Identificato suicida Duomo, soffriva di sindrome bipolare

Il giovane che martedì mattina si è gettato dalle guglie del Duomo è stato identificato.

 

La madre si è rivolta ieri sera ai Carabinieri spiegando che il figlio era scomparso e non riusciva più a rintracciarlo; eseguendo un riscontro con la Questura, il giovane è stato quindi identificato dal medico di famiglia, recatosi all’obitorio per riconoscere la salma.

 

Il ragazzo, di 25 anni, residente in zona Ticinese, era affetto di sindrome bipolare: una problematica che affonda le sue radici nel quadro clinico della malattia maniaco-depressiva.

 

Per i pazienti affetti da tale patologia, il rischio di mortalità è molto elevato, arrivando a coprire addirittura il 19% dei casi. Tale percentuale indica un livello allarmante se paragonata ai casi di suicidio riscontrati tra le persone che non soffrono di questa patologia: si parla di un numero 30 volte superiore.

 

Leggi anche:

Suicida si butta dal Duomo, un volo di 40 metri pochi minuti fa

Corsi per agenti e 118 su disturbi psichici, al via stamattina

Problemi psicologici, a Milano l’8% della popolazione ne è affetta

Psicologo di quartiere con servizio assolutamente gratuito e aperto a tutti: a Milano nessuno è solo

La terapia dell’allegria per curare i bambini con patologie psicologiche e fisiche

Dipendenza dal gioco, sportello gratuito via Sansovino fino all’11 aprile 2011


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here