Biglietti ATM Milano, costi differenziati in base all’ora “per scoraggiare l’uso dei mezzi pubblici”

La vita dei milanesi potrebbe complicarsi ancora di più.

Dal 16 gennaio 2012, infatti, entrerà in vigore il nuovo provvedimento che vede il pagamento di 5 euro di Ecopass per tutti (in omaggio ai residenti un carnet di 42 accessi) con il logicamente prevedibile aumento degli utilizzatori dei mezzi pubblici.

Poiché, tuttavia, la struttura non è in grado di far fronte alla situazione che si verificherà (lo stesso assessore 31enne alla Viabilità di Milano, Pier Francesco Maran, ha dichiarato la necessità di “sviluppare la struttura”, anche se intanto i nuovi provvedimenti scatteranno comunque), arrivano nuove proposte per “diminuire l’assalto ai mezzi pubblici”.

Ieri sono state quindi presentate le tariffe Atm differenziate per fascia oraria: chi vorrà prendere l’autobus, il tram o la metro nelle ore di punta, pagherà di più.


L’alternativa, dunque, sembrerebbe andare a piedi. Oppure, usare la bicicletta.

Lo scopo, hanno spiegato i promotori a Palazzo Marino, è che in questo modo i cittadini siano indotti a prendere i mezzi anche durante gli orari meno affollati della giornata, risolvendo l’impossibilità di aggiungere nuove carrozze per accogliere tutti gli utenti.

Come sempre, tutti i lettori sono invitati ad esprimere in merito la propria opinione.

AGGORNAMENTO del 2 dicembre 2011 ore 00,00: Secondo quanto spiegato dal  proponente del progetto e presidente di Atm, Bruno Rota, un tale provvedimento “sarebbe tecnicamente già possibile, specie in metrò». Rota ha però aggiunto che, comunque, «è una decisione che spetta al Comune». Intanto, anche TreNord considera un progetto affine destinato agli utilizzatori dei treni regionali, sempre allo scopo di sostenere l’aumento dei passeggeri in concomitanza dell’imminente varo della congestione charge.

AGGIORNAMENTO del 2 dicembre 2011 ore 19.07: Rispetto alla proposta formulata da Atm, riportiamo testualmente la dichiarazione rilasciataci dall’Assessore Pier Francesco Maran, che ha così commentato: “Leggo le preoccupazioni di molti di voi sul tema delle tariffe differenziate di cui si parla oggi sui giornali. Per quanto mi riguarda l’argomento non è all’ordine del giorno. Siamo invece concentrati su come migliorare la qualità del servizio, a cominciare dal sistema di segnalamento che necessita di rodaggio, l’onda verde della 90/91, le nuove telecamere sulle preferenziali, le future preferenziali”

 

AGGIORNAMENTO del 5 dicembre 2011 ore 13,25: ATM ha precisato che “Cardine del meccanismo presentato dal presidente Bruno Rota è una forte riduzione delle tariffe nelle fasce orarie meno affollate”. Pertanto, si possono tranquillizzare i cittadini poiché, secondo l’attuale comunicazione ufficiale dell’Ente “il costo dei biglietti negli orari di punta non verrà aumentato”. E’ stato inoltre lo stesso Rota a precisare a CronacaMilano: “La congestione attuale dei mezzi è così spinta che, slittamenti anche marginali dell’utenza nelle fasce orarie meno affollate, permetterebbero di ridurre il carico eccessivo di passeggeri e di distribuirli su un arco di tempo più ampio, consentendo così condizioni di viaggio più confortevoli”.

 

 

Di Redazione

212 COMMENTI

    • non si tratta di polemiche…si tratta di buon senso!!!!!
      ma ti pare che uno che lavora può permettersi di andare in ufficio quando vuole solo per fare un favore a questa amministrazione scandalosa!?!?!?!?
      Devono imparare dagli altri paesi dove i mezzi pubblici FUNZIONANO DAVVERO ANCHE ALLE ORA DI PUNTA.

      • Evidentemente tu sei uno che prende la macchina, ma noi altri no. hai mai provato a salire su un pullman all’una di pomeriggio? non credo, altrimenti non parleresti. non dovrebbero alzare i costi dei biglietti dovrebbero aumentare le corse!!!

      • Anche negli altri paesi (per esempio in Inghilterra) esiste la tariffa differenziata, si chiama “peak load pricing” e c’è da un po’. Serve a gestire razionalmente le risorse per evitare congestioni. Così chi non avrà la necessità di utilizzare il mezzo proprio durante la fascia oraria più congestionata, sarà disincentivato a farlo a causa del sovrapprezzo.
        Naturalmente questo incide sui lavoratori, che non possono permettersi di cambiare i propri orari di spostamento. Quindi può essere considerato “ingiusto”, anche se porta ad un più efficiente utilizzo delle risorse.
        Il vero problema sta nel fatto che i mezzi pubblici in Italia fan pietà, e secondo me la priorità dovrebbe essere quella di razionalizzare e migliorare i collegamenti e la disponibilità dei mezzi.
        Inoltre prima di pensare a cambiamenti come questo bisognerebbe assolutamente ripensare il sistema di controllo, ispirandosi magari all’efficientissimo modello inglese della oyster card: se non ce l’hai e non hai credito, non sali da nessuna parte, nemmeno sul bus, visto che l’autista apre solo la porta davanti e controlla se paghi.

    • ma che amministrazione è?
      aumenta il biglietto del 50%, con la scusa di aumentare di 15 minuti la possibilità di permanenza sul mezzo (ma poi, quando stai per 90 minuti sui mezzi a Milano????)
      Ora questa bella idea, come se la gente che lavora possa scegliere quando prendere i mezzi: probabilmente hanno pensato ai fancazzisti di sinistra come loro che non hanno niente da fare durante la giornata

      • L’aumento del 50% del costo del biglietto era già stato inserito nel bilancio presentato dalla giunta uscente (sindaco moratti). Il bilancio non è risultato così in rosso grazie alle entrate previste da questo aumento e quelle derivanti dalla Serravalle.
        Informarsi prima di parlare.

        • vorrei informarti che è vero che fosse previsto l’aumento del prezzo del biglietto! Ma non si è mai deciso di quanto!!!! Pisapia l’ha messo lui al 50%….di botto!!!!! informati Tu, prima di parlare!!!!

        • Informati tu prima di parlare: non è stato previsto alcun aumento del 50%, mentre la vendita di Serravalle era già in bilancio, per questo non era in rosso… peccato che la presente giunta abbia svenduto Serravalle agli amichetti di turno.

    • Polemiche? E cosa dovrebbe fare la gente che usa quotidianamente i mezzi pubblici? Applaudire?
      Il piccolo Maran che fa l’esterofilo e si ispira, per tali provvedimenti, a Londra, senza considerare quanto diverse siano le due realtà. Perché invece di scimmiottare tutto quello che è scimmiottabile, non prende in seria considerazione un controllo serio che obblighi TUTTI a pagare? Proprio come accade a Londra…

      P.S. sì questa amministrazione mi dà la nausea

      • Elisa ha pienamente ragione, io sono abbonata da anni e TUTTI i gg vedo gente che usa i mezzi senza pagare il biglietto, ci vogliono controlli seri! detto questo, trovo ridicolo aumentare i prezzi nelle ore di punta, che sia migliorata la rete! e poi cosa vuol dire? pagare per pagare la gente va in macchina e nn si risolve nulla.

    • Oh ebbravo! Finalmente uno che dice le cose come stanno: ma basta con questo vittimismo da barboni, fintanto che l’aumento di prezzo non supera i 50 cent. nelle ore di punta non mi sembra proprio il caso di fare tutta questa cuccagna. I vostri commenti sono tragicomici e, sinceramente, fanno ridere. Dovete usare i mezzi pubblici nelle ore incriminate? Perfetto, sborsate questi maledetti euro in più al mese e smettetela di piangere. Vorrei ben vedere quanti di questi indignados pezzenti scialacquano soldi a destra e a manca come nulla fosse! Barboni! Siete proprio come i comunisti che tanto insultate, non appena vi si chiede di sborsare un paio di lire dal vostro portafogliuccio di pelle di coccodrillo strillate come befane! Pezzenti comunisti andate a lavorare e smettetela di lagnarvi!

      • un altro che si fà inbelinare dal nuovo sindaco! guarda che non è la monetina da 50 centesimi in più che fa incazzare! sono tutti i soldi che incasserà in più il comune da questa manovra (perchè per l’appunto le persone non smetteranno di prendere i mezzi nelle ore di punta solo per 50 centesimi visto che sono obbligati dagli orari lavorativi)! tutti quei soldi che si intascherà non finiranno di certo reinvestiti per migliorare la situazione dei mezzi pubblici ma faranno la solità fine che fanno i soldi in italia, spariranno magicamente!

        • Caro Anonimo
          Se sei così convinto che i soldi versati nelle agli enti pubblici vadano tutti sprecati in favori, corruzione etc… ti consiglio di evadere completamente sia le tasse, sia il pagamento di enti para pubblici (vedi ATM che è ad alta partecipazione del comune), così ti risparmi grane, tu sei più ricco, e la si smette di tritare il cazzo. Hai sicuramente ragione, moltissimi soldi vengono sprecati nelle maniere più stupide del mondo, ma si è tenuti lo stesso a pagare, soprattutto visto che non mi sembra che si parli di un aumento di 2 euro. Nessuno ne è felice per dio, ma si fa senza imbrattare il mondo di sterili lamentele.

      • ma che simpatico e costruttivo commento……aumentare il prezzo nelle ore di punta è come sparare sulla croce rossa …ognuno ha i suoi hobby…..io non sono comunista e vado in bici così risolvo il problema

      • Caro Gianpaolo, forse non sei ben informato, ma c’è gente che va a lavorare per pagare bollette, mantenere una famiglia ecc e tutto senza portafogli di pelle. Non pensi cge queste persobe che vanno a lavorare tutti i giorni, magari lontano da casa, reputino un peso dover pagare di più perchè il loro orario di lavoro impone di prendere i mezzi a quell’ora? Non penso che si debba fare un discorso sinistra/destra!

        • Certo che penso sia un peso, ma chiedo, è un peso veramente infattibile, o è un piccolo sacrificio che non si ha voglia di fare? La risposta è, nel 90% dei casi, la seconda. Per il 10% mi spiace molto per le loro ristrettezze economiche.

      • Scusa gianpaolo io pago esattamente 50 euro al mese per andare a lavorare……ti sembra che 50 euro al mese siano pochi???secondo te quanti ne dovremmo pagare 100?me li dai tu?me le paghi tu le bollette di casa????complimenti per la solidarieta’ ai tuoi concittadini!

      • Io prendo la metro 5 giorni alla settimana per andare a lavorare, e quindi sempre nell’ora di punta.
        Quindi 1 euro in più al giorno.
        Per 20 giorni lavorativi al mese fanno 20 euro in più al mese.
        Per 12 mesi all’anno fanno 240 euro in più all’anno.
        Togli le ferie, facciamo conto 200 euro in più all’anno.

        Me li dai tu ?

        Aumentare il prezzo dei biglietti nell’ora di punta è solo un modo per fare cassa, che lo ammettano e basta.

      • Ma smettiamola di parlare di comunisti e fascisti !!!! pensiamo un pò a trarre il meglio del pensiero di ognuno e mandare avanti un paese che si sta sgretolando sotto i nostri piedi !!!

        Questo si che è ridicolo … parlare ancora di comunisti e fascisti !!!

        Se poi per te, 50 cent in più a corsa nelle ore di punta non è nulla, allora vuol dire che stai molto bene economicamente … ! i conti sono subito fatti: 50 cent a corsa vuol dire almeno 2 corse al giorno e quindi 1 € … a fine mese quindi 20 € … !! calcoliamo quanti sono i cittadini che usano i mezzi pubblici e vedi la cifra che la società recupera in un mese … ! vediamo poi cosa si farà per migliorare il servizio, dato che solitamente un aumento dei costi dovrebbe voler dire un miglioramento del servizio offerto.

