Degrado quartiere Adriano via Nenni Milano, topi e zanzare a pochi passi dall’asilo: foto e nuova inchiesta di CronacaMilano

La vicenda del quartiere Adriano – zona già oggetto di due inchieste condotte da CronacaMilano – si arricchisce di una nuova testimonianza. Questa volta a destare sconcerto – e insieme preoccupazione – è un terreno dove, nell’indifferenza totale del Comune e dell’Asl, proliferano rifiuti, topi e insetti. I soggetti più a rischio? I piccoli e indifesi ospiti del vicino asilo Nenni Scrofani. La drammatica situazione ci viene spiegata da un residente, che ci ha contattati per mettere in luce quando costantemente ignorato da media e Comune:

 

DEGRADO A POCHI PASSI DALL’ASILO – In via Nenni, a pochi passi dal quartiere Adriano, è situata la scuola Nenni (nido e materna), intitolata alla memoria del vicequestore Paolo Scrofani. Adiacente alla scuola vi è un piccolo terreno, da anni lasciato in una situazione di totale abbandono. Il presunto proprietario di tale appezzamento di terreno se n’è infatti completamente disinteressato, rifiutando persino di recintare l’area.

 

ACCESSO LIBERO A… RIFIUTI DI OGNI SORTA – L’area – raggiungibile percorrendo un selciato di circa un metro e mezzo – è, quindi, accessibile a tutti, bambini compresi. Negli anni è diventato uno spazio dove i passanti più incivili gettano qualsiasi tipo di rifiuto, tra cui anche ruote d’automobili, copertoni e bidoni. Noncurante dei divieti, un anziano vi ha pure ricavato un piccolo orto abusivo.

– Il nostro lettore ci racconta di aver visto ultimamente anche degli accumuli di sterpaglia, che sono molto pericolosi soprattutto durante il periodo estivo, quando il rischio incendio cresce di pari passo con l’aumento delle temperature;

– “La cosa gravissima è che tutto questo succeda nelle immediate vicinanze di una scuola per bambini” – denuncia il residente.

 

CHE FINE HANNO FATTO LE TRAPPOLE PER TOPI? – Qualche tempo fa il Comune si era finalmente convinto ad intervenire, posizionando alcune gabbiole per i topi. Di recente, però, come testimoniano anche le foto, le trappole sono state inspiegabilmente rimosse (la nostra fonte presume proprio su decisione del Comune, ndr).

– Nell’indifferenza totale, quindi, sono si sono aggiunti anche numerosi bidoni abbandonati e ricolmi d’acqua putrida, che emana cattivi odori, attirando anche insetti e zanzare: “E’ uno zanzarificio” – sottolinea  il cittadino da noi intervistato.

 

L’ASL SEGUE L’ESEMPIO DEL COMUNE: INDIFFERENZA TOTALE – Il lettore ci racconta di essersi rivolto all’Asl per denunciare la situazione e richiedere un intervento immediato ma, a distanza di circa due anni dall’invio della prima segnalazione, non ha “ancora” ricevuto alcuna risposta.

– Dopo aver contattato senza successo l’Asl, il lettore si è quindi rivolto alle guardie ecologiche, nella speranza che potessero risolvere concretamente il problema. Diversamente da quanto accaduto in precedenza con l’Asl, le guardie ecologiche si sono recate sul posto, limitandosi tuttavia a constatare che il terreno era privato e che, purtroppo, proprio per tale ragione non si poteva fare nulla.

 

LA PROPRIETÀ PRIVATA NON DEVE ESSERE UNA GIUSTIFICAZIONE PER IL COMUNE – “Se il privato non provvede di sua spontanea volontà a mettere in sicurezza l’area, bonificandola e recitandola, io credo che dovrebbe essere il Comune a intervenire, addebitando le eventuali spese al privato in oggetto” – afferma convinto il cittadino, che dal 2005 assiste impotente a cotanto degrado.

 

“BASTEREBBE UN INVESTIMENTO DI POCHE CENTINAIA DI EURO” – “È una situazione indecorosa e inaccettabile dal punto di vista igienico-sanitario – conclude il nostro lettore, – che potrebbe essere facilmente risolta: basterebbe un investimento di poche centinaia di euro” .

 

LE ALTRE INCHIESTE SUL QUARTIERE ADRIANO, SPIEGATE A CRONACAMILANO DAI RESIDENTI – Per le altre inchieste svolte da CronacaMilano.it sul quartiere Adriano, Leggi anche:

– Scuole quartiere Adriano Milano, caos per le iscrizioni alla Carnovali e alla San Mamete. Mentre fra i criteri spunta Google Maps, CronacaMilano continua l’inchiesta per dar voce ai problemi della zona

– Degrado via Gassman Milano quartiere Adriano, l’inchiesta di CronacaMilano un anno dopo: il Comune non ha risolto i problemi, che sono solo peggiorati

– Via Gassman Milano Quartiere Adriano, tante promesse elettorali ma i disabili sono ancora bloccati tra aiuole e cemento: foto e intervista di CronacaMilano

 

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Francesco Tempesta

1 COMMENTO

  1. ECCO PERCHE’ IL COMUNE NON INTERVIENE

    l’annientamento di zanzare, blatte, ratti, ecc.
    avviene per mezzo di sostanze chimiche, altalmente nocive per i “poveri rom”
    che sono li vicino.

    Il posizionamento di trappole, potrebbe essere pericoloso, per i bimbi degli zingari
    provenienti dalla vicina via Idro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here