Pastore arrestato, accusato di usura, secondo il PM avrebbe chiesto fino a 16mila euro per un prestito da 5 mila

ArrestoEra un pastore evangelico ma, secondo le indagini svolte dai Carabinieri e poi trasmesse al PM, avrebbe prestato danaro a tassi da usura, esigendo poi i debiti con continue minacce.

L’uomo, di 60 anni, è stato arrestato dai Carabinieri di Desio, su richiesta del PM monzese Alessandro Pepè.

Secondo quanto emerso, infatti, il pastore avrebbe avuto l’abitudine di “aiutare” i più sfortunati prestando loro danaro che, in realtà, esigeva poi con tassi di interessi del 20% al mese, con minacce, bombardamenti psicologici e guai sempre più gravi per gli sventurati che a lui si erano rivolti.

La storia è stata scoperta grazie alla segnalazione di una vittima, un operaio 45enne bolognese, disoccupato, arrivato a un tale punto di disperazione che ha deciso di rivolgersi all’associazione Sos Racket e Usura.

Secondo quanto spiegato dai Carabinieri, l’operaio aveva avuto in prestito 5mile euro, che in un anno si era trasformato in un debito da 16mila euro, preteso a fronte di continue minacce e pressioni psicologiche.

Disperato, il 45enne era stato indirizzato al pastore da chi gli aveva consigliato un investimento andato male; dopo l’appello a Sos Racket e Usura, la vicenda è passata ai Carabinieri di Desio, che hanno trasmesso la denuncia al PM, il quale ha stabilito l’arresto dell’uomo e aperto un’inchiesta.

Sono in atto le indagini.

Leggi anche:

Arrestati 5 usurai, 30 le vittime e giro d’affari di 500mila euro tra Milano e Varese

Sequestrato e liberato oculista Giovanni Petretto, sequestrato da usurai a Linate

Di Redazione

AGGIORNAMENTO del 17-9-2010 ore 16,00: Il Presidente della Conferenza Evangelica Lombarda, Pastore Riccardo Tocco, ha gentilmente dichiarato a Cronacamilano che il pastore in questione non fa parte a qualsiasi titoli della loro Associazione.

“Deploriamo i fatti esaustivamente riportati e configgiamo con essi, ancor prima che con il ruolo ministeriale,” ha detto il Preidente Riccardo Tocco, sottolineando “l’elementare osservanza dei comandamenti a cui, tutti i cristiani, indipendentemente dal ruolo e dal rito di appartenenza, sono chiamati ad adempiere”.

17 COMMENTI

  1. Conosco Natale Vona, e questa storia è molto strana.
    E’ sempre stato una persona mite e disponibile verso tutti, aiutandoli a sue spese. Ora esce fuori questa strana storia, mah, qualcosa non quadra!!! Aspettiamo la conclusione dell’indagine del magistrato per capire meglio cosa è successo veramente.

  2. anche a mè non quadra questa storia di Vona ….
    che qualcosa non andasse nella sua vita personal… e della sua attività del proprio lavoro lo si sapeva… ma da quest, a diventare un cinico usuraio ci è difficile a mente fredda ,immaginare….che non sia incappato anche lui in qualche maglia di di “losco”…..possibile che si possa diventare cosi ciechi e insensibili?

  3. Tutto è possibile, ma conoscendo il pastore Natale Vona da una vita e sapendo che ha fatto sempre del bene rimettendoci di tasca sua, infatti basta sapere che non vive in mega ville e non va in giro con macchine di lusso, non ha barche in giro per il mondo , se ha fatto una cosa del genere è uscito fuori di senno completamente. Dopo una vita di stenti e aiuti verso gli altri la vecchiaia può fare brutti scherzi, ma fino a questo punto? Mi auguro di no. Bisognerebbe conoscere anche la vittima di cui non si sa nulla, ma questo è compito della magistratura: aspettiamo fiduciosi i risvolti.

  4. CONOSCO . AL PASTORE VONA , MAI POI MAI HA POTUTO FARE QUESTA COSA , TUTTO IL POPOLO EVANGELICO E’ CON LUI, PER QUESTA PERSONA CHE LO HA DENUNCIATO IO LI CONSIGLIO DI RITIRARE TUTTO PERCHE’ SON GUAI SERI A CHI TOCCA AGLI UNTI DEL SIGNORE