        Poi chi ha parlato di controllare scrupolosamente tutti i biglietti, hai pienamente ragione. Il paese va male proprio per questi motivi … perchè troppi italiani cercano di sopravvivere e tirare a fine mese, evitando di pagare cose banali che finiscono sempre per pesare nuovamente sulle nostre tasche !!!

        • LOL, non è che io sia particolarmente benestante, non più della media dei milanesi, ma so fare dei piccoli sacrifici se mi sono richiesti. Smettetela di dire vaccate, il problema non è questo o quello, il problema è che le persone non sono disposte a fare il benché minimo sacrificio che gli viene chiesto (ipotizziamo 50 cent, ma sarà sicuramente meno). Quanti di questi scandalizzati signorucci milanesi si bevono 4 caffè fuori casa? Quanti fumano? Quanti si concedono determinati lussi e poi si lagnano che non arrivano a fine mese? Volete veramente farmi credere, VERAMENTE, che non riuscite a tagliare una decina di euro al mese in altre futili spese? Se ci viene richiesto facciamolo senza pedanti e ridicole lagnanze popolari. Credetemi, con 1000 euro si arriva a fine mese a patto di fare sacrifici. Basta bere un caffè di meno al giorno al bar e il gioco è fatto.

      • Parafrasando all’incontrario i suoi interventi da ultras più realista del re, se Lei è così contento delle misure del “Genio Pisapia” perchè al posto di consigliare di aprire il portafoglio ai Milanesi per quelli che Lei considera pochi spiccioli dando dei barboni e pezzenti a gente che ha tutto il diritto di lamentarsi, non dà Lei l’esempio donando completamente i suoi averi alla Giunta così si che loro ne faranno parsimoniosa gestione……
        Quanto ai caffè ed i risparmi , egr.Giampaolo ognuno è libero di gestirli a modo suo, il suo concetto di Democrazia e libertà è tipico delle persone liberticide che per imporre o legittimare i diktat della classe governante s’inventano fantomatiche distorsioni negli usi e costumi da parte dei cittadini i quali vengono trattati come deficienti incapaci di badare a sè stessi.
        p.s. scritto da uno che non prende neanche un caffè al giorno, va a piedi in centro, si risparmi quindi le sue lezioni da fintovirtuoso che qui c’ è gente che non ha tempo da perdere veramente con l’idiozia di certi provvedimenti.

    • Bè se queste sono le manovre per rilanciare milano penso proprio che questa amministrazione continuerà a starmi sul c…o! ma ti sembra una cosa sensata?!?!? aumetnare i biglietti negli orari di punta per scoraggiare la gente a prendere i mezzi pubblici in quelle determionate fasce orarie?!?!? ma stiamo scherzando?!?!? magari che la gente non è così scema da decidere liberamente di accalcarsi come pecore su quelle sudice carrozze?!?!? forse perchè è obbligata a prenderlo in certe fasce orarie! ma dove cavoli l’abbiam presa questi geni che ci sono all’amministrazione?!?!?!?

  1. Cioé: prima mega incentivazione dei mezzi pubblici perché le macchine inquinano, poi non va più bene e i biglietti costeranno di più nelle ore di punta?!?! Ma chi deve andare a scuola o in ufficio come può prendere i mezzi negli orari “non di punta?” Se sono orari “di punta” non sarà perché tutti i cittadini si danno appuntamento per fare shopping in Montenapoleone!! E’ pazzesco, siamo in mano a gente che non ha la più pallida idea della vita reale, sono allibito!! Vorrà dire che dirò al mio capo che arriverò al lavoro per le 15,30/16 del pomeriggio. Così non inquinerò e non peserò sul trasporto pubblico. AAARGH!!!!

  2. Per fortuna un giornale dove si può dire liberamente cosa si pensa: MA SONO IMPAZZITI??????????????? Ma cosa dobbiamo fare ancora per vivere in questa città?????? Ci stanno rendendo impossibile qualsiasi cosa, tra Ecopass, aumenti, blocchi, NON NE POSSIAMO PIU’!!!!!!!!!!!!!!!

  3. è assurdo, sono senza parole… cioè, se io devo andare in università alle 14.30 dovrei fare i km in bicicletta rischiando la morte nei tratti senza piste ciclabili?! NO GRAZIE!!

        • Allora: nel 2010 è stato siglato un accordo tra Comune e Atm in base al quale gli introiti della vendita dei biglietti Atm va dritto dritto nelle casse comunali! La vecchia giunta, però, non ha mai aumentato il biglietto e, se anche alcuni gruppi l’avevano proposto, l’aumento non era comunque mai stato deliberato. Appena salito Pisapia, il nuovo sindaco ha azzerato i vertici di Atm, ci ha messo su il suo uomo di fiducia Bruno Rota, e ha stabilito non solo il varo dell’aumento, ma di farlo anche del 50% in più! Quindi: chi ci guadagna da tutto ciò se non il Comune? Le casse di chi si riempiranno con i soldi dei poveracci che devono per forza prendere i mezzi per andare a lavorare e per andare in Università? La risposta è Comune & Pisapia.

  4. No, scusate, ma gli orari di punta non sono semplicemente gli orari di lavoro? Non è il mio caso (non prendo mezzi atm), ma io mi arrabbierei non poco a dover pagar di più un biglietto solo perchè esco quando tutti escono! Paghiamo il biglietto santo cielo! Prima di pensare di aumentare l’ecopass, bisognerebbe GARANTIRE alla popolazione l’alternativa e soprattutto INCENTIVARLA, e non SCORAGGIARLA. Roba da pazzi! Non gli son bastati i biglietti da 1€ a 1.50€… mi chiedo: non gli bastano per nuove carrozze?

    • Si certo ma ce la fai? E poi come fa povero pisapia a pagare gli immobili ai suoi amici! Poi i suoi amici lo prendono ingiro poverino!

      Siete un branco di stronzi vi dovete vergognare!

  5. Intanto il Comune ha appena acquistato 140 nuovissimi cartelli turistici alla modica cifra di 750.000! Dico, 750MILA EURO per una cosa completamente inutile!!!!! E’ un insulto, non fanno che vessare lavoratori e studenti… e questo sarebbe il Comune che finalmente difende le fasce più deboli?????? VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA!

  6. Risiedo nella Cerchia. Possiedo un diesel Euro 3. Non so andare in bicicletta. Il mio orario di lavoro inizia alle 9 e finisce alle 18,30. Oh cavolo, mi sa che dovrò cambiare città: a Milano chi è nelle miei condizioni non ha più diritto a nulla. Grazie.

  7. Ma questa gente spietata si rende conto che gioca con la vita delle persone????? Ho le lacrime dalla disperazione, sembra che giochino a Monopoli intanto la povera gente si ammazza per pagare tutti i conti del mese con stipendi da fame, e gli aumenti più pazzi non smettono mai!!! Ora pure la penalità a chi prende l’autobus x andare a lavorare, ma vi rendete conto!?!?!!? Sembra una barzelletta, una brzelletta crudele raccontata da chi indossa completi da 2000 euro e gira tranquillo in auto blu. Maran ha 31 anni e, indipendentemente dall’età, non ne sta beccando una! BASTA, vi prego, non ne possiamo più. Basta prenderci i soldi dalle tasche in ogni modo, ci servono per comprare da mangiare, non bottiglie di Champagne. Ci servono per pagare l’affitto, non per andare a sciare a Saint Moritz. Ci servono per vivere. Loro ci stanno facendo morire.

    • Mi dispiace vedere la gente così. Queste sono le conseguenze del socialismo estremizzato e delle lobby.

      Frustrarsi è inutile trova una soluzione. Se non è possibile sacrifica qualche cosa. Non perfora te stessa.

  8. Non credo che mettersi a “urlare” qui serva molto… comunque mi sembra un provvedimento in contraddizione con tutti gli altri, così non riusciranno a progredire in nessuna direzione. E le vie appena fuori dalla ZTL saranno più trafficate che mai. Sarei disposta ad accettarla solo come misura di emergenza, per un periodo di tempo breve, con una scadenza ben precisa e garanzie che i soldi servano a potenziare il trasporto pubblico per tornare ad una situazione sensata.
    C’è anche da dire che non si è fatta menzione degli abbonamenti: non dimentichiamo che non sono stati toccati dagli ultimi aumenti, e sono stati resi più accessibili (under 26 anche ai lavoratori, non più solo agli studenti). E’ possibile che l’impatto sugli abbonati, e quindi su chi prende i mezzi regolarmente, per andare al lavoro o portare i figli a scuola o qualunque altro motivo, non sia poi così insostenibile.

    • Scusa Paola ma la proposta non ha senso di esistere in linea di principio. ATM in accordo con il Comune ha aumentato il costo del biglietto, non per tutti ma lo ha fatto. Adesso che a Milano c’è un problema d’inquinamento, con il blocco delle auto euro 3 le persone che saltuariamente utilizzavano la macchina (euro 3) per fare la spesa, le commissioni in centro e altro, si vedranno aumentare il biglietto nell’orario di punta, che poi è l’orario di uscita per chiunque voglia fare 3 uffici a Milano. Quindi chi ha un euro 3 è automaticamente penalizzato: stiamo parlando di 20mila persone nel solo centro di Milano. Chi ha un euro 3 e si vedrà costretto ad usare i mezzi e, se questa genialata passa, sarà ancora più penalizzato. La domanda è: ma organizzare prima i trasporti e poi avviare la riforma dei costi degli stessi, non è più produttivo, anche a livello sociale, che calare dall’alto delle regole penalizzanti? Due figli 2 scuole dove portarli, cosa faccio visto che devono essere alla stessa ora in aula? Ma ti rendi conto di quello che scrivi?

      • Gianluca perdonami ma credo che il commento di paola non sia del tutto insensato. Se una persona utilizza i mezzi pubblici per motivi reali di lavoro/scuola/università ecc, avrà certamente un abbonamento (che a quanto ho capito non subirebbe aumenti in relazione all’aumento del singolo biglietto per fascia oraria). di conseguenza si vuole incentivare la gente che utilizza i mezzi pubblici occasionalmente a non prenderli in orari di punta. detto ciò, concordo pienamente sul fatto che sia necessario riorganizzare il sistema dei trasporti (in modo da renderlo quantomeno decente) prima di trovare espedienti per invogliare la gente a sfruttarlo nel migliore dei modi.

  9. basta mettere più controllori (che con il prezzo di un vagone in più su una tratta se ne pagano 1000 letteralmente) e vedi che tutti quelli a zonzo sui mezzi pubblici a gratis (il 70% che li occupano) se ne vanno a piedi. la 90/91 se salissero i controllori rimarrebbero 5 persone su 50 a quasi tutte le fasce orarie

  10. Chi nella propria vita ha viaggiato ed è stato all’estero non si lamenterà di questo provvedimento. Chi conosce solo la realtà italiana e in essa si è coccolato per tutti questi anni si lamenterà. I mezzi pubblici a Milano funzionano e coloro che SOLO ora iniziano ad usarli hanno comportato un investimento nei mezzi pubblici minore di quello che sarebbe stato possibile se avessero sempre preso i mezzi pubblici e pagato il biglietto (più incassi, più mezzi, più vagoni, più corse etc etc). Conclusione: chi si lamenta si lamenta verso se stesso che non ha nel suo passato prossimo una socializzazione al mezzo pubblico.

    • Cara Alice, io ho viaggiato parecchio, e in capitali come Berlino, Parigi, e in qualunque città degli stati uniti i biglietti costano uguali INDIPENDENTEMENTE dalla fascia oraria, funzionano molto meglio dei nostri, costano poco e tutti li pagano. Non so dove sia stata tu, probabilmente hai viaggiato in taxi.
      In ogni caso la gente ha diritto a cambiare le proprie abitudini ed usare di più i mezzi pubblici ora che è stata sensibilizzata contro l’inquinamento. Ma probabilmente sei solo una delle tante persone fisse su una posizione politica che invece di valutare un provvedimento per quello che è si schiera s prtescindere per la parte per cui ha votato.

