Prostituta uccisa box Cinisello, potrebbe esserci un serial killer

E’ successo a Cinisello Balsamo in un box in vicolo Villa Rachele n.9.

 

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Monza hanno fermato ieri mattina il proprietario del box, Antonio Giordano, 44enne muratore, separato con due figli, dove pare fosse stata allestita una camera completamente insonorizzata entro la quale ha trovato la morte una prostituta romena di 23 anni il cui viso era stato sfigurato, al punto che la sua identificazione è stata possibile solo attraverso i documenti.

 

La donna era stata trovata legata e,  anche se per ora si attende l’autopsia per far luce sulle dinamiche dell’omicidio, sembrerebbe che la vittima abbia subìto sevizie.

 

Inoltre, nonostante nell’interrogatorio Giordano si sia definito autore dell’omicidio, gli Inquirenti non escludono l’esistenza sia di un complice sia di casi simili, che hanno coinvolto prostitute.

 

I Carabinieri, infatti, stanno conducendo le indagini soprattutto nell’ambito dell’ambiente della prostituzione, poiché l’indagine è nata a seguito della denuncia di una prostituta originaria del Ghana aggredita sabato scorso durante la notte proprio nel medesimo box.

 

Leggi anche:

Via Salvioni prostituta uccisa, era morta nel suo appartamento da almeno una settimana

Assassino prostituta via Salvioni, incastrato dal DNA l’assassino di Veronica Crosati

Donna strangolata Arluno, è giallo

 

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here