Incidente mortale Milano via Arsia – via Cogne, morto ragazzo di 28 anni travolto da auto in fuga dopo rapina bar tabacchi via Mambretti

E’ successo alle 5 circa di stamattina all’incrocio tra via Arsia e via Cogne, zona Quarto Oggiaro.

 

Un ragazzo di 28 anni, Pietro Mazzara, si trovava nella propria auto, una C3, quando è stato travolto da una vettura che procedeva a fortissima velocità a fari spenti, con a bordo 4 malviventi che, non rispettando la precedenza, cercavano di sfuggire ad un inseguimento della Polizia.

 

I malviventi, infatti, avevano appena scassinato e rapinato un bar tabacchi in via Mambretti, fuggendo a bordo di una Bmw rubata.

 

Secondo quanto ricostruito, all’incrocio fra via Arsia e via Cogne l’auto dei rapinatori si è violentemente scontrata con la C3 del 28enne, che è stato sbalzato fuori.

 

Due dei malviventi sono riusciti a scappare. Altri due, invece, sono rimasti bloccati nella macchina. Secondo le prime verifiche si tratterebbe di minorenni nomadi.

 

Sono in corso le indagini.

 

AGGIORNAMENTO del 9-06-2011 ore 10,45: La banda di malviventi era scappata con monete, gratta e vinci, valori bollati, sigarette, biglietti Atm e una macchina cambia-monete, per un bottino ancora da quantificare. Nella Bmw sono stati trovati anche un piede di porco, cappellini, guanti e picconi. Il proprietario del locale, 39 anni, ha chiamato il 113 dopo aver ricevuto un sms di allarme sul cellulare. Due malviventi sono stati bloccati subito dopo l’incidente. Si tratta di due minorenni del campo nomadi di via Negrotto, in zona Bovisa, trasportati in codice verde all’ospedale Sacco e piantonati. Gli altri ladri sono riusciti a scappare ma, secondo le informazioni raccolte dagli investigatori, sarebbero domiciliati nello stesso campo, dove dall’alba di questa mattina sono in corso i rilievi della scientifica nel tentativo di individuarli.

 

AGGIORNAMENTO del 9-06-2011 ore 14,30:

  • I nomadi identificati sono M.S.,17 anni del campo di via Negrotto, e Ibrahim F., 16 anni, magrebino, entrambi con precedenti per reati contro il patrimonio e, nel caso del 16enne, anche per stupefacenti. Per loro sono scattate le manette per furto pluriaggravato in concorso e resistenza a pubblico ufficiale.
  • Intanto si sollevano le polemiche rispetto agli sgomberi dei campi rom che, con l’ex vicesindaco ed ex assessore alla Sicurezza di Milano Riccardo De Corato, erano prioritari e quotidiani, mentre ora, con la nuova Amministrazione Pisapia, potrebbero venire interrotti. E’ infatti Matteo Salvini, LN, a dire: “Ora aspettiamo che Nichi Vendola torni a Milano per abbracciare anche questi fratelli rom ladri e assassini”. “Preghiamo per la vittima – ha aggiunto Salvini – e ci aspettiamo che Giuliano Pisapia prosegua con gli sgomberi e la chiusura dei campi nomadi prevista nel piano del ministro Maroni”.

 

[vsw id=”rhOf5h1bmQc” source=”youtube” width=”425″ height=”344″ autoplay=”no”]

 

Leggi anche:

Incidente milano via Cogne, morto Pietro Mazzara: polemiche e attesa della posizione di Pisapia sugli sgomberi dei nomadi, dettagli


Di Redazione

15 COMMENTI

  1. Il neo sindaco è già corso ad abbracciarli assieme a Vendola o era solo campagna elettorale?!?!

    Mi associo a Massimo dicendo che siamo un paese di M e non meritiamo niente più di questo!

  2. Pietro il ragazzo che è morto faceva boxe con mio figlio, ci siamo salutati ieri sera fuori dalla palestra verso le 20 e 20 mi dispiace tanto ADDIO PIETRO

  3. io penserei solo alla famiglia del ragazzo. l’ odio raziale non serve a nulla. i malviventi e gli assassini non hanno un colore o una nazionalità, può essere chiunque e dovunque. purtroppo. anche noi italiani emigranti all’ estero – australia, argentina, america, germania, ecc.ecc. eravamo additati come “ladri, assassini, stupratori e anche molto mafiosi” e secondo voi è vero? siamo TUTTI così? eravamo migranti da tutta l’ italia, dal sud e dal nord. leggete la storia. sicuramente se fai vivere male delle persone – vedi i campi rom – faranno purtroppo di tutto per sopravvivere e tra loro ci saranno anche malviventi e poco di buono! ma non vuol dire che TUTTI i rom siano uguali. perfavore destra o sinistra, centro, non importa. ma il rispetto per i TUO prossimo dovrebbe essere una regola comune. non diamo la COLPA ad un fatto così ORRIBILE all’ origine etnica di chi l’ ha compituo! è un fatto orribile, va punito! PUNTO. ma sopratutto pensiamo alla famiglia del ragazzo.