      • cara alice, a berlino i mezzi pubblici costano 35 euro a settimana con lo sconto studenti per le tre fasce di zona quindi periferia seria, 26 se sei già entro la fascia B. a parigi un giornaliero costa 5 euro?
        poco? no tanto, ma il servizio c’è

        in ogni caso non è un provvedimento serio, farebbero prima a chiedere un versamento diretto ai cittadini per migliorare istantanemente il servizio e poi restituire i soldi in lungo periodo con agevolazioni e sconti

        • E’ naturale che tutto vada anche rapportato alla zona e agli stipendi. Parliamo di Parigi. E in ogni caso non variano a seconda della fascia oraria. I settimanali poi, tanto più i giornalieri, sono per i turisti in genere, quindi è naturale che costino di più. Bisogna starci per un po’ in un paese per valutare davvero i costi.

    • non so quante mail ho già mandato di protesta, aumento del biglietto e linea 1 che funziona malissimo, sarebbe ora di fare lo sciopero del biglietto, ci stanno prendendo in giro….! Maran non si panichi lei sei per colpa del metro’ che salta fermate o sta fermo 5 minuti ogni fermata, arriva in ritardo al lavoro nonostante anticipi l’uscita da casa di 20 minuti!!!!! Gli interventi tecnici che continuano a propinarci con gli annunci dovrebbero farseli al cervello! Ripeto bisognerebbe in massa iniziare a entrare in metro’ senza pagare con i cartelli “adesso fermateci tutti!!!!!”

      • Hai ragione , Laura, infatti tempo che succederà proprio questo… la gente non pagherà il biglietto piuttosto che pagarlo così alto e si ritroveranno con ancora meno soldi…

      • Chapeau all’intelligenza e allo spirito civico!

        Su, semttiamo di pagare anche quella miseria che costano i biglietti ( ricordiamolo ancora: a milano con 30 euro compro un mensile, a Parigi un settimanale, a berlino neanche quello): mi sembra il modo migliore per ottenere dei miglioramenti.

        Sicuramente il sistema di mobilità cittadina fa acqua da tutte le parti: ma forse se i cittadini mostrassero un po’ di rispetto per le regole e di spirito comunitario sarebbe un bel passo avanti.

  11. “Leggo le preoccupazioni di molti di voi sul tema delle tariffe differenziate di cui si parla oggi sui giornali. Per quanto mi riguarda l’argomento non è all’ordine del giorno. Siamo invece concentrati su come migliorare la qualità del servizio, a cominciare dal sistema di segnalamento che necessita di rodaggio, l’onda verde della 90/91, le nuove telecamere sulle preferenziali, le future preferenziali.” Questo è ciò che risponde Maran. Quindi non impanichiamoci per nulla…

    • Mi sembra giusto. Grazie Maran, hai ragione: non dobbiamo “impanicarci” adesso soltanto perché Palazzo Marino sta valutando questa folle, allucinate, inscredibile proposta. Del resto questa Amministrazione tra Ecopass, blocchi del traffico, domeniche a piedi, aumenti del biglietto del 50% e tutto il resto, si sta dimostrando così ragionevole! Ragionevole anche in questo sopradescritto ragionamento: non agitiamoci, dunque, è così bello prendere 1200 euro al mese e vivere con una spada di Damocle sulla testa! Grazie mille Maran.

    • Ha si le nuove preferenziali per la 90/91, quelle che hanno eliminato qualche migliaio di posti auto che erano disponibili per chi abita in zona (gratis) ora sostituiti con stridce blu a lato carreggiata (a pagamento).

      Fantastici, sentite avrei una tartaruga palustre che non fa nulla e credo si annoi, posso proporla come nuovo assessore?

  12. Quelle non credo siano di sua responsabilità. Ad ogni modo l’argomento non è all’ordine del giorno. e speriamo non lo sia mai. Diamo tempo alla giunta di fare meglio che può. Per ora le tariffe sui bus hanno iniziato a considerare non solo gli studenti ma anche i giovani che lavorano oltre che le famiglie con 4 figli (le tariffe di abbonamento sono davvero competitive) e pure gli autobus son stati potenziati (almeno la 61 linea che prendo abitualmente e che sino a un anno fa era al limite del fantascientifico). Ottima pure l’idea del biglietto giornaliero ad 1.50 per le domeniche a piedi, non scordiamocelo.

    • Caro Marco, il tuo “credo non siano sue responsabilità” mi fa quasi teneramente sorridere. E di chi dovrebbe essere la responsabilità di far installare le preferenziali per i mezzi pubblici, se non dell’assessore alla Viabilità? Forse non sai che tutto il quartiere ha dichiarato guerra al provvedimento, che oltre eliminare progressivamente 1.000 posti auto sta affossando il commercio della zona? E i cantieri, ti informo, dureranno 2 anni. Nonostante tutto, il nostro beniamino Maran ha continuato sereno con il suo progetto, esattamente come sta facendo ora con i suo folli propositi da 31enne ciclo-maniaco completamente avulso dalla realtà di chi deve vivere con 1.200 euro al mese, con famiglia e mutuo al seguito. Dici che dobbiamo dare tempo a questa Giunta? E’ su da 6 mesi e sta vessando i cittadini con blocchi del traffico completamente insensati, aumenti Irpef ai danni delle fasce più deboli, i residenti nella Cerchia proprietari di Diesel Euro 3 saranno obbligati a cambiare auto, i biglietti ATM sono stati aumentati del 50% eccetera eccetera. E in tutto questo, dovremmo accontentarci di un biglietto unico durante le domeniche a piedi che i dati Arpa, tra l’altro, hanno attestato non servire a nulla? Ci sono poi i tagli che il Comune ha apportato alla Polizia locale (6,5 milioni di euro), all’illuminazione pubblica, ai disabili, alle case popolari… Ottimo anche questo? Ah dimeticavo, effettivamente una cosa fondamentale per la città l’hanno fatta, è vero: l’acquisto di 140 cartelli turistici ultratecnologici (e che probabilmente finiranno a pezzi durante la prima proiezione di Champions su mega-schermi in Duomo), alla trascurabile cifra di 750MILA euro. Voglio dire: 750mila euro!!! Ma sempbra possibile?! Magari sarebbe stato meglio investirli nel trasporto pubblico ed evitare porcate di questo genere ai danni di chi va al lavoro o chi va a scuola…. no? Forse, però, chi non lo vuole ammettere è solo così cieco da accettare qualsiasi decisione del partito. Beata ingenuità che concorrerà a distruggere la vita di chi abita a Milano.

    • Ah pardon, chiedo scusa: dimenticavo la proposta del mese scorso, formulata da Luca Gibillini, consigliere comunale di SEL (partito di Pisapia), di creare abbonamenti ATM a tariffe particolarmente agevolate PER I CLANDESTINI. Come commentare una cosa del genere? I milanesi, stranieri regolari compreso, subiscono l’aumento del 50% e forse questa nuova follia degli aumenti durante le ore di punta, e chi è clandestino (e mi spiace dirlo ma per antonomasia proprio il biglietto non lo paga) dovrebbe avere trattamenti agevolati ad hoc? “Non scordiamocelo” anche per questa questione, caro Marco….

  13. Certo, noi per divertimento ci alziamo alle sei e mezza e intasiamo i pullman solo per divertimento! ma che cazzate!! che li facessero un po’ funzionare sti cervelli!!

  14. ma va bene così!!! almeno la gente prenderà lo stesso la macchina, pagherà i 5€, e gli ambientalisti romperanno le palle lo stesso!!!

    io sono contento. questo sindaco sta SCONTENTANDO TUTTI. che c’è di meglio? lui e la sua giunta cadrà prima.

    fate fare ste cappellate a Pisapia… lasciatelo fare!!! prima cade e prima si torna alle urne

  15. Certo, se da fastidio che chi ha di più paghi di più… Allora siamo messi bene.
    Forse erro, ma mi è sembrato di capire che la giunta Pisapia fino ad ora sta andando nella direzione giusta… E così chi più “inquina” più paga :)

    • Ma dove? chi va sui mezzi ATM cosa dovrebbe inquinare? niente, eppure pagherà circa lo stesso prezzo del ticket per entrare. Ragiona: ora è 1.50 andare e 1.50 tornare. quindi 3€.
      il ticket x entrare costa 5€.
      il biglietto ORA costa 3€, ma di sicuro costerà di più, almeno 4.50/5.00 tra andata e ritorno.

      ora mi dici con un provvedimento del genere come fai a far pagare di più chi inquina di più, quando chi usa i mezzi ATM non inquina?
      Tia potresti fare parte della giunta per Pisapia per come sei bravo coi numeri!!

  16. scusate posso fare una divagazione? nel parlare del carnet “omaggio” dell’ecopass dei residenti, Pisapia e Maran hanno detto che i residenti non incrociano le telecamere della zona Ecopass più di 40 volte l’anno, quindi il carnet è più che sufficiente.
    Ora vorrei capire come è stato fatto quel calcolo: se un povero cristo lavora fuori dalla zona ecopass però a rigor di logica, ci deve passare almeno 300 volte.
    ma per loro no.
    solo 40 volte.
    quindi tutti quelli che vivono nell’area ecopass, lavorano TUTTI dentro la cerchia? geniale.
    oppure forse voleva dire che lavorano 40 giorni l’anno. si, forse questa è la più plausibile.
    Quindi, torniamo a noi: da due che non sanno fare neanche i calcoli di quanti giorni ci sono in una settimana, e moltiplicarli per le settimane lavorative, vi aspettate un provvedimento intelligente e serio?
    Io me lo sentivo che ci sarebbe stato un provvedimento simile!!!! è in pura linea con la follia di tutti gli altri suoi provvedimenti.

    • un povero cristo che abita nella zona ecopass?!?!? ma stiamo dando di matto?!?! se fosse così tanto povero potrebbe vendersi la sua bella casetta in centro e prendersene una più adeguata al suo reddito in periferia!

  17. Fate come Pisapia e Maran!
    Usate l’auto blu!

    Oppure non dovete pagare i biglietti ATM dichiaratevi immigrati clandestini così pisapia vi regala l’abbonamento ATM

    • esatto! la soluzione sarà quella di sfruttare la proposta (Se approvata) di SEL della possibilità di fare un abbonamento senza documenti. così farò un abbonamento a nome “UGO ROSSI” residente a TIMBUKTU. andrò con l’abbonamento scarico, prenderò una multa, e la farò mandare a timbuktu a ugo rossi.

  18. com’è che bisogna incentivare l’uso dei servizi pubblici per non inquinare e ora invece non si incentivano più neanche quelli? No spiegatemi io 14 fermate in metropolitana (40minuti) (uscendo alle 7.30 del mattino), a piedi come pensate che me le faccia? torno che già devo uscire. Altro che maratona di new york.
    Iniziate a togliervi le auto blu e ad andare a piedi voi.

  19. amministrazione di pagliacci. già l’anno scorso con la benzina a 1,72€ presero d’assalto la metropolitana, con la polizia che bloccava gli accessi a Cadorna. e i giornali ovviamente non ne parlarono! xD

  20. Ragazzi nessun problema se siete dipendenti mettetevi in malattia! E non andate a lavorare!
    Un consiglio sul certificato medico fate indicare “esaurimento nervoso” così non avete l’obbligo di stare a casa
    dalle ore 10:00 alle ore 12:00
    dalle ore 17:00 alle ore 19:00

  21. Mi han fatto spendere fior di quattrini per un’auto GPL ed ora devo pure pagare l’ecopass? Se almeno servisse a qualcosa di più che rimpinguare le povere tasche dei nostri poveri amministratori…
    PS: c’è anche l’ATM l’usa per andare a lavorare, essendo impossibile trovare un parcheggio che non costi più della paga giornaliera…
    Paghiamo uno sproposito per l’ATM; paghiamo uno sproposito tra RCA, bollo ed ecopass; paghiamo per posteggiare l’auto e paghiamo anche per non usarla: a quando una tassa sulla carta igienica?
    O forse il nostro (VOSTRO) sindaco neoeletto sta pensando ad un salasso basato sulla percentuale di degrado raggiunto dall’area in cui si vive? Qui, gli zingari, la sporcizia, il senso di insicurezza sono diventati la norma…
    Un tempo ero fiero di esser venuto, per scelta, a vivere e lavorare a Milano; ora ne son tutt’altro che orgoglioso: che futuro offrirò a mio figlio?
    Mi sento schifato. E purtroppo impotente…

        • Ma è semplicemente assurdo è una discriminazione illegale nei confronti degli altri automobilisti; intanto tecnicamente non è vero che l’auto gpl e ibride sono così ecologici, il GPL addirittura ha valori di emissioni nettamente superiori anche con riguardo al particolato rispetto agli euro 4 e 5…..
          Secondariamente dal punto di vista giuridico se la tassa è congestion charge (traffico) anche le altre categorie di macchine non sono invisibili e creano traffico.
          La norma è palesemente anticostituzionale dal profilo fiscalistico del singolo individuo.

