Italia – Albania 2 a 0 Qualificazioni Mondiali Russia 2018, decidono De Rossi e Immobile

stadio-olimpicoL’Italia c’è e l’ha dimostrato contro un’Albania grintosa e sempre nel vivo del gioco, specialmente fino alla metà del secondo tempo. Bella prestazione degli Azzurri che si sono dimostrati solidi in difesa e reattivi in avanti, dove la coppia Immobile – Belotti sembra essere già molto affiatata. Tre punti importanti per gli Azzurri che continuano la marcia a braccetto con la Spagna.
4-2-4 per mister Ventura che si affida a Candreva ed Insigne ai lati di Belotti ed Immobile. Mediana con Verratti e De Rossi, mentre in difesa troviamo Zappacosta e De Sciglio sulle fasce con Bonucci e Barzagli in mezzo. Buffon tra i pali.
Inizia subito su ritmi alti il match con gli ospiti che dopo pochi secondi cercano l’imbucata per Cikalleshi, ma il suo mancino esce di poco. Poco dopo si fa vedere Roshi, ma Zappacosta chiude bene.
Al 10′, alla prima sortita offensiva degli Azzurri, arriva un penalty in favore della Nazionale Italiana; punizione battuta da Verratti e vistosa trattenuta in area su Bellotti. Dal dischetto si presenta De Rossi che non sbaglia.
L’Albania si innervosisce e nei minuti successivi prende diverse ammonizioni: Memushai e Agolli finiscono presto sul taccuino dell’arbitro sloveno. Poi al 28′ tornano a farsi vivi gli uomini di Ventura, ma Bellotti non inquadra la porta con un colpo di testa.
Al 38′ ci prova ancora De Rossi su cross di Candreva, ma anche lui non trova la porta. Al 42′ tornano a farsi vedere i giocatori dell’Albania: colpo di testa di Basha che si spegne sul fondo. Al 43′ l’ultima chance del primo tempo con Belotti che si fa parare il tiro da Strakosha.
Si chiude così sull’1 a 0 per l’Italia un primo tempo dove la grinta non è certo mancata, soprattutto agli ospiti che hanno mostrato una certa cattiveria agonistica. Episodi spiacevoli sugli spalti con i tifosi ospiti autori di lanci di fumogeni e petardi.
Tutto confermato ad inizio ripresa, con l’Italia che si fa vedere al 52′ con Ciro Immobile, ma il suo tiro viene respinto. Al 56′ ci prova De Rossi da posizione ravvicinata, ma il suo colpo di testa finisce a lato.
Al 57′ gara che viene sospesa a causa di un nutrito lancio di petardi da parte dei tifosi albanesi che prendono di mira in parte il terreno di gioco e in parte i tifosi italiani. Dopo dieci minuti riprende il match e l’Albania trova il pareggio, ma la rete viene annullata per un fuorigioco.
Al 65′ bella chance per l’Italia: Insigne trova Candreva che, dopo un controllo non perfetto, cerca il tiro dall’interno dell’area di rigore, ma Strakosha si salva in corner. Passano cinque minuti ed arriva il 2 a 0: colpo di testa di Immobile, palo interno e gol. Azzurri che mettono in cassaforte il match.
L’Albania accusa il colpo del 2 a 0 e non riesce a rispondere. Gli ultimi minuti scorrono senza particolari sussulti e, dopo il folto recupero dovuto all’interruzione per i petardi, arriva il triplice fischio.
L’Italia esce dal Renzo Barbera di Palermo con un 2 a 0 che consente a Ventura di mettere assieme la prima vittoria in partite ufficiali in terra italiana. Continua la marcia a braccetto con la Spagna, vittoriosa contro Israele.
(foto: wikipedia.org)

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here