Serie A: Udinese – Inter: 3 a 1, tracollo neroazzurro partita da dimenticare

Dopo le vittorie contro Napoli, Catania, Genoa, Bologna e Cesena, l’Inter di Leonardo si ferma, e lo stop è di quelli bruschi che rischiano di avere strascichi negativi anche per l’immediato futuro: i neroazzurri subiscono la carica straripante dell’Udinese ed al Friuli vengono sconfitti per 3 a 1.

 

E pensare che l’inizio del match è stato favorevole alla squadra guidata da Leonardo che al 16’, dopo uno scambio tra Stankovic e Thiago Motta, era passata in vantaggio con la rete del serbo; ma l’Udinese ha reagito da grande squadra ed al 21’ Zapata supera un colpevole Castellazzi.

 

Passano solo quattro minuti ed è il re del campionato Antonio Di Natale a portare in vantaggio la squadra allenata da Guidolin, ottimo gol su punizione.

 

I neroazzurri provano a reagire sempre con il solito Stankovic, l’unico dei suoi che si mette in mostra prima con un pallonetto e poi con una punizione ma Handanovic respinge; Eto’o davanti è inesistente e la sua assenza si sente mentre il compagno di reparto Pandev non riesce a reagire dopo i fischi di mercoledì sera a San Siro.

 

La ripresa si svolge sotto un totale monologo friulano, Leonardo non riesce a motivare i suoi e fatica a trovare un modo per arginare la straripante forza fisica dell’Udinese che con Armero e Sanchez costruisce pericoli ad ogni discesa; il terzo gol arriva al 69’ quando Domizzi si infila in area e supera Castellazzi.

 

Inter molto nervosa, rischia di perdere la testa più volte e per la prossima sfida, quella contro il Palermo, perde tre uomini chiave: Chivu, Cordoba e Stankovic.

 

La squadra ha forse esaurito lo scatto nervoso che ha permesso di vincere le precedenti partite? L’unica altra spiegazione di questo improvviso tracollo è che Leonardo abbia trovato occupato, questa domenica, il telefono di Josè Mourinho…

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here