Nuovi profughi accolti al Parco Nord Milano, presso il centro d’emergenza della Croce Rossa

L’indomani della manifestazione organizzata da numerosi immigrati sotto Palazzo Marino per chiedere al sindaco di Milano Giuliano Pisapia come mai le case promesse in campagna elettorale non siano state loro veramente assegnate, il Centro Polifunzionale d’emergenza della Croce Rossa del Parco Nord di Milano è stato il “terminal” per 58 nuovi rifugiati arrivati a bordo di due pullman e provenienti dal centro di accoglienza di Manduria.

 

In coordinamento con la Prefettura di Milano e la Protezione Civile della Regione Lombardia, i volontari e le volontarie della Croce Rossa hanno fornito assistenza ai rifugiati, di varie nazionalità asiatiche e africane, tra cui 6 minori subito presi in carico dai responsabili dei Servizi Sociali.

 

I profughi sono stati quindi rifocillati prima che continuassero il proprio viaggio a bordo di mezzi della Protezione Civile verso le strutture di accoglienza dislocate su tutto il territorio lombardo.

 

Un’assistenza ai profughi – sottolinea la Cri – che prosegue al Ripamonti Residence di Pieve Emanuele e all’Hotel Ambra di San Zenone al Lambro (dove è presente un presidio permanente diurno di operatori) e presso una struttura della Croce Rossa Italiana appartenente alla rete territoriale nella Provincia di Milano, dove alloggiano alcuni feriti libici in attesa di essere rimpatriati dopo il periodo di convalescenza post ospedaliera”.

 

Leggi anche:

Accoglienza profughi Lombardia, impegno e appello della Croce Rossa Italiana di Monza e Brianza: servono indumenti, donate quello che potete

Raccolta indumenti per profughi Lombardia, appello Croce Rossa Italiana: servono magliette, pantaloni, biancheria intima, scarpe sportive, info e dettagli

Profughi Milano, accolti altri 52 rifugiati al Parco Nord

Profughi Milano, altri 50 rifugiati accolti dalla Croce Rossa al centro nel parco Nord

350 profughi arrivati in Lombardia, a Milano accolti da Croce Rossa al Parco Nord e Casa Carità

Contributi Leoncavallo da Comune Milano, l’assessore alla Sicurezza Granelli: “Valorizzare la positività di questo luogo che in futuro potrebbe anche ricevere contributi per determinati progetti”


Di Redazione

1 COMMENTO

  1. Ma non è assolutamente vero!! All’Hotel Ambra di San Zenone al Lambro i profughi sono completamente abbandonati a loro stessi! Altro che “presidio permanente diurno di operatori”!!! Si faranno vivi si e no 1 volta ogni due settimane…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here