  22. Ma non l’ha detto Maran! Ma informatevi prima di scrivere gli articoli! Lo ha detto Rota e Maran si è subito dissociato. Questa scelta spetta all’Assessore e lui è contrario, ciò che scrive l’articolo non è assolutamente vero!

    • Se legge bene l’articolo, noterà che non è scritto da nessuna parte che la proposta sia stata fatta e/o approvata dall’assessore Maran. Al contrario: è sottolineato che si tratta di una proposta presentata “A” Palazzo Marino, non “DA” Palazzo Marino. Rispetto alla dichiarazione effettivamente rilasciata da Maran, e scritta tra parentesi proprio per distaccarla dal tema principale dell’articolo, è stata rilasciata da una regolare agenzia-stampa il 30-11-2011 alle ore 18.40. Per il resto, si usa il condizionale proprio perché nulla è stato deciso, ma soltanto proposto.

  23. Io vengo da fuori Milano.Lavoro di fianco al tribunale e faccio il rappresentante…sono OBBLIGATO a usare l’auto(diesel euro 5 cambiata apposta 3 anni fa,causa ECOPASS).
    La mia domanda magari è stupida:esiste una sorta di abbonamento annuale per accedere liberamente in centro?Sarei condannato sennò,ad acquistare TUTTI i giorni l’ecopass??
    Senza contare che….5 euro per entrare,5(almeno)per parcheggiare…devo pagare 10 euro al giorno per andare al lavoro??(pranzi e benzina esclusi).
    Ditemelo perchè è la volta buona che cambio città!!!

  24. Dire che sta giunta fa pena è dire poco! io faccio i complimenti a tutti coloro che hanno votato Pisapia & Co.
    La cosa però più grave, sta nel fatto che molti non hanno votato la Moratti (senza comparare il suo programma con quello degli altri), perchè del partito di Berlusconi.
    Ecco cosa succede a votare per esclusione!!

  25. che stupidità: il sindaco non ha capito con che città ha a che fare, complimenti a coloro che l’han votato e che paghino anche per me l’ecopass, visto che ho cambiato l’auto appositamente!

  26. Cialtra chi scrive!! Il c.d. provvedimento presentato da non si sa chi a non si sa cosa, altro non è che una proposta fatta la presidente di ATM Rota, e rilanciata dall’ad di Trenord Biesuz. L’assessore Maran si è detto disponibile al confronto, che è ben altra cosa dal dire “si farà”. Controllate quello che scrivete, oppure se fate campagna per l’opposizione dichiaratelo: è un fatto deontologico.

    • Se legge l’articolo con un minimo di attenzione noterà che non è scritto da nessuna parte che Maran abbia accettato la proposta o l’abbia formulata in prima persona. Inoltre, è chiaramete scritto che l’iniziativa è stata presentata “A” Palazzo Marino e non “DA” Palazzo Marino. Terzo: non è neanche mai utilizzato il termine “provvedimento”, ma sempre “proposta”, contestualizzata al condizionale proprio in quanto nulla è stato deciso. Quarto: che la proposta sia stata presentata all’Amministazione comunale non è un’opinione, ma un fatto concreto ed indiscutibile. Proprio come tale è stato presentato, con la relativa possibilità rivolta a tutti i cittadini di commentarlo liberamente, con pareri favorevoli o contrari. Nessun commento, infatti, è stato censurato: il nostro giornale dà voce ai cittadini e, a differenza di tante altre testate ben più blasonate, non prende alcun genere di contributo e/o “aiuto” o quantaltro da NESSUNO, né partiti né politici né simpatizzanti appartenenti ad alcun genere di fazione. La deontologia, quindi, è perfettamente rispettata. L’assesore Maran, pure e così anche i cittadini. Rispetti di più lei, invece: insultare dando del “cialtrone” non è un metodo di comunicazione né costruttivo né civile.

      • Tralasciare gli elementi fondamentali di una notizia, invece, immagino sia un metodo di comunicazione ammirevole. Leggo bene l’articolo, e di una risposta di Maran non vedo traccia, così come di una proposta di Rota o Biesuz. Ma per quale ragione non viene detto che l’ha presentata Atm? Una proposta politica è ben diversa che da una proposta industriale. Eppure a leggere il pezzo poteva benissimo averla fatta sia Atm, sia un consigliere, sia il sindaco, sia l’assessore, sia un passante o persino il redattore amico dell’omissione. Il “chi”, nel leggere, nell’informare e anche nello scrivere, tendo a cercarlo. E se manca ravviso un errore. Se il pezzo errato poi è firmato “redazione”, preferisco pensare a una cialtra in libera uscita, piuttosto che a una redazione che non rispetta le basi del mestiere. O peggio, che fa propaganda senza neppure dichiararlo, cosa che chiaramente mi/vi auguro vivamente non sia. In ultimo mi scuso per aver scritto provvedimento invece che proposta, è stato un lapsus. D’altro canto il mio non era un pezzo firmato, né pretendeva di esserlo. Era un commento pubblico. Cosa ben diversa.

        • Scusa Niccolò ma cosa non è chiaro nelle frasi: “Ieri sono state quindi presentate le tariffe Atm differenziate per fascia oraria….” e “Lo scopo, hanno spiegato i promotori a Palazzo Marino…”? Mi pare chiaro che l’iniziativa sia stata fatta da Atm al Comune.

        • “Una proposta politica è ben diversa che da una proposta industriale”. Ottimo. Solo una domanda: chi ha messo Rota al vertce di ATM? Pisapia. Devo aggiungere altro?

        • Qualsiasi giornale decide se far firmare o meno un articolo. Corriere, per fare il più banale degli esempi, nell’edizione digitale scrive “Redazione online”. E comunque, grazie Pisapia che appena sei disgraziatamente salito in carica hai azzerato i vertici ATM mettendoci su una persona che ora ti porta su un vassoio d’argento tali ideone. Chissà come finirà la proposta dell’amico Rota all’amico Sindaco? Poveri noi. Sempre i poveracci a rimetterci.

        • Se ne parli, sei di parte perché ne parli. Se non ne parli, sei di parte perché non ne parli. La verità è che questa gente piuttosto che ammettere le …ZZate di Pisapia & Co si farebbe tagliare i piedi (per non dire altro). Ma va bene. W il sindaco e i biglietti aumentati in orario di punta! Allelujaaaaaa!!!

        • @Gianluca: l’iniziativa è stata fatta? Qui la confusione è semantica.. Comunque dire che sono state presentate le tariffe Atm per fascia oraria, non può portare a pensare che ci saranno davvero? Non era più corretto ed immediato dire che è stato proposto un nuovo piano tariffario, che prevede anche scaglionamenti orari?

          Agli altri: ma Pisapia è sto colpevolone? Cos’è fatte l’anti-berlusconismo inverso alla milanese? Ma basta con queste retoriche.. Che tristezza, gente! Che povertà dialettica!

        • Ad ogni modo il pezzo è stato aggiornato, quindi credo che non ci siano più dubbi in merito alla vicenda e alla reale portata della notizia.. Se poi la scusa è buona per lanciar freccette alla cieca, buon divertimento!

  27. Ma siamo impazziti?!?! Prima di tutto le persone che prendono i mezzi negli orari di punta sono principalmente lavoratori o studenti perciò sarà un po’ dura scoraggiarli a prendere i mezzi, non li fanno loro gli orari…. in secondo luogo vogliamo parlare del fattore inquinamento? Non si cercava mica di incentivare l’uso dei mezzi pubblici proprio per questo motivo? Inoltre non è assolutamente chiaro che se chiedi ad un milanese di pagare pur di continuare ad essere comodo, il milanese PAGA e non si scoraggia minimamente? Insomma l’esperienza ecopass è illuminante in questo senso. E chi non vuole pagare il sovrapprezzo del biglietto durante le ore di punta, poichè crede che sia una cosa inguista, semplicemente non lo paga (metro inclusa, nello stile “salto nelle barriere insieme ad un altro”… l’ho visto fare spesso!) e così aumenterà pure il numero delle persone che non pagano. Tutto ciò è assurdo!!

  28. ma state scherzando??
    perchè lo decido io di prendere il metrò alle 7 e mezza di mattina tutti i giorni?
    è ovvio che se esistono le ore di punta è perchè si lavora o si va a scuola!!
    invece di inventare scuse, mettete piu autobus -.-

  29. vi state solamente fasciando la testa prima di averla picchiata per terra. c’è scritto da qualche parte che il biglietto costi di più di 1.50 in queste fasce orarie?per quanto si sa di questa storia potrebbe anche invece essere incentivato l’orario pomeridiano (circa 13-16) con costi inferiori. prima di puntare il dito e criticare, informatevi per favore.
    P.S. pagate il biglietto e vedete come i servizi miglioreranno.

    • Ma hai capito di cosa stiamo parlando?!? Guarda che la genialata è proprio far pagare di più nelle ore di punta per obbligare la gente a non prendere i mezzi, dato che non ci sono abbastanza vagoni, tram e autobus per affrontare tutti quanti lasceranno (forzatamente) a casa l’auto, grazie al nuovo Ecopass. Sennò dove sarebbe il senso (malato) della proposta?!? Ad ogni modo certo, se tutti pagassero il biglietto magari non ci troveremmo in tale situazione. E se la smettessero di fare aumenti, magari alla gente rimarrebbero anche i soldi per pagarlo, il biglietto… di questo passo converrà prendere il taxi!

  30. un amministrazione seria dovrebbe mettere a disposizione dei cittadini dei servizi pubblici di trasporto che siano efficenti ed economici. in questo momento non sono efficenti e stanno diventando anche poco economici.

    se dovessero alzare ancora il prezzo del biglietto in base alla fascia oraria sarebbe uno SCANDALO. come se le persone potessero sempre decidere l orario in cui prendere i mezzi per spostarsi!!!!

    sulla questione dei mezzi pubblici sono molto delusa da pisapia!!!!!!!!!

  31. <<<<<>>>
    …eh si infatti.. se io devo andare al lavoro alle 9 con questo provvedimento sarò INDOTTA a prendere i mezzi allle “chissàquando”. certo.
    Immagino già la ressa che ci sarà..già adesso quando piove milano è impraticabile.. i metro sembrano carri di bestiame..anche le bestie stanno meglio, almeno respirano.. un bello sciopero dei mezzi dovremmo farlo NOI.
    spero che Milano scoppì a questo punto.
    siete pietosi e disgustosi. ma non vi vergognate nemmeno un pochino?

  32. Vorrei dire una cosa: io sono una studentessa universitaria che attraversa tutta milano per andare in bicocca! prendo la metro verde e il treno da garibaldi!
    Negli anni precedenti (quindi quando andavo al liceo!) prendevo la 50 tutti i giorni. Bene: da quando è cambiato il sindaco, di conseguenza l’aumento (N.B. = già in programma, ma senza decidere la % di rincaro!) del biglietto, NON ho più visto un controllore!!!!!!!! MAI!!!!!! la cosa mi stupisce, perchè avendo ascoltato attentamente le parole di pisapia durante la campagna, ricordo bene che aveva intenzione di aumentare i controlli per trovare i furbetti!!!!! Voi li vedete??? e PRIMA sulla 90/91 c’erano pochissimi rom!!! Ora ce ne sono più di prima, idem i furti! Ditemi voi!!!

  33. vabbe’…proveremo con tt le ns forze a collegare il cervellino di pisapia all’interno della sua testolina….sara’ moooooooooooolto difficile…d’altronde,c’e’ ki lìha votato…

  34. Cioè fatemi capire….

    dopo la fregatura dell’aumento del prezzo del biglietto dei mezzi pubblici,

    siccome quei deficienti che abbiamo a capo hanno deciso di aumentare l’ecopass e di far pagare una cifra allucinante per ogni ingresso in città,

    adesso vogliono anche disincentivare le persone a prendere i mezzi?