  4. Cara Sandra,
    ce li abbiamo messi noi nei campi rom gli zingari? Le roulotte rubate da 30/40 mila euro non gliele ha prese il comune, loro vivono così, non hanno lavoro ma macchine da 50 mila euro, la cosa non ti insospettisce? Quando va bene scroccano monete al semaforo, altrimenti fanno ciò che leggi in questo articolo. Se tanto ti stanno a cuore e ti senti in colpa fai come dovrebbe fare il nostro sindaco e accogline una famiglia in casa anche tu. Ma venire qui a fare demagogia anche di fronte a una tragedia, l’ennesima, causata da uno dei cancri della nostra società mi sembra davvero sintomo di un buonismo populista che è causa della situazione in cui versa il nostro “bel paese”. Io a questi la casa non gliela do, viste le decine di famiglie regolari che sono in attesa di alloggi comunali, in compenso sono ben disposto a distribuire grandi bastonate a loro e atutti gli altri delinquenti che dominano la mia città!

  5. zingari di merda! la pena di morte dovrebbe esistere solo per loro! cazzo di merde!
    vengono qua in italia per rubare e stuprare! e c’è gente che dice:” nooo, nn sono tutti cosi, sono bravi!” TUO PADRE E’ bravo!!! xxxxx xxx! e non chiamatemi intollerante! io ho tollerato fin troppo!!!!

  6. Abito vicino a quel bel campo “regolare”che come si faccia a chiamare cosi lo sa solo Dio… l’incredibile è che quotidianamente i suoi appartanenti circolano tranquillamente
    con mezzi che una persona si puo permettere solo con stipendida almeno 3000 euro…
    La domanda sorge spontanea… come si possono permettere certi beni di lusso, non possono altrettanto pagarsi un affitto o quantomeno provarci???
    ebbene mi sa tanto di no, perche è piu di vent’anni che la situazione permane nella zona e nessuno, dico mai nessuno si è posto il problema di analizzare tali discordanze…
    E non ultimo la legge, inesistente, l’Italia è il paese dei balocchi, e tali soggetti sguazzano in questo sistema dove delinquere è facilissimo…e pagare le proprie colpe ancora di piu perche tanto la legge non è uguale per tutti!!!!
    Chi ripaga quella povera vita spezzata e quella famiglia distrutta????
    SCHIFO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  7. Addio amico mio, addio Pit, avrei voluto avere il tempo per salutarti, almeno un’ultima volta! Il tuo sorriso resterà per sempre nei cuori di chi ti ha conosciuto, per sempre!

  8. Stamattina stavo dormendo improvvisamente ho sentito”boom” e ho capito subito che c’ era stato un incidente grave. La mia sorella e’ uscita sul balcone a vedere. La mattina quando vado a lavorare non ho neanche il coraggio di passare la’ e faccio la strada piu’ lunga per prendere i mezzi per andare al lavoro, perche’ altrimenti ci resto male. Oggi tutto il giorno stavo pensando sta cosa. mi dispiace tanto per la famiglia.

  9. Mi dispiace tanto, sono molto triste, anche se non ti conosco. Di sicuro i suoi familiari ci resteranno molto piu’ male di tutti noi. Stamattina sul balcone non riuscivo a vedere cos’era successo per colpa dei alberi, l’unica cosa che stavo facendo era pregare e dire a me stessa che non era successo niente di grave. A 28 anni si poteva fare ancora molte cose, viaggiare, vedere i propri figli crescere e tutto quello che gli sarebbe piaciuto fare. Ma purtroppo non si sa nella vita cosa ti accadra in questo momento o dopo.

  10. E’ terrificante quanto accaduto, morire così a 28 anni, perdere la vita proprio quando stai per iniziare a viverla, è pazzesco, folle, infinitamente ingiusto. A questo punto non riesco a capire perché non facciano sgomberare quello come del resto anche gli altri campi. Perché PIsapia non fa nulla, a parte “esprimere cordoglio?” Cosa deve succedere ancora? I residenti hanno raccontato di continui furti e di una convivenza impossibile, perché Il Primo Cittadino non fa qualcosa di concreto? Fare il Sindaco non significa passeggiare con la fascia tricolore davanti ai fotografi, la città ha bisogno di essere protetta, i cittadini devono essere protetti, le vite devono essere protette!! Non si può morire così. E quando prenderanno il responsabile poi? Cosa gli faranno? Una pacca sulla schiena perché come ha detto Vendola “è un nostro fratello rom”? Intanto un ragazzo di neanche 30 anni è morto. E lascia una famiglia, anzi, una città, nella disperazione. E nel silenzio di un’azione concreta che dovrebbe essere eseguita da chi le chiavi della città le ha ottenute, davanti a telecamere e microfoni. Viola

  11. Faceva bene Vlad Tepes (detto Dracula), che trafiggeva i fuori legge!!! Ci fossero ancora giustizieri così, avremmo avuto meno delinquenza e meno gente innocente morta per disgrazie del genere…
    CONDOLIANZE alla famiglia del ragazzo, mi dispiace veramente per il lor dolore!!!

  12. E quando li ha abbracciati Vendola i nomadi, abbiamo risolto il problema?
    Intanto un giovane ragazzo se nè andato, vi rendete conto, buttate la chiave ne approfittano perchè sono giovani.
    le mele marce bisogna subito sdradicarle, è uno schifo, fanno bene a farsi giustizia da soli, gli amici i parenti io lo farei per i miei figli
    Per i genitori NON CI SONO PAROLE——

  13. Sta gente ha rotto i coglioni,qua non si parla di razzismo qua si parla di criminalità clandestina!!!Dobbiamo mandarli tutti a casa,ci siamo rotti i coglioni di mantenere queste Platte!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here