Operazione Iceberg sequestrata droga arrestati studenti e clandestini

Associazione a delinquere finalizzata al traffico, produzione, coltivazione e spaccio di droga. Questi i reati dei quali dovranno rispondere un gruppo di universitari italiani e alcuni clandestini

 

L’INIZIO DELL’INDAGINE – L’indagine era nata nel febbraio 2007. L’arresto di 3 persone, bloccate con circa 100 grammi di cocaina vicino al casello autostradale di Milano in direzione laghi, ha poi consentito di dare il via a intercettazioni telefoniche ed ambientali, pedinamenti e appostamenti, che hanno permesso di ricostruire l’organizzazione.

 

IL “GIRO” DELLE SOSTANZE STUPEFACENTI – L’hashish e la marijuana provenivano da Marocco e Spagna, mentre la cocaina dall’Olanda e dalla Francia. Una volta in Italia la droga, destinata a Milano e all’Emilia Romagna, veniva consegnata agli spacciatori per la vendita al dettaglio.

 

L’ESITO DELL’OPERAZIONE –

  • L’operazione ha permesso  di sequestrare circa 20 chili di droga, 4.500 euro in contanti e 3 auto.
  • A seguito delle indagini, coordinate dalla procura di Milano, sono state emesse complessivamente 16 misure cautelari eseguite a Milano, Cesena, Lecce e Corsico (Mi).
  • In particolare per 9 persone si sono aperte le porte del carcere, mentre altre 2 sono finite ai domiciliari.
  • Sono stati emessi 4 obblighi di presentazione alla Polizia Giudiziaria e 2 divieti di dimora nel comune e nella provincia di Milano.

 

LE ACCUSE DI REATO – I responsabili devono rispondere, a vario titolo, di associazione a delinquere finalizzata al traffico, produzione, coltivazione e spaccio di droga.

 

Leggi anche:

Rapine conti online, sgominata banda di hacker che assoldava complici in un liceo milanese

Figlia professoressa Liceo Parini vende compiti di matematica. Il tariffario su internet

Droga e alcool per tutti in piazza Castello, 1 maggio 2010 “Siamo tutti responsabili: l’indifferenza è un crimine”

 

Di Redazione
 
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here