Falsa mozzarella di bufala lombarda sequestrata nel milanese, confiscati quintali di buste e materiale pubblicitario

Pubblicizzava la produzione e la vendita di una sedicente “mozzarella di bufala lombarda”, usando però il logo della Dop Mozzarella di Bufala Campana. Il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop e il Nucleo Antifrodi Carabinieri di Parma (competente per il nord Italia) hanno scoperto l’inganno, in seguito a una verifica ispettiva congiunta effettuata in un caseificio-pizzeria in provincia di Milano.

 

Nel corso dei controlli sono stati rinvenuti involucri di confezionamento non regolamentari, in violazione del decreto legislativo 297/2004, contestando all’azienda la pubblicità ingannevole, dal momento che veniva reclamizzato un prodotto che non esiste e si evocava la denominazione di origine, traendo in inganno il consumatore.

 

Nei confronti della società:

– è stata elevata una multa di 6mila euro

– sono stati sequestrati

– 160 kg di materiale pubblicitario

– 400 kg di buste di confezionamento con il fantomatico logo “mozzarella di bufala lombarda”.

 

Il rapporto finale è stato inviato al Ministero delle Politiche Agricole per i conseguenti provvedimenti. Le indagini proseguono per verificare l’origine del latte e la regolarità delle fasi di lavorazione.

 

Soddisfazione per l’operazione è stata espressa dai vertici del Consorzio di Tutela: “Abbiamo dato un segnale chiaro a chi ha intenzione di proseguire sulla linea dell’inganno ai consumatori”, commenta il direttore Antonio Lucisano, che aggiunge: “Non esiste nessuna mozzarella di bufala lombarda, ma solo un prodotto generico di latte di bufala come in altre zone d’Italia. L’unica mozzarella di bufala è quella campana a marchio Dop, realizzata esclusivamente con latte fresco di bufala di razza mediterranea italiana, allevate nella zona di origine. Un prodotto che è possibile, per Legge, realizzare solo in questa determinata area geografica, quella della Dop, che, oltre alla Campania, comprende il basso Lazio e la provincia di Foggia”.

 

Il direttore denuncia la diffusione di casi del genere: “Assistiamo alla crescita di un fenomeno inquietante: il tentativo, soprattutto in alcune aree del nord, di appropriarsi indebitamente e illegalmente di un marchio di qualità, che vuol dire tradizione, controlli, genuinità e unicità. Per il comparto questo rappresenta un pericolo ancor maggiore dei numerosi tentativi di imitazione del nostro prodotto all’estero: come avviene in Cina e in numerose realtà disseminate in tutti i continenti.

 

“Con cadenza quasi quotidiana, infatti – aggiunge il direttore, – siamo costretti a leggere di presunte mozzarelle di bufala venete o siciliane, articoli in cui si delineano scenari inverosimili di un futuro prodotto del nord in grado di competere con l’autentica mozzarella Dop che creano una preoccupante confusione tra i consumatori. Vogliamo ribadire che nel resto d’Italia si può realizzare un prodotto generico con latte di bufala, che nulla ha a che fare con la mozzarella di bufala campana Dop, unica per gusto, qualità della materia prima e per sicurezza, visto che è sottoposta a oltre 10mila controlli l’anno”.

 

Secondo le stime del Consorzio di Tutela il mercato parallelo della contraffazione vale ogni anno oltre 100 milioni di euro e produce circa 8 milioni di chilogrammi di mozzarella in Italia e all’estero. Si suddivide in:

– 1,8 milioni di chilogrammi di mozzarella non dop che riporta marchio dop, con un valore tra i 25 e i 30 milioni di euro,

– 6-8 milioni di chilogrammi di mozzarella con dicitura mozzarella di bufala, ma che non potrebbe indicare questa etichetta, con un valore di 75-100 milioni di euro.

 

La vigilanza del Consorzio sui territori è massima: “La nostra sezione ispettiva – conclude Lucisano – è sempre in giro per le verifiche, all’interno e all’esterno dell’area Dop, e c’è piena collaborazione con tutti i soggetti deputati ai controlli”.

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Furto mozzarella Milano via Alserio, arrestati ladri con 9 chili di mozzarella di bufala in auto

Rubate merendine da camion per 110 quintali e camionista sequestrato, Pozzuolo Martesana

Sequestro 700mila brioches Brescia, amara sorpresa per il titolare di un’azienda dolciaria

Gorgonzola sequestrato donato all’Opera San Francesco Milano, si tratta di oltre 6 quintali di formaggio

di Redazione

Foto www.webnotiziegratis.it

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here