    Come se uno si divertisse a stare schiacciato come una sardina su mezzi pubblici che sono talmente sporchi e puzzolenti da prendere il colera !

    Il colmo è che ti fanno pagare di più se prendi il mezzo nell’ora di punta…ahahaha…chiaro, immagino che cambino anche gli orari di lavoro !

  35. Capisco il disagio per molti, anche se non mi tocca. Sono una studentessa e uso solo mezzi pubblici/bicicletta.
    E se tutti facessero l’abbonamento? Ognuno sarebbe libero di prendere i mezzi quando vuole, sempre allo stesso prezzo.
    Forse è a questo che si cerca di arrivare… Se una persona possiede l’abbonamento è pure più propensa ad utilizzarlo spesso (“l’ho pagato, lo voglio usare il più possibile!”).

  36. Ma si qual è il problema tanto siamo tutti ricchi come quei pezzi di m…. giusto?!?
    Hanno rotto le palle con ste prese in giro, come se gli importasse qualcosa, basta che hanno i soldi che gli escono dal c… e sono felici, se ne fregano dei comuni mortali come noi. Tanto loro hanno delle bellissime macchine che non guidano manco ma hanno l’autista, che cavolo gliene frega dell’aumento dei costi dei mezzi di trasporto? Loro mangiano e si soddisfano quando cavolo vogliono. Siamo noi quelli che ci rimettono, la crisi la sentiamo SOLO noi non loro. SE solo diminuissero il mega stipendio che prendono 200 pullman in più si potrebbero usare!!!!

  37. Io da settembre vivo a Londra…i prezzi ovviamente sono più alti..l’autobus 2.20 £ la metro4£…uno sproposito.
    Ma
    1.c’è una tessera per cui paghi5£che poi ti verranno restituiti la quale fa sconti sui prezzi..l’autobus diventa1.60 la metro2.20..la tessera può farla chiunque.
    2.c’è la tessera studenti che fa gli stessi sconti dell’altra nei giornalieri ma più sconto nei settimanali e mensili
    3.i mezzi funzionano,ci sono autobus 24ore e notturni e il biglietto puoi farlo sul mezzo
    4gli autobus sono tutti doppi

    Se invece di alzare i prezzi si limitassero ad esempio al controllo del biglietto
    quando si sale già migliorerebbe,secondo più corse o almeno quelle che sono scritte negli orari e con mezzi più grandi.
    Mi sembra assurdo dover pagare di più negli orari di punta..e non è un modo per far si che la gente vada a piedi..i mezzi saranno pieni allo stesso modo ma con gente più scontenta.

  38. risposta a Maperfavore….hai ragione e’ una giunta ke sta’ sul xxxxx…ma d’altronde l’ignoranza di alcuni milanesi ha portato a tt cio’….sai com’e’,dovevate (a parole) difendere le categorie minori(studenti,operai e impiegati)..siete sempre gli stessi,nn cambierete mai !!!!!!!!!!

  39. E con quali parole caro alfieri? Io posso anche prenderli dai capelli e urlargli in faccia tutto quello che penso ma dopo? SE NE FREGANO. E per favore smettetela con sta storia di Pisapia, anche se ci fosse stato un altro le cose non sarebbero cambiate, quindi non cercate di incolpare altri a causa di una GIUSTA frustazione. ;)

  40. Che vergogna, la soluzione non è continuare a cambiare le leggi ma fare funzionare le cose che già ci sono… PRIMA dovrebbero migliorare il sistema di mezzi pubblici e POI aumentare l’ecopass o qualunque altro incentivo a muoversi sui mezzi.

    Per quanto riguarda il sistema di differenziazione dei costi, secondo me dovrebbero aumentare solamente agli anziani e a chi non ha stretta necessità di muoversi nei momenti di punta. Non ne possiamo più noi studenti e lavoratori di prendere autobus strapieni di gente che alla mattina potrebbe starsene benissimo a casa propria o impiegare qualche minuto in più e andare a piedi…

  41. Mi chiedo se si è presa in considerazione l’eventualità di nuove piste ciclabili vista la pericolosità della viabilità in bicicletta, soprattutto in giornate di nebbia. Sono molto d’accordo sul deterrente per non usare le macchine e sul non affollare il mezzo pubblico ma dove sono le alternative?

    • Io vedo come alternativa al non usare le macchine il mezzo pubblico. Se poi non lo si vuole affollare non rimane che aumentare il traffico dei mezzi pubblici. In particolare di quelli di superficie, dato che la metro ha già il suo gran da fare.
      Altrimenti torneranno tutti alla loro bella macchinina con il seggiolino sotto le chiappe.

  42. Ma è uno scherzo??? già 1,50€ è tanto.. adesso dicono questa stronzata che fanno questo in modo che i cittadini siano indotti a prendere i mezzi anche durante gli orari meno affollati della giornata…che cavolo vuol dire..se le persone lavorano al mattino e devono entrare alle 8:30 a lavoarere mica si può prendere i mezzi alle 11 del mattino.. tutto costa di più, ma il salario no!! questo è solo per far pagare di più la gente..ormai si paga anche per l’aria che si respira…ecco questo è il vero motivo..non sapete come togliere più soldi ai cittadini.

  43. Potrei riempire 200 righe di post con una serie di motivazioni per cui questo è: ingiusto, sbagliato e fallimentare.

    Mi limito a dire: Bruciamo Pisapia.

    • Ingiusto…cosa? Un fatto che non sussiste? La voce inventata dall’anonimo scrittore? Non c’è una notizia nell’articolo se non ecopass a 5€ (personalmente giusto).

  44. Più che aggiungere carrozze, potrebbe aumentare il traffico dei mezzi di superficie. Se questi poi non vengono usati, diminuirli di nuovo. Non ha senso cercare di manipolare gli orari delle persone che evidentemente vi sono vincolate.

  45. … è semplicemente una truffa così come l’ecopass…
    prima ci hanno obbligato o quasi a demolire la vecchia auto per una euro 4 e ora mettono pure l’ecopass (e i residenti solo 42 permessi è veramente vergognoso e secondo me ingiusto… chi lavora fuori milano come fa? si alza alle 5 e torna alle 10 di sera?)
    senza contare l’aumento dei costi dei biglietti (1,50… quando una volta erano 1000 lire)
    è un continuo succhiare soldi… certe zone di milano è vero sono impraticabili ma volete farmi credere che è colpa delle auto l’inquinamento? per piacere…
    la colpa è dei cantieri inutili… dei riscaldamenti e di una cattiva gestione del traffico e delle strade
    senza contare che l’atm è in fallimento e che i suoi mezzi fanno schifo e che non riuscirà a coprire la richiesta di tutte le persone…
    quindi caro comune… prima di fare le cose assicuratevi di poterle mantenere… dato che le metro sono sempre rotte… sono sporche sono obsolete i gli autobus sono in ritardo in continuazione…
    è uno schifo e presto vi accorgerete che la situazione non la potrete reggere
    vergogna

  46. Il problema traffico non è risolvibile con queste proposte.
    Se domani l’ATM sarà sempre: puntuale, puluita, con mezzi che mi consentiranno di salire con un passeggino, funzionante anche nei giorni di sciopero ( e basta con sti scioperi…) allora lascerò il mio mezzo inquinante a casa…anzi lo venderò e credo che come me lo farebbero molte altre persone.
    Sono anche disposto a pagare di più il biglietto ma dammi un servizio serio, moderno e puntuale! P U N T U A L E!!
    Il problema va risolto alla radice…basta chiedere soldi per non avere nulla in cambio Basta!!!

  47. non capisco, chi è che lo fa apposta a prendere la metro all’ora di punta? solo chi è costretto lo fa.. I negozi aprono tardi.. Non penso che alle 8 la mattina se si paga di più la gente decida di arrivare più tardi al lavoro.. Poi no nsaranno i centesimi in più o in meno a scoaraggiare l’utente occasionale.. ora che aumenteranno il prezzo dell’ecopass, ci sarà l’assalto ai capolinea (come è successo ai tempi della sua introduzione) e soprattutto nelle ore di punta i treni saranno più pieni.. Sì, ci sarà qualche residente milanese che magari appenderà l’abbonamento al chiodo e userà la bici.. ma quanti saranno? ma dai, la bici a milano? è un suicidio.. Le leggi della fisica comunque non si cambiano: 1 treno porta un certo numero di persone.. Leggendo il titolo di questo articolo avevo pensato a dei prezzi più equi, invece vedo che si vuole sfruttare come al solito sulle cose di cui il cittadino non può fare a meno.. Le tariffe al massimo andrebbero differenziate in base al percorso. Uno che fa 4 fermate paga come uno che fa da un capolinea all’altro.. Però chiaro non è l’equità che interessa ai sindaci..Infine dico solo: per fortuna abito in provincia e lavoro a cambiago.. Ormai tutti i servizi aziendali (commercialisti, notai, banche ecc..) li sto scegliendo a bergamo piuttosto che a milano.. Dal lavoro ci arrivo in mezz’ora anche nell’ora di punta, non ci sono auto fuori posto, non ti viene l’esaurimento ogni volta che ci entri.. Certo strapago il parcheggio, ma almeno non subisci maltrattamenti ancora prima di arrivarci..

  48. A mio parere prima di scrivere tutti questi commenti dovreste informarvi bene. Chi ha scritto l’articolo ha omesso 1 particolare fondamentale ed ha chiarito poco da chi e’ arrivata la proposta.
    La proposta e’ di ATM, azienda privatizzata che non fa parte del Comune di Milano. İl Comune non ha ancora neanche letto questa proposta.
    İl “dettaglio” e’ il seguente : la proposta non e’ quella di alzare i costi nei periodi di punta ma di abbassarli nei periodi in cui si usa meno. Come vedete il senso della proposta cambia totalmente.
    Chiarito bene questo punto mi sentirei di ribadire una cosa : l’ATM E’ STATA PRİVATİZZATA nel 2003 quando ALBERTİNİ era Sindaco di Milano, quindi l’attuale Sindaco la giunta ecc ecc non c’entrano una beneamata mazza, cerchiamo di non scrivere commenti a caso e di non creare polemiche inutili.

    • Allora: Rota ha esposto il programma DENTRO a Palazzo Marino, DAVANTI a consiglieri ed Assessori. Era la presentazione del “pacchetto natalizio” di Atm e la peculiarità è proprio quella di ALZARE i costi nelle fasce di punta, al fine di indurre i cttadini a NON prendere i mezzi pubblici, poiché la rete non è strutturata per accogliere l’afflusso derivato dall’attivazione del nuovo Ecopass (rispetto al quale comunque sono state raccolte 25mila firme di PROTESTA). In tutto ciò, è vero che ATM è stata privatizzata, ma chi è stato che appena eletto ne ha azzerato i vertici per mettere su Bruno Rota, in quanto persona di sua fiducia? il neo sindaco di Milano, Giuliano Pisapia. E a chi ATM ha proposto la genialata? al sindaco di Milano, Giuliano Pisapia. E cos’ha detto il presidente di ATM dopo aver presentato il pacchetto? Ha detto: “Io ho proposto, ma è Pisapia che deve decidere”. E chi è quindi chi è il grande burattinaio della faccenda? Oh, che strano: sempre PIsapia.

  49. Elogiano tutti i servizi metropolitani di Londra dove le tariffe orarie maggiorate nelle fasce di maggior afflusso ci sono da tempo, è per evitare che chi può prendere i mezzi in altre fasce lo faccia…

    • Esatto!A Londra, Tokio e tutte le altre città straniere che hanno un sistema di mezzi veramente efficiente vi siete mai chiesti il perchè?Non esiste che non si paghi il biglietto, per prima cosa. A londra poi prendere la metro costa 5 EURO, e non 1.5. A Tokio idem e il sistema è PRIVATO..che significa?significa che ogni compagnia ha la sua linea, si paga il biglietto in base a quante fermate si fanno, non esistono abbonamenti veri e propri. Questi sono i motivi per cui sono così efficienti, i lavoratori però pagano da 80 a 150 euro al mese di abbonamento URBANO. Altra cosa, a Tokio nelle ore non di punta si alternano treni che fanno solo le fermate principali a treni che fanno anche le altre fermate. Io a Milano ho visto gente lamentarsi perchè c’erano da aspettare 10 minuti per il treno di Gessate. Onestamente sareste disposti ad affrontare tutto questo?In tutta sincerità, non credo proprio.

