Lite via Andrea Doria Milano, morto motociclista per lite con automobilista per una precedenza

E’ successo alle 15,30 di ieri in via Andrea Doria, una lite pazzesca in pieno pomeriggio, sotto gli occhi esterrefatti dei passanti.

 

LA LITE PER LA PRECEDENZA – Secondo quanto ricostruito Vittorio Petrosella, pensionato, 71 anni, si trovava alla guida della sua Audi A4 quando è scoppiata una piccola lite con un motociclista, Alessandro Mosele, 35 anni, in sella al suo Kymko People, a causa di una precedenza.

 

L’INSEGUIMENTO – Il motociclista avrebbe quindi sputato addosso all’automobilista che, furibondo, si sarebbe gettato al suo inseguimento correndogli dietro in via Montepulciano.

 

L’INVESTIMENTO

  • Furibondo, l’automobilista sarebbe quindi riuscito ad urtare il motociclista facendolo cadere.
  • A questo punto, secondo quanto ricostruito anche grazie ai tanti passanti presenti all’accadimento, l’automobilista avrebbe investito il 35enne per ben due volte.

 

LA TENTATA FUGA

  • Mentre investiva il motociclista, il pensionato ha coinvolto anche una passante, una donna romena di 34 anni che stava attraversando sulle strisce;
  • la donna è stata ricoverata in condizioni serie all’ospedale Niguarda, ma fortunatamente non sarebbe in pericolo di vita.

 

LO SBARRAMENTO DEI PASSANTI

  • Secondo una prima ricostruzione sembrerebbe che il pensionato, a questo punto, abbia tentato di fuggire;
  • sarebbero stati i passanti presenti alla tragica scena a bloccarlo fino all’arrivo della Polizia locale, mentre il 118 soccorreva il motociclista, portato alla Clinica Città Studi, e la donna romena, portata a Niguarda.

 

L’ARRESTO – Sopraggiunti gli agenti della Polizia locale, il 71enne è stato arrestato.

Per lui l’accusa è gravissima: omicidio volontario.

Il pensionato è stato quindi  interrogato dal pm di Milano Antonio Sangermano.

 

LA MORTE DEL MOTOCICLISTA

  • Il motociclista è stato ricoverato alla Clinica Città Studi;
  • Le sue condizioni, gravi, sono purtroppo velocemente peggiorate e, il 35enne, ha tragicamente perso la vita subito dopo il ricovero.

 

AGGIORNAMENTO del 27.7.2011 ore 09,00: Il PM di Milano Antonio Sangermano ha chiesto la convalida del fermo di Vittorio Petronella per omicidio volontario aggravato dai futili motivi. Al pensionato è stato anche contestato il reato di lesioni volontarie per aver investito la romena 34enne per caso presente all’accaduto. Oggi il 71enne comparirà davanti al giudice per le indagini preliminari., enrico Manzi. Per tutti i dettagli sull’interrogatorio del PM e sulla ricostruzione della dinamica della tragica lite, CLICCA QUI

 

AGGIORNAMENTO del 28.7.2011 ore 9,00: Il Gip di Milano Enrico Manzi ha stabilisto che Vittorio Petronella debba rimanere in carcere, sussistendo la “grave pericolosità” del soggetto. Per tutti i dettagli dell’interrogatorio, CLICCA QUI

 

Leggi anche:

Lite mortale Milano via Andrea Doria, chiesto omicidio volontario aggravato dai futili motivi per l’aggressione di Vittorio Petronella costata la morte ad Alessandro Mosele, 35 anni, una bimba di 4

Picchiato con un crick via Volvino, aveva parcheggiato in doppia fila e ora ha un trauma cranico

Pizzaiolo licenziato e accoltellato da collega egiziano pizzeria Mister Charlie, via Vittorio Veneto, Novate Milanese

Accoltellato albanese da sudamericani via Fusinato zona Bovisa, lite tra vicini per il rumore causato da una festa di sudamericani

Accoltellato il gestore di un bar per il servizio di scarsa qualità

Strappati a morsi labbro e sopracciglio a Melegnano

Sfrattata distrugge ufficio Aler e 11 auto

Di Redazione

1 COMMENTO

  1. Da che il concetto di “city-car” nel 2011 significa station wagon lunghe 6 metri, e furgoni vestiti da jeep pesanti 3000kg, sarebbe interessante sapere il modello dell’auto guidato dal “ragioniere”, per confermare la statistica secondo cui alla guida si diventa pazzi nevrotici in misura proporzionale alle dimensioni (e al colore quanto più tendente al nero) della macchinotta balenotta che si conduce.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here