Riqualificazione piazza di Santa Maria delle Grazie Milano, inaugurazione della nuova piazza dopo un anno di lavori

E’ stata inaugurata la piazza di Santa Maria delle Grazie, luogo di riferimento per l’arte e la cristianità.

 

Dopo solo un anno di lavoro svolto dal Comune di Milano, la piazza è stata infatti restituita a milanesi e turisti in tutta la sua bellezza, dopo un intervento che l’ha ridisegnata e ripavimentata esaltandone la vocazione pedonale.

 

Le opere di riqualificazione, per un costo complessivo di € 1.200.000, avevano avuto inizio nel febbraio 2010.

 

L’ambito oggetto dell’intervento, di circa 3.100,00 m², è quello compreso fra corso Magenta, via Ruffini, via Caradosso e piazza Santa Maria delle Grazie.

 

Sulla base della cartografia storica il Comune di Milano ha optato per una  soluzione estremamente rispettosa delle condizioni originarie della piazza, con il totale accordo e sostegno della Sovrintendenza, ricreando nel dettaglio la sacralità del luogo.

 

La diretta supervisione della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Ambientali e della Soprintendenza archeologica è stata presente durante tutte le operazioni di scavo, anche a bassa profondità.

 

L’area è stata ridisegnata e ripavimentata con materiali lapidei appartenenti alla tradizione locale, come masselli, lastre e cordoni in granito di recupero e ciottoli.

 

Il sagrato, ridisegnato alla luce della cartografia storica rinvenuta, ha mantenuto le quote di riferimento esistenti rispetto all’ingresso principale della Basilica, del Cenacolo e del Palazzo Bonacossa; la pavimentazione ha previsto la posa delle lastre esistenti lavorate superficialmente per ridare alla pietra le antiche vibrazioni. Intorno al sagrato sono state, inoltre, posizionate delle sedute.

 

L’area contigua alla Basilica, su corso Magenta, ha mantenuto inalterato il disegno dello storico marciapiede in ciottoli delimitato da cordoli, mentre la pavimentazione in cubetti di porfido è stata sostituita con masselli di recupero posati a correre perpendicolarmente al Corso.

 

L’accesso secondario al cortile interno della Basilica è stato, invece, evidenziato con la posa di lastre di recupero posate a file parallele.

 

Da ora, l’accesso alla piazza sarà ammesso ai soli residenti e alla funzioni legate al Cenacolo e alla Basilica e al Palazzo Bonacossa. Per questo motivo sono stati installati paracarri sul fronte di corso Magenta, parigine sul percorso pedonale di via Caradosso e un dissuasore a scomparsa tipo Pilomat che delimita l’accesso alla piazza da via Ruffini per consentire l’accesso soltanto a chi ne ha diritto.

 

Grande attenzione è stata dedicata anche agli accessi per disabili, attraverso la posa di lastre in pietra di recupero che definiscono l’accesso alla Basilica da corso Magenta e al Cenacolo da via Ruffini, oltre agli scivoli previsti sugli accessi pedonali.

 

I lavori hanno previsto, infine, anche il potenziamento della rete di smaltimento delle acque meteoriche.

 

Leggi anche:

Riqualificazione mercati generali, al via piano di rilancio

Lavori piazza Ohm Milano, coinvolti anche viale Richard e via Santa Rita da Cascia: più verde e nuova illuminazione

Lavori piazzale Gambara, eliminazione attuali binari del tram deposito di Baggio

Lavori nuova pavimentazione piazza Duomo, al via da oggi

Ultimati lavori in via Besta e riqualificazione per via Assetta, con nuova illuminazione e nuovi spazi per la sosta di auto e motociclette

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here