      • Ritardo medio dei trasporti a Tokio: 30 secondi.

        Il giorno che a Tokio un treno, un bus, una metro, ritarderà per più di 3 minuti il ministro dei trasporti in carica farà harakiri per la vergogna.

        Il parco mezzi di ATM prima che fosse privatizzato è stato pagato con soldi pubblici, no?

        Ma continuiamo pure a dar contro la realtà, continuiamo a far paragoni con città come Tokio con 12 milioni di abitanti o Parigi che ne conta 2,2 milioni. Tokio ha il servizio trasporti più efficiente del pianeta e Parigi ha qualcosa come 16 linee di metrò con 380 stazioni quasi H24. Riposiamo tranquilli noi che con 1,5 euro stiamo in coda ovunque.

        Parigi tariffe:
        Tariffe 2010-2011, aggiornate al 1º luglio 2011

        Biglietto singolo: 1,70 €;
        Biglietto singolo venduto a bordo degli autobus: 1,90 €;
        Carnet da 10 biglietti (tariffa piena): 12,50 €;
        Carnet da 10 biglietti (tariffa ridotta per i bambini dai 4 ai 9 anni compiuti): 6,25 €;
        Carta Paris Visite Adulte:
        zone 1-3: 1 giorno 9,60 €, 2 giorni 15,60 €, 3 giorni 21,30 €, 5 giorni 30,70 €;
        zone 1-5: 1 giorno 20,20 €, 2 giorni 30,70 €, 3 giorni 43,00 €, 5 giorni 52,60 €;
        Carta Paris Visite Bambini dai 4 agli 11 anni:
        zone 1-3: 1 giorno 4,80 €, 2 giorni 7,80 €, 3 giorni 10,65 €, 5 giorni 15,35 €;
        zone 1-5: 1 giorno 10,10 €, 2 giorni 15,35 €, 3 giorni 21,50 €, 5 giorni 26,30 €;
        Carta Mobilis (giornaliero):
        zone 1-2 6,30 €;
        zone 1-3 8,40 €;
        zone 1-4 10,40 €;
        zone 1-5 14,00 €.
        Ticket Jeunes Week-end
        zone 1-3 3,50 €;
        zone 1-5 7,00 €;
        zone 3-5 4,40 €.
        Forfaits Navigo, ex Carta Orange:
        zone 1-2: settimanale 18,85 €, mensile 62,00 €;
        zone 1-3: settimanale 24,50 €, mensile 80,30 €;
        zone 1-4: settimanale 29,80 €, mensile 98,10 €;
        zone 1-5: settimanale 33,40 €, mensile 109,90 €.
        Accesso Aeroporto Charles de Gaulle con il Roissybus
        Opéra < -> Aeroporto Charles de Gaulle 10,00 €.
        Accesso Aeroporto d’Orly con l’Orlybus
        Denfert Rochereau < -> Aeroporto Orly Sud 6,90 €;
        Accesso Aeroporto d’Orly con l’Orlyval
        Orly < -> Antony 8,30 €, ridotto 4,15 €;
        Orly < -> Parigi intra-muros 10,75 €, ridotto 5,35 €.
        La Carte Orange è stata ufficialmente eliminata il 1º febbraio 2009 per lasciar posto al Passe Navigo riservato a chi risiede e lavora nell’Île de France e al Passe Navigo Découverte che può essere acquistato da tutti, turisti compresi. Il Passe Navigo Découverte ha un costo di emissione pari a 5,00 €.

        Dal 1° luglio 2011 la Regione Ile de France è suddivisa in 5 zone tariffarie.

  50. Ma è assurdo tutto questo. E così chi usa i mezzi pubblici è svantaggiato, quanto chi usa la macchina, ma non è possibile iniziare a pensare a qualcosa di intelligente? Qui la crisi sta facendo uscire di testa la gente.

  51. siamo IMPAZZITI vero ?! al posto di incentivare l’uso di mezzi pubblici qui vogliono disincentivare?! ma siamo alla frutta , al dolce ed al caffè !
    Ma perchè questa gente non prova a vivere come gente normale per 5 giorni e poi vediamo ?
    Volete la rivolta popolare ? Complimenti ci state riuscendo benissimo ,ed allora sarà un piacere prendervi a calci in prima persona.

  52. ma è uno scherzo?
    i mezzi pubblici servono proprio per evitare di far usare la macchina e permettere la mobilità…ma se ne dissuade l’uso…a che cavolo serve??
    già costano troppo. 70 euro al mese per l’abbonamento mi sembra già abbastanza x uno studente

  53. Questa è l’initiava più assurda che abbia mai sentito, ma come si puo’ solo pensera di avere un’idea così ! Le persone che ci rimettono sono sempre i cittadini onesti, la cosa mi rattrista tantissimo, mi chiedo siceramente quando le cose in Italia cambieranno veramente.
    I tagli per spendere meno soldi a Milano e in Italia devono essere fatti nella classe politica, e nella camera dei deputati, ma non sul biglietto del TRAM dei cittadini, ma stiamo scherzando? La povera gente che tutte le mattine si sveglia per andare a lavorare ha degli orari fissi non ha scelta! Anzi bisognerebbe incoraggiare tutti quelli che prendono i mezzi publici per andare a lavorare, è solo in questa maniera che il tasso inquinamento cittadino diminuisce radicalmente. BASTA CON STE INIZIATIVE PACCO, VI PAGHIAMO PROFUMATAMENTE LAVORATE SERIAMENTE !

  54. Beh visto che non vuole modificare i mezzi pubblici Pisapia potrebbe fare un’ordinanza per cui le persone possono andare in ufficio all’ora che vogliono, e i datori di lavoro devono comunque pagarli in base all’ora ^__^

  55. possono dire quello che vogliono, la verità è che fa tutto parte di un sistema che mira a svuotare le tasche dei milanesi… vuoi andare coi mezzi per non pagare l’ecopass? e loro te li fanno pagare di più! ..prendi l’auto a GPL per poter entrare in centro? e loro fanno pagare l’ecopass anche alle auto ecologiche! nel frattempo non lo dicono ma colorano di blu tutti i parcheggia rimasti a strisce bianche. Che vergogna!

  56. Il bello è che se lo avesse fatto la Moratti sarebbero tutti scesi in piazza.Ora invece, visto che si tratta di una azione promossa da “quelli di sinistra”,si bofonchia un po’ ,ma visto che loro sono per il popolo e non per i ricchi borghesi, si finisce per accettare…Così va il mondo.

  57. Mi sembra un’iniziativa assurda, le ore di punta esistono semplicemente perché le persone sono COSTRETTE a muoversi alle stesse ore per il semplice motivo che devono tutti più o meno recarsi al lavoro/a scuola/all’università negli stessi orari… I mezzi dovrebbero essere adeguati, In metro al mattino alle 7 e 30/ 8 non si respira, è piena zeppa, così come i mezzi di superficie e noi utenti il biglietto lo paghiamo PROFUMATAMENTE specie ora con gli aumenti effettuati dalla giunta Pisapia… E la risposta qaul’è? Non solo essere stipati sui mezzi come bestie ma oltretutto pagare anche di più… Se uno deve raggiungere il centro di Milano dalla stazione di Sesto o da Rho o da altre zone periferiche cosa fa? Se la fa a piedi partendo la sera prima? Mi sembra assurdo!

  58. una milano piu verde con i soldi nostri.. fancazzisti del comune che vanno in giro in macchina, e fanno pagare tutto a noi.. non ci grattiamo mica.. non possiamo arrivare a lavoro quando ci pare e piace.. hanno messo qst ecopass da una vita, e i mezzi al posto di migliorare peggiorano.. sempre pieni e con conrse (in centro) ogni 15-20 se va bene.. inizia a far rispettare gli orari, a mettere piu corse e vedrai che i mezzi saranno meno affollati.. non ci vuoile un genio.. è che si vuole tutto subito.. non è facile.. stanno davvero esagerando.. oltrett se ci fosse un servizio decente noi milanesi li pagheremo pure i 50cents o euro in piu.. è qst che fa incazzare.. il servizio fa schifo!!

  59. Non stanno proprio così le cose:

    1) L’introduzione delle tariffe in base alla fascia oraria (per ora solo una idea) serve a recuperare i soldi persi a causa dei biglietti non timbrati (per cui si sta pensando di introdurre l’obbligo di obliterare anche all’uscita). Quindi non è vero che serve a scoraggiare la gente dal prendere i mezzi pubblici!
    2) Infatti il neo presidente dell’Atm vuole potenziare il numero dei mezzi e le frequenze, proprio per evitare il sovraffollamento.

  60. Boh io la trovo una cosa da idioti anche perchè certa gente va in giro con i mezzi pubblici perchè magari non può usare la macchina per problemi suoi. Io abito fuori milano e vado tutti i giorni all’università con i mezzi pubblici e se ho dei certi orari li devo rispettare e non posso fare altrimenti!Uno può andare in bici a milano se abita lì,ma non penso che ragazzi che arrivano da lecco,da bergamo o dalla svizzera(si xk c sono alcuni ragazzi che vengono qui a studiare dalla svizzera) possano venire tutti i giorni in bici. In più penso a quelle famiglie numerose(che seistono) dove i figli vanno ancora tutti a scuola e anche lì ci sono degli orari da rispettare. Non mi sembra giusto far pagare alla gente che lavora dei biglietti più costosi,mentre ai fancazzisti che girnano negli orari non di punta pagano il biglietto normale. Insomma siamo alle solite chi si fa il c… per portare avanti la sua famiglia ci smena,chi fa un c… vive da re….EH SI CARA VECCHIA ITALIA!Infatti ultimamente mi sto chiedendo perchè sto studiando e perdendo tempo che tanto qui chi non fa nulla vive meglio di chi ha studiato un casino!

  61. ECOPASS: scoraggiare le persone ad entrare a Milano con il proprio mezzo cercando di incentivare l’utilizzo del mezzo pubblico;
    TARIFFE ATM DIFFERENZIATE PER FASCE ORARIE per scoraggiare l’utilizzo del mezzo pubblico;

    PROPOSTA
    Perchè non mettere una tassa anche sull’utilizzo delle scarpe in modo da scoraggiare la gente ad uscire di casa?

    SE ANDIAMO AVANTI CON QUESTE CAZZATE (scusate il termine) NON CI RIPRENDEREMO MAI PIù DALLA CRISI CHE DILAGA ORMAI DA PARECCHIO IN QUESTO PAESE!!

  62. Mi sembra tutto molto folle.
    Non ho capito se questo vuol incoraggiare ad usare le auto ( e si parla tanto di smog e di inquinamento) per poter incassare una fee maggiore ( ecopass) e quindi in concomitanza con l’aumento del’ecopass aumentate anche i biglietti compliementi!! Come può un lavoratore o uno studente o un pendolare decidere di prendere i mezzi nella fascia diversa se deve rispettare gli orari?
    Se queste sono le idee supereremo senz’altro la crisi attuale facendo pagare sempre più tasse alle solite persone

  63. Vergognatevi non sapete come prendere soldi!!! pensate che l’inquinamento non si sposta? è questo che sapete fare? andate a lavorare invece che prendere in giro le persone, le stesse che che vi pagano lo stipendio
    E’ gia gli autubs vanno ad aria!!! tutto quello che fa il comune è legale!!! complimenti.. e poi in comune, porte aperte e caloriferi a manetta!!!
    BASTAAAAAAAAA Siete tutti uguali……VERGOGNATEVI

  64. E’ scandaloso!!!!!!!! Tutto per mangiarci più soldi!!!! Secondo queste teste di cazzo, posso decidere io a che ora andare a lavoro. e poi cos’è mi devo comprare la bicicletta!?
    mA COSA SIGNIFICA CHE COSTA DI PIU’….

