Empoli – Milan 1 a 1 Serie A sesta giornata, ancora una rimonta subita dal Diavolo

Come domenica contro l’Atalanta: rossoneri in vantaggio, ripresi nel secondo tempo. Ora è crisi

E adesso invocare la crisi e la testa di Gattuso potrebbe non essere più irrealistico. Il Milan non impara la lezione di domenica contro l’Atalanta e vive la stessa partita: primo tempo giocato su buoni ritmi, con diverse occasioni da rete, ma chiuso solo con una rete di vantaggio. Nella ripresa l’avanzata degli avversari c’è e la difesa del Diavolo come sempre traballa: Caputo pareggia dal dischetto e la chiude sull’1 a 1. Ora la classifica piange.

Cambio di formazione per Gattuso che deve rinunciare ad un affaticato Higuain e si affida a Borini al centro dell’attacco con Calhanoglu e Suso ai suoi lati. Centrocampo con Biglia, Kessie e Bonaventura. In difesa, davanti a Donnarumma, spazio per Abate, Musacchio, Romagnoli e Rodriguez.

Rossoneri che iniziano subito bene e che vanno in vantaggio al 10′ con Biglia, bravo a ribattere in rete col mancino una palla vagante al limite dell’area. Al 16′ azione corale del Diavolo che passa dai piedi di Kessie, Suso e Calabria, ma davanti alla porta Borini viene fermato da Silvestre.

Al 27′ si fanno vedere i padroni di casa: Krunic accelera e ne lascia sul posto tre, poi serve palla per La Gumina che si fa ipnotizzare da un’uscita di Donnarumma. Al 31′ altro grande intervento del portiere rossonero che smanaccia sul palo un tiro di Caputo da dentro l’area piccola.

Passano pochi secondi e Kessie impegna Terracciano: l’ex Atalanta calcia a botta sicura un rigore in movimento, ma l’estremo difensore empolese respinge. Dagli sviluppi del corner ancora palla per l’ivoriano che da due passi calcia sopra la traversa.

Al 41′ ci prova anche Suso con il mancino da dentro l’area di rigore, ma Terracciano si distende e respinge. Finisce 1 a 0 per i rossoneri un primo tempo che sembra essere quello di domenica contro l’Atalanta. I rossoneri giocano e creano molto, ma chiudono con una sola rete di vantaggio.

Tutto confermato ad inizio ripresa, con i rossoneri che ci provano in contropiede al 52′ con Bonaventura che serve Suso il quale passa a Calhanoglu che però non finalizza. Al 61′ grande chance per l’Empoli: spizzata di La Gumina, ma Krunic non ci arriva.

Al 69′ erroraccio di Romagnoli nella propria area di rigore: prima sbaglia il rinvio, poi atterra Caputo. L’arbitro non ha dubbi: è rigore. Caputo trasforma. 1 a 1 e Diavolo che sembra rivivere l’incubo di domenica contro l’Atalanta.

Il Milan si getta avanti, Gattuso inserisce anche Cutrone e Castillejo, ma tutti gli attacchi rossoneri si infrangono contro le parate di Terracciano, il migliore in campo. Come all’88’ quando l’estremo difensore casalingo si supera con un colpo di reni davvero notevole.

Finisce 1 a 1 ad Empoli: Milan che si conferma in un brutto momento. Ancora una volta gioca bene il primo tempo, non chiude il match e finisce per farsi recuperare nella ripresa. Che disfatta. La classifica dice appena 6 punti dopo cinque partite. Diavolo che tornerà in campo domenica sera alle 20.30 per la sfida esterna contro il Sassuolo.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here