Verona – Milan 3 a 0 Serie A 17esima giornata, figuraccia rossonera

Caracciolo, Kean e Bessa condannano Gattuso alla prima sconfitta: figuraccia rossonera a Verona

Una delle peggiori prestazioni stagionali, una partita che ha messo in evidenza la fragilità psicologica del Diavolo e la cronica difficoltà in fase difensiva ed offensiva. Verona sempre grintoso e mai domo e Diavolo poco lucido e concreto, senza una minima idea di gioco e senza un minimo di impegno e cattiveria agonistica. Veramente poca cosa. Gattuso raccoglie una pesante sconfitta che fa il paio al pareggio contro il Benevento. Così non va.
Gattuso cerca di dare continuità alla vittoria contro il Bologna e contro il Verona ritrovando, come tre giorni fa in Coppa Italia, i veneti gialloblù. Davanti confermato il tridente con Borini e Suso ai lati di Kalinic. Centrocampo con Montolivo in cabina di regia, affiancato da Kessie e Bonaventura. In difesa, davanti a Donnarumma, spazio per Calabria e Rodriguez sulle fasce, con Bonucci e Romagnoli in mezzo.
Dopo nemmeno un minuto Milan che si propone in avanti con Calabria, ma Nicolas para. Al 3′ bel traversone di Rodriguez per Kalinic, ma Nicolas esce e blocca la sfera. All’8′ brutta entrata di Valoti su Bonucci che rimane a terra per qualche minuto.
Al 13′ altro gesto nervoso del Verona con Romulo che spintona Kalinic e si accenna ad una rissa, ma Orsato riesce a calmare gli animi. Al 17′ bella giocata di Suso che manda a vuoto Caceres e mette un bel cross, troppo impreciso però.
Al 22′ Pecchia è costretto ad effettuare il primo cambio, con Bessa che prende il posto di Valoti. Passano due minuti ed il Verona passa in vantaggio: corner di Cerci e colpo di testa di Caracciolo con la palla che entra in rete dopo essere sbattuta sulla traversa e sul braccio di Donnarumma.
Il Milan cerca una reazione immediata con Kessie, ma il suo tiro viene deviato in angolo da un sempre attento Nicolas. Al 31′ secondo cambio obbligato per i veneti con Kean che prende il posto di Cerci, causa infortunio muscolare.
Al 35′ arriva il primo cartellino del match: Orsato estrae il giallo per Zuculini che entra duramente su Montolivo. Al 37′ tripla occasione da rete divorata dal Milan con Suso e Kessie.
L’ultima azione degna di tempo del primo tempo vede come protagonista, negativo, Borini che smanaccia Ferrari e si prende il giallo. Finisce sull’1 a 0 per i padroni di casa un primo tempo nervoso.
Gattuso cambia ad inizio ripresa aumentando la propensione offensiva dei suoi con Cutrone al posto di Rodriguez. Al 48′ ingenuità difensiva di Romagnoli che si fa sorprendere da Kean e si becca il giallo per averlo atterrato.
Al 55′ gol del Verona con Bessa che scappa oltre la linea rossonera e fa partire un cross che Kean deposita in rete. A questo punto Gattuso inserisce Andre Silva per Kalinic, ma anche il portoghese nei minuti successivi si dimostra evanescente.
Al 71′ dentro anche Locatelli per Montolivo, ma l’andamento non cambia. Il Milan fatica a creare occasioni da rete degne di nota ed il Verona punta tutto sul contropiede. Come al 77′ quando arriva il 3 a 0 per i veneti: Romulo si fa tutta la fascia destra e serve Bessa che, facilmente, spinge in rete il pallone che chiude definitivamente il match.
Il Diavolo non reagisce nemmeno questa volta e la partita scorre via senza particolari sussulti fino al 90′ quando la VAR suggerisce ad Orsato di espellere Suso che entra a martello su un giocatore del Verona.
Diavolo che tornerà in campo sabato 23 dicembre per la sfida casalinga delle 18.00 contro l’Atalanta.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here