    Ma viviamo dove?? in che Paese stiamo vivendo?? E’ una notizia terribile. Già l’eco pass a 5 euro è pazzesco. tutte balle. fate ridere…

  65. A chi dice che la metro nelle altre metropoli europee costa di più….ma avete paragonato la cartina della metro di LONDRA, BERLINO, PARIGI, MADRID, BARCELLONA a quella di MILANO????

    Ma vi renderete conto di cosa state paragonando?

  66. solo una cosa dico..si i soldi..si i casini..si le ladrate..ma mi chiedo..forse è una domanda stupida non so..ma l’ambiente?cioè diciamocelo, se queste persone che prendono i mezzi pubblici forzatamente decidessero che con l’auto, ecopas compreso, risparmiano e sono meno stressati e la prendessero ogni santo giorno quanti blocchi del traffico – inutili fra l’altro – dovremmo fare l’hanno prossimo??e le persone che camminano per strada e si respirano tutta quella miriade di gas di scarico quante influenze e bronchiti – ergo giorni di malattia – si prenderebbero??mmm a me sinceramente mi sembra un’altra stupidata..forse per raccogliere fondi per il comune dovrebbero magari iniziare a dimezzarsi pure loro gli stipendi…

  67. Scusatemi tanto, ma se questa proposta verrà mai approvata mi spiegate come faranno a sapere a che ora io utilizzerò i mezzi??? Esempio pratico: alle 11.00 esco e prendo il mio biglietto, il venditore o la macchinetta mi chiederanno a che ora ho intenzione di usarlo? Ma come possono saperlo?? Come posso controllare?? A me sembra una bufala, e se non lo è, sicuramente nessuno ci ha pensato….e non mi sembra nei commenti di aver letto una cosa simile a ciò che ho scritto….. cioè se già mancano i controlli, ma davvero come faranno a capire a che ora utilizzerò il mio biglietto?? L’unica possibilità che mi viene in mente è la differenziazione della striscia magnetica dietro…ma davvero si possono permettere di stampare due biglietti diversi a seconda dell’uso? Soprattutto per quelli in vendita in edicola…a me sembra davvero una cosa campata per aria…però se qualcuno di voi ha la risposta sono pronta a ricredermi!

    • basterebbe configurare l’obliteratrice sul costo biglietto. Se non hai un biglietto di quel costo allora non ti danno libero accesso (ovvio che chi sale su un bus o tram può fregarsene, per chi prende la metro l’alternativa è passare sotto i tornelli se non hai il biglietto). Se truffi e ti becca il controllore….

    • Fai una tessera elettronica prepagata dove scarichi l’importo previsto per quell’orario. Se non hai credito sufficiente non ti fa passare in metro mentre puoi provare a non usarla sui mezzi di superficie oppure si ritorna a 40 anni fa e si obbliga tutti a salire da dietro e passare da una macchientta che ti autorizza l’accesso. Ci vorrà magari un quarto d’ora a fermata ma credo sia fattibile.

      (l’ultima riga è ovviamente sarcastica)

  68. 1) Che il presidente dell’ATM abbia detto che si puó fare é una non-notizia. Nessun assessore né tantomeno il sindaco han detto che si fará ed anzi hanno smentito. Per cui tante chiacchiere inutili.

    2) In tutte le grandi cittá del mondo i biglietti singoli costano un occhio della testa, vi possono essere tariffe differenziate in base all’orario e (attenzione attenzione) anche in base alla direzione (chi viaggia in un senso paga di piú di chi viaggia nel senso opposto). Questo perché i biglietti singoli vanno a colpire turisti e viaggiatori occasionali. Chi usa il mezzo regolarmente si prende un abbonamento (di solito moooooolto piú vantaggioso) e viaggia come e quando gli pare. É economicamente sensato e globalmente accettato.

    Sul buco di bilancio lasciato dalla giunta precedente e le varie alternative per risanarlo si potrebbe poi discutere per ore…cosí come della qualitá del servizio ATM.

  69. Quindi, cari ex concittadini, dovrete telefonare al datore di lavoro per dirgli che andate a lavorare alle 10 del mattino per non intasare i mezzi pubblici e pagare un salasso..

    Dove posso spedire i martelli a chi ha votato Pisapia? serviranno loro per darsi tante mazzate nelle balle :-)

  70. allora sarebbe + sensato diminuire il costo dei biglietti negli orari di punta e alzarlo durante le altre fasce orarie. così la gente che va a lavoro è incentivata a non prendere la macchina e chi invece esce “per piacere” paghi di +

    • “per piacere”? E chi te lo dice che esce per piacere? Uno studente universitario che ha lezione alle 10.30 per esempio? Una signora che ha l’appuntamento per una visita medica ad esempio? Ma come ragionate???Pagassero di più quelli con le macchine a questo punto, visto che hanno modo di mantenerla.

  71. Prendo la metro il mattino alle 8.15 per andare a casa dei miei genitori, prendo tram e metro per andare a lavoro alle 8.40. Prendo la metro alle 13.00 e poi tram e metro alle 14. Riprendo la metro alle 18.30 e poi ancora alle 19. Tutto questo per motivi ben orecisi e necessari. Quanto dovrei pagare al giorno? E al mese? Le bollette me le abbuona il Comune? Questo vuol dire mettere un perfetto incompetente a gestire i trasporti a Milano. Ovviamente mi farò i conti in asca e valuterò seriamente l’utilizzo della mia auto anche perché non devo passare nel centro e quindi niente Ecopass. Grazie a tutti quei poveracci che hanno votato questa giunta. Ho pietà per voi visto che non avete nessun contatto con la realtà e vivete nel vostro mondo di Bengodi. Grazie. PS. La bicicletta usatela voi con pioggia e freddo soprattutto sulle strade dove ci sono i binari del tram… e non tirate fuori le solite cazate delle piste ciclabili perché in via Morgagni c’è ma sono più quelli in strada che lì. Ipocriti.

        • prendono la metro con me in tutte queste fasce orarie. Credi che questa volta non li vadano a toccare i mensili? Allora ci si sposterà sull’annuale e ma si dovranno tirare fuori €300 tutti in un botto al posto di €30 una volta al mese. Hanno avuto l’8% di riduzione sulla vendita del singolo ticket ma hanno aumentato i mensili (come numero). Su chi vanno a rivalersi secondo te? Il sovraffollamento dei mezzi? si può superare se venissero rispettati gli orari di passaggio. Non esiste che ti ritrovi 4 metro incolonnate in 3 minuti e poi ti ritrovi un buco di 5/6 minuti senon oltre. Non esiste che arrivino tre tram della stessa linea a distanza uno dall’altro, quando la frequenza dovrebbe essere di uno ogni 4/6 minuti, e mancando l’ultimo devi restare 13 minuti per il successivo. Il mezzo che si rompe ci può stare ma forse ci vorrebbe più disciplina da parte dei conducenti dei mezzi pubblici e degli automobilisti che parcheggiano a …. Facciamo lavorare i vigili urbani e gli ausiliari come si deve e le cose vanno a posto da sole senza dover fare questi pastrocchi.

    • Un abbonamento?
      Strano che tu non abbia già deciso di farlo da molto tempo, avresti sicuramente risparmiato.
      Tra l’altro, per quanto riguarda i mezzi che non funzionano (per rispondere al tizio sotto), io credo che funzionerebbero molto meglio se nessuno (o quasi) prendesse la macchina, visto che sono le macchine che molto spesso bloccano il buon scorrimento dei mezzi.
      Possiedo l’abbonamento annuale da quando vivo a Milano (3 anni) e le poche volte che mi capita di lamentarmi dei mezzi è perché 1) c’è troppo traffico; 2) piove e la gente cretina corre subito a prendere la macchina, di conseguenza c’è troppo traffico; 3) quando nevica, sempre per lo stesso motivo: TROPPO TRAFFICO.
      I mezzi funzionerebbero se non esistessero le macchine in questa città che mi farà venire un cancro ai polmoni.

  72. prenderei la bicicletta se solo gli automobilisti a Milano guidassero meglio. Prenderei la macchina se solo avessi modo di mantenerla. Mi rimanevano i mezzi pubblici. Vorrà dire che quando potrò mi alzerò prima e andrò all’università e a lavoro a piedi. Fortunatamente sono sempre stata un’amante del camminare. Mi dispiace solo per le persone che non potranno farne a meno. Io purtroppo o mangio o pago i biglietti (già uso vestiti vecchi o regalati e non faccio shopping). Faccio questo ultimo sacrificio, se proprio non ce la farò più prenderò i mezzi senza pagare il biglietto come fanno tanti altri (perchè qua nessuno è fesso)…

  73. stranamente nelle fasce dove SANNO che tutti quelli che li prendono… li dovranno prendere o restano senza lavoro.
    Cioè tra 2 mesi costa meno prendere il taxi che la metro… PARADOSSO.

  74. Milano diventa ogni giorno di più VERGOGNOSA!!!!!!!! Io vado a lavoro con i mezzi pubblici…e indovinassero un pò?!?!?! Non posso scegliere a che ora nadare in ufficio!!!! Per non parlare del fatto che pago tutti i mesi un abbonamento che tra scioperi e continui guasti dell’atm viene proprio voglia di non pagare più!!! PISAPIA fai SCHIFO!!!!!! Ci ha davvero rotto!!!! Viene solo da chiedere, quanto ti dovrò pagare tra poco per andare in bagno!?!?

  75. certo che fate ridere voi Morattiani…per 20 anni non ve n’e’ fregato nulla della nostra città,avete sostenuto il peggior sindaco che Milano abbia mai avuto…. e ora spuntate come i funghi……..

    per 20 anni non avete visto le travi della Moratti e ora vedete le pagliuzze di Pisapia…fate ridere i polli……..
    che mi dite delle 235 concessioni per parcheggi date da Moratti?lo sapee quanti soldi ha perso il comune? di che parliamo?
    cialtroni!

    • La Moratti ne ha fatte tante, è vero, tantissime anzi. Però ha avuto anche molto tempo. PIsapia è su da 6 mesi e, alla faccia delle “pagliuzze”, sta beccando una cantonata dietro l’altra! Quando vorrete capire che è stato eletto dai delusi della Moratti?! Avrebbero votato anche un caco marcio piuttosto di rieleggere lei: questa è stata la forza di Pisapia, non certo la sua preparazione! E difatti, come volevasi dimostrare, ecco come sta riducendo la città e la vita di quelle categorie deboli che vantava tanto di proteggere!! Ha pure tagliato 5,9 milioni dai finanziamenti ai servizi per l’assistenza agli anziani; 3 milioni dai servizi di prevenzione e riabilitazione; 1,8 milioni dai fondi comunali destinati le case popolari; 3 milioni tagliati agli asili nido e ai servizi per l’infanzia e, dulcis in fundo, 5,6 milioni dai finanziamenti per la viabilità e circolazione stradale!!!!! E ora capisco perché: tanto li ripiglia tutti tra aumenti dei biliglietti (che in base ad un accordo con ATM finiscono tutti nelle casse del Comune), e le multe durante i vari blocchi del traffico…. durante la sua ultima “domenicAspasso”, infatti, sono stati ben oltre 800 le sanzioni elevate, per oltre 100mila euro!!! Poi però ne spendono 750mila per rifare i già esistenti cartelli turistici, acquistando 140 nuovi pannelli dotati di codice supertecnologico con i quali, soltanto i turisti muniti di cellulare compatibile di ultima generazione, potranno interfacciarsi per venire collegati al portale Turismo del Comune stesso…. eh sì, sono proprio soltanto “le pagliuzze di 6 mesi di attività”…. mi chiedo cosa rimarrà di Milano e delle famiglie normali dopo questi 5 anni di Inferno. Poveri noi. Altro che cialtroni. poveri noi davvero.

