Quagliarella ed inserisce Baselli e il centrocampista scuola Inter porta più organizzazione a metà campo. Due minuti dopo padroni di casa ad un passo dal vantaggio con Maxi Lopez, ma è bravo Diego Lopez a chiudergli lo specchio della porta.

 

Mihajlovic ci prova con Poli per Kucka e Honda per Cerci, ma il doppio cambio non sortisce alcun effetto. Dopo quattro minuti di recupero termina sull’1 a 1 il match.

 

Rossoneri che hanno mostrato evidenti problemi psicologici e mentali, soprattutto dopo il vantaggio che invece di essere un punto di forza, si è trasformato in un punto a vantaggio del Torino che ha iniziato a macinare gioco.

 

La classifica piange: 10 punti per i rossoneri e 14 per i padroni di casa. E ora il Sassuolo, a San Siro, domenica 25 ottobre alle 15.00. Una gara non certo facile, costata la panchina ad Allegri nel gennaio del 2014.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

PUBBLICITA’ A PARTIRE DA 10 EURO  – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, ad eventi, mostre o spettacoli, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie.

 

Leggi anche:

Anteprima Inter – Juventus 8va giornata, Napoli – Fiorentina, Torino – Milan; programma, calendario, probabili formazioni e statistiche

Italia – Norvegia 2 a 1 Qualificazioni Euro 2016 Francia, gli Azzurri vincono in rimonta

Analisi crisi del Milan, Berlusconi impone il 4-4-2 e il ritorno di Mexes, contro il Torino sfida decisiva

Azerbaigian – Italia 1 a 3 Europei 2016 Francia, qualificazione matematica per gli Azzurri

Anteprima Azerbaigian – Italia e Italia – Norvegia Qualificazioni Europei 2016 Francia, convocati, probabili formazioni e statistiche

Chiusura calciomercato Inter e Milan, ecco gli ultimi colpi

Balotelli torna al Milan, prestito gratuito dal Liverpool, Galliani e Mihajlovic d’accordo

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here