  5. quando accadono cose del genere rimani sgomento. Se poi è coinvolto uno che conosci lo sgomentoi aumenta. Io ho conosciuto Natale Vona, che era un ragazzino come me. Con lui condividevamo tante cose, ma soprattutto la fede nello stesso Dio. Natale all’epoca era un cristiano fervente e guidava un gruppo evangelistico e si imegnava col proprio tempo e col proprio denaro a divulgare Cristo.
    Poi le nostre strade si sono divise e di Natale è rimasto solo un ricordo della gioventù con sporadiche notizie che arrivaamo tramite amici comuni. Pochè volte l’ho incontrato negli ultimi tent’anni, ma mai ho avuto il benchè minimo sentore che la sua vita potesse aver preso una piega diversa da qualla che conoscevo, tranne le sue vicissitudini matrimoniali, a seguito delle quali, aveva avuto anche ripercussioni sul piano lavorativo. Io non conosco gli atti, che di certo non riportano le “verità” riportate dai solerti redattori di testate giornalistiche, smaniosi solo di fare notizia, ma conosco un altro, che sta sopra di tutti e credo che Colui non può lasciare commettere un atto simile senza lasciarlo impunito. Quindi ho piena fiducia prima in Lui e poi nella traballante giustizia umana che forse farà luce anche in questo caso. Ma ricordo anche che la cronaca è piena di giustizie sommarie, di ingiustizie ed errori giudiziari. Mi auguiro che per Natale non sia così e che giustizia sia fatta.

  6. conosco Natale da una vita, è sempre stata una persona estremamente generosa, magari un po’ ingenua, e questa storia non mi quadra. Comunque ho già notato altre volte che quando sei al corrente di certi fatti, li ritrovi poi distorti nei mass media.

  7. Conosco il Past.Natale ,un ministro di Dio a spese sue a fondato tante Chiese lasciando poi Pastori a guidarle, si può mentire a tutti non a Dio,lui saprà fare uscire tutta la verità il Signore non abbandona i suoi Ministri se sono nel giusto cammino.

  8. Non ci trovate solo lui fra gli usurai, provate a contattare i pastori sudamericani influenti del milanese, vedrete come sono disposti a fare prestiti, pur proclamando di non avere un soldo lro stessi quando si tratta di pagare qualcosa…….

  9. Nella vita tutto è possibile, ma non credo affatto a quello che dicono i giornali.
    Che ci sia qualcosa di vero è fuor di dubbio ma ad arrivare a dire:

    20% interessi mensili
    minacce giornaliere
    etc. etc.
    mi viene molto difficile da bere

    si direbbe uno dei peggiori strozzini, ops forse ci sono, ma si è chiaro no!!
    è un pastore evangelico, quindi giù con gli insulti, con i preti pedofili bisogna coprire mentre …………

    ripeto poi tutto è possibile ma..

    anch’io sono in causa con una persona per dei reati che non ho commesso, se venisse dato in balia alla stampa…..povero me!!!!

    tanto poi non …..smentisce nessuono …in caso di assoluzione, ad accusare titoloni, a smentire qualche trafiletto in 20 pagina.

  10. come fatte a dire solo stronzatte se prima non si conosce una persona dopo si parla non si pou processare una persona tramite il giornale e siti senza che ci sea stata nessuna condanna o un processo i giornalisti fanno soldi inventandosi cosa che non sono vere prima di buttare fango e distrugere persone e familie bisogna aspettare la verità pero ogni accusa il uomo rendera conto davanti a dio da quello che dici o scrive

  11. BISOGNA PARLARE DOPO LE CONDANNE MA I SOLITI SOGGETTI GIA LI METTONO SUL PATIBOLO.SE HA SBAGLIATO DEVE PAGARE MA DEVE DECIDERLO UN TRIBUNALE NON UN ASSOCIAZIONE. RIDICOLI.

  12. Io sono cristiana praticante e BABBO NATALE e ricordo che buttava un sacco di mangiare donato dal comune di Milano e lui siccome non riceveva offerte anzi che regalarle ai bisognosi le faceva marcire e poi le buttava.
    Una volta i suoi collaboratori che avevano il compito di rendere ai bisognosi i sacchi con la merce (GRATIS) chiedeva offerte e un signore gli ha offerto 2 euro, e da li hanno iniziato a chiamare con ironia l’uomo bisognoso l’uomo dei 2 euro..
    spero tanto non sia vero questo fatto di cronaca ma… TUTTO è POSSIBILE.
    se è vero k lui è innocente non avrebbe nessun problema nel diffendersi ma… fino ad ora non ci sono state spiegazioni. CHE SIA DIO A GIUDICARE….

  13. SONO IL PASTORE LEONARDO RIZZO DELLA CHIESA RUAKH DI NAPOLI. Conosco Natale Vona da molti anni e posso dire che è un fedele servo di Dio. Non prendo distanze come molti vigliaccamente fanno. Siamo Evangelici, siamo figli di Dio e siamo anche Ministri dell'Evangelo di Gesù Cristo. Nessun pastore che per anni ha sperimentato la presenza di Dio potrebbe vendere il denaro ad usura! Lo Spirito Santo che vive in noi, ci impedisce di andare i valori cristiani. Sono sicuro che ogni cosa sarà messa in luce e la giustizia divina trionferà.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here