    • Non si tratta di sostenere un sindaco o un altro, si tratta di buon senso e di necessità dei soliti “poveretti”….immagino che tu non abbia problemi di lavoro, ne di fascia oraria o di spostamento….
      Sostenere la stupidità per un ideale politico è francamente inaccettabile

    • Esatto, Susi, hai centrato il punto. Tra questi commenti ne ho letti alcuni davvero assurdi, di gente che si farebbe spellare piuttosto che contraddire ciò che sta combinando questa gente arancione. La critica deve essere fatta sul buon senso, non sull’ideologia di un partito. Tuttavia molta gente preferisce difendere a spada tratta le proprie illusioni piuttosto che ammattere di aver sbagliato. E, tra l’altro, proprio poiché si sentono in difficoltà insultano e adottano subito toni di aggressività. Bah…. che peccato. Per fortuna ci sono anche moltissimi che, dato ciò che sta facendo Pisapia, si rendono conto dell’errore commesso votandolo, e lo dicono! Così bisogna fare: si considera l’operato e ci si confronta sulla realtà. Non su un’utopia.

      • il punto è che i tagli vengono dall’alto. Se il governo fa tagli a soffrirci sono regioni, province e comuni che in qualche modo devono recuperare. E l’ultimo governo è di destra da anni! Quindi cari Morattiani, finiamola

      • Commenti come questo sono tragicomici: gente che se la prende con chi difendete a spada tratta Pisapia solo per poi dire che Pisapia fa schifo. O si prova a parlare di cose serie in maniera oggettiva, entrando nel merito della questione (vedi questione del pareggio di bilancio, vedi il fatto che nessuno in giunta ha detto che si faranno pezzi differenziati, vedi confronti con altre cittá europee etc), oppure si accetta il tifo da stadio in cui uno dice che il suo partito e bravo e bello e l’altro é brutto…non si puó criticare gli altri per poi fare la stessa cosa…ma tanto cosa lo dico a fare?

  76. le persone entrano al lavoro in determinati orari! non è che per non affollare i mezzi pubblici io possa entrare al lavoro quando a metà mattinata, ad ora di pranzo, a metà pomeriggio….
    tanto loro:
    1) non lavorano e non sanno cosa vuol dire lavorare
    2) non hanno orari
    3) sono con auto blu o comunali o avranno qualche permesso speciale

  77. Un’ altra vera “chicca” del nostro Sindaco e de suoi accoliti: come se chi lavora potesse scegliere l’orario in cui recarsi in ufficio o se tutti abitassero a due passi da dove devono andare. Milano è una metropoli solo per ciò che riguarda le distanze, lontana anni luce delle vere metropoli, e non solo europee, dove i mezzi pubblici nelle fasce orarie di maggior afflusso sono in numero maggiore, per facilitare il cittadino, non per per ridurlo allo sfinimento
    Grazie Pisapia, grazie Maran. Vi auguro di trovarvi un giorno nelle condizioni della maggior parte dei cittadini milanesi.

  78. @frag L’abbonamento ce l’ho come ce l’hanno la stragrande maggioranza di quelli che prendono la metro con me in tutte queste fasce orarie. Credi che questa volta non li vadano a toccare i mensili? Allora ci si sposterà sull’annuale e ma si dovranno tirare fuori €300 tutti in un botto al posto di €30 una volta al mese. Hanno avuto l’8% di riduzione sulla vendita del singolo ticket ma hanno aumentato i mensili (come numero). Su chi vanno a rivalersi secondo te? Il sovraffollamento dei mezzi? si può superare se venissero rispettati gli orari di passaggio. Non esiste che ti ritrovi 4 metro incolonnate in 3 minuti e poi ti ritrovi un buco di 5/6 minuti senon oltre. Non esiste che arrivino tre tram della stessa linea a distanza uno dall’altro, quando la frequenza dovrebbe essere di uno ogni 4/6 minuti, e mancando l’ultimo devi restare 13 minuti per il successivo. Il mezzo che si rompe ci può stare ma forse ci vorrebbe più disciplina da parte dei conducenti dei mezzi pubblici e degli automobilisti che parcheggiano a …. Facciamo lavorare i vigili urbani e gli ausiliari come si deve e le cose vanno a posto da sole senza dover fare questi pastrocchi.

    • Dico solo che prima dici di provare pietá per chi vive nel suo mondo pro-Pisapia fuori dalla realtá e poi lanci critiche e accuse sulla base di ipotesi tutte da verificare (seppure, a quanto pare, condivise da molta gente che scrive su questo post): nessuno nella nuova giunta ha mai parlato di tariffa differenziata (sulla cui sensatezza peraltro si potrebbe tranquillamente discutere) né TANTOMENO di aumento degli abbonamenti…da parte mia posso dirti che se aumentassero i prezzi dei singoli biglietti nell’ora di punta (come peraltro fanno giá in moltissime altre grandi cittá al mondo, dove il biglietto costa molto di piú) mantenendo gli stessi abbonamenti, sarei piú che felice…ma si tratta di un’ipotesi campata in aria tanto quanto la tua. Ti chiedo solo la tua pietá di tenertela stretta che noi ne facciamo volentieri a meno.

      • Guarda che nessuno ha mai detto che è stata la nuova Giunta a parlare delle tariffe differenziate. Alla Giunta è stato presentato il progetto e, ora, tutti aspettano con trepidanza la risposta dell’esimio sindaco.

        • Nessuno?!? Ma hai dato un’occhiata veloce ai commenti? Tra critiche ed insulti a sindaco, assessori, elettori e compagnia bella qui non si capisce piú nulla…tu hai riassunto esattamente il punto: la giunta non ha mai parlato di questi biglietti differenziati. Tutto il resto sono solo chiacchiere “partigiane” che non hanno alcun senso (almeno fossero focalizzate sull’efficacia o meno di una simile proposta…)

  79. UN BEL GRAZIE AI SOCIALISTI, AI LEGHISTI ED ALLA MORATTI CHE HANNO RIDOTTO MILANO AD UN COMUNE DELLA CAMPANIA.
    E A TUTTI I MINUS HABENTES CHE NEGLI ULTIMI 30 ANNI LI HANNO VOTATI!

  80. lo fanno anche a Londra, per esempio, di variare il prezzo del biglietto a seconda della fascia oraria per scoraggiare la gente a prendere i mezzi nelle ore di punta.
    Il fatto è che io la bici la prenderei volentieri, se ci fossero adeguate piste ciclabili! Per strada ho paura a circolare (con tutti i pazzi che girano).

  81. Questi sono pazzi! Oltre ad offrire un servizio che fà schifo vogliono anche farsi strapagare… mah! Non sanno + cosa inventarsi x rendere Milano sempre meno vivibile e sempre meno europea!

  82. Esattamente a cosa serve aumentare il biglietto nelle ore di punta se il 99% delle persone che utilizza i mezzi pubblici a quelle ore sono studenti e lavoratori che, giustamente, hanno l’abbonamento?!

      • Guarda che è proprio questa la novità proposta da Rota e sostenuta pure da TreNord. E il Comune ha confermato che la proposta è stata formulata e verrà valutata. Tutto qua.

        • Tariffe diversificate non significa aumento del prezzo di biglietti.
          Esempio:
          una mia proposta personale è quella di estendere la validità di ogni biglietto timbrato tra le 9.00 e le 10.30 fino alle 12.00 (dalle10.30 in poi lascerei validi gli attuali 90 minuti) e lo stesso si potrebbe fare nel pomeriggio tra le 14.00 e le 15.30 con estensione della durata del biglietto fino alle 17.00.

          Se qualcuno ha proposte migliori proponga :-)

  83. Non capisco, vogliono incentivare il ricorso al trasporto pubblico e nello stesso tempo lo vogliono disincentivare?
    E’ proprio vero che non si è mai soli con la schizofrenia…
    Se mettessero i controllori su ogni vettura recupererebbero molto di più perché pagherebbero TUTTI e inoltre dissuaderebbero dal danneggiare le vetture, cosa che costa all’ATM diversi milioni di euro all’anno. Oltre ovviamente ad offrire parecchi posti di lavoro.
    Ma questa ipotesi, assieme all’aumento dei mezzi circolanti, era con tutta probabilità una soluzione troppo difficile per chi ha i neuroni più solitari della particella di sodio della pubblicità…
    Ah, ieri alle 10.40 di mattina, l’attesa per la 54 era di 16 minuti (a 5 fermate di distanza da Piazza San Babila).
    C’è la foto fatta col cellulare sulla mia pagina di faccialibro per evitare ogni contestazione: alla faccia del potenziamento dei mezzi!

  84. Errore è prima aver aumentato del 50% il costo del biglietto, ora non si puo’ aumentare ulteriormente ! ma si possono trovare soluzioni per avvicinare altri utenti/target: biglietto famiglie solo a Natale non ha senso…fatelo per tutto l’anno!!!

  85. Premettendo che la faccenda me le fa girare come le pale di un elicottero, ma è anche vero, che all’estero, dove il servizio è migliore, il biglietto costa anche di più e che se tutti avessero pagato il biglietto, che in precedenza costava 1 €, per ogni corsa, anche perchè, molto spesso, se la linea non è molto controllata, conviene di più viaggare senza il biglietto e anche se una volta all’anno, ti beccano i controllori, hai comunque risparmiato, probabilmente, se avessero deciso di aumentare i prezzi, sarebbe stato per potenziare le corse

  86. Ridicoli, gente che parla di un aumento di 20 euro al mese, ma io dico, farvi un abbonamento???
    Questi provvedimenti vanno a “gravare” (se così si può dire) solamente sugli utilizzatori sporadici dei mezzi, i quali spenderanno quindi qualche euro in più al mese.
    Tutti gli utilizzatori assidui hanno, se sono intelligenti, un abbonamento che non subirà alcuna variazione di prezzo!!!

  87. E io dovrei tornare a casa da scuola (da Sesto S.Giovanni, fino a Qto. Oggiaro) a piedi o con la bici??? con cartella e balle varie?! ma andate a quel paese! loro hanno i viaggi gratis.. provassero loro a pagare di più per tornare a casa!!!

  88. L’ATM è ogni anno di più un’azienda che si copre di ridicolo ^__^

    Stanno lentamente adeguando il prezzo dei biglietti allo standard europeo, garantendo però un servizio decisamente OPPOSTO allo standard stesso.

    Chi usa sporadicamente i mezzi spende minimo 3 euro a volta, col solo vantaggio che può viaggiare 15 min in più a viaggio, ergo –> bonus inaccettabile a paragone dell’aumento del 50% dei costi viaggio.

    Ora addirittura si stanno attrezzando per “SCORAGGIARE LA GENTE A PRENDERE I MEZZI” <– è uno scherzo? : D
    Un servizio PUBBLICO che si ATTREZZA per fare "MOBBING" da servizio pubblico ?!!! O___o

  89. prima ci chiedono se devono incentivare l’uso dei mezzi pubblici e giustamente i milanesi rispondono in massa di si
    quindi aumentano il biglietto del 50% e fanno l’area C (cassa),
    ora pensano di aumentare ulteriormente nelle ore di punta per disincentivare l’uso dei mezzi
    ma non vi accorgete che ci stanno prendendo per il ….???

    ma pisapia si è mai fatto un giro sui mezzi pubblici? ha visto che gente di solito li usa? non sono quelli che dovrebbe difendere al posto di fregare?

    chi ha i soldi usa la macchina, i mezzi li usano per la maggior parte quelli che non ne hanno
    e sulla povera gente si continua a far cassa
    bella roba!!

  90. Ridicolo per 2 motivi:
    1) Cosa fa chi è obbligato ad arrivare in ufficio ad un certo orario?
    2) Io in scooter con 8 euro facevo avanti e indietro tutta la settimana, ora con il settimanale 1+1/2 ne spendo 12, se mi chiederanno anche 1€ in più ricomincerò ad usare lo scooter!

  91. vorrei far notare che tutti parlano di “aumento del 50% del prezzo del biglietto”, ma questo vale solo per la corsa singola, gli abbonamenti, cioè ciò che pagano studenti e lavoratori hanno avuto aumenti canonici, come tutti gli anni del 5-10% massimo.
    poi sono d’accordo che il servizio non funzioni per niente, soprattutto negli ultimi mesi, però sentir parlare giusto per far polemica non mi piace…
    tra ecopass e mezzi mal funzionanti sembrano volerci dire “non ci venite a Milano, i vostri soldi e il vostro lavoro ci fanno schifo…”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here