Riqualificazione mercati generali, al via piano di rilancio

La Giunta comunale ha dato il via libera alla realizzazione, da parte di So.Ge.Mi. spa, della prima fase del piano di riqualificazione industriale dei Mercati generali di Milano gestiti dalla società. L’investimento sarà finanziato con un mutuo di 43 milioni di euro assunto direttamente da So.Ge.Mi. e assistito da fideiussione comunale.

 

 

COSA PREVEDE IL PIANO DI RIQUALIFICAZIONE – Il piano di rilancio e riqualificazione dei Mercati generali di Milano prevede la progettazione e realizzazione di nuove strutture dedicate all’esercizio dei mercati annonari. Tali strutture, accompagnate dall’introduzione di moderni sistemi di gestione, hanno l’obiettivo di attuare una moderna rivisitazione dell’attuale situazione logistica

 

LA PRIMA FASE –

  1. La prima fase, che si svilupperà tra aprile 2011 e dicembre 2012, prevede in particolare la realizzazione di oltre 50.000 mq affittabili che permetteranno a circa 100 operatori attualmente presenti sul mercato di spostare la propria attività in superfici moderne e a norma.
  2. Un’indagine effettuata da So.Ge.Mi sul proprio posizionamento strategico ha infatti rilevato l’ubicazione e la disponibilità di spazi non ancora utilizzati quali punti di forza dell’area, mentre, come punti di debolezza, le strutture obsolete e le tariffe basse.

 

IL COMMENTO DELL’ASSESSORE ALL’ATTIVITà PRODUTTIVE – “Questa prima fase del progetto di sviluppo consentirà a So.Ge.Mi. di migliorare i propri parametri economici e finanziari per posizionarsi sul mercato della logistica e del fresco in modo strategico, – ha commentato l’assessore alle Attività produttive Giovanni Terzi. – In questo modo la società potrà raggiungere l’equilibrio economico necessario anche per attrarre il finanziamento utile alla realizzazione della seconda fase”. “In questo contesto – ha concluso l’assessore Terzi – la realizzazione della prima fase del piano di riqualificazione è propedeutica per incrementare il valore di So.Ge.Mi. sotto diversi punti di vista: per gli imprenditori del mercato, che opereranno in modo più efficiente tagliando i costi; per i consumatori, che avranno prodotti di qualità migliore; per gli azionisti e, non da ultimo, per la città di Milano, prossima a ospitare Expo 2015”.

 

Leggi anche:

Arresto molestatore ortomercato Milano, perseguita una commerciante fino a sfondarle una vetrata, aggredire 2 donne e tentare una rapina al negozio

Portafoglio rubato da auto via Lombroso – minacce e tentata estorsione a proprietaria

Furto e ricettazione Milano, ruba zaino e poi chiede 500 euro per riconsegnarlo


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here