Arresto writers Milano, l’opposizione: “Possibile che non si trovino 500mila euro all’anno per pulire i muri cittadini?”

Se sia arte o degrado, quella dei graffiti, è una diatriba aperta a innumerevoli punti di vista. Il noto critico d’arte Vittorio Sgarbi sostiene che tra i cosiddetti graffitari si celino i nuovi talenti della pittura. Si tratta di un’opinione  più o meno condivisibile a seconda della propria sensibilità artistica o della predisposizione di ognuno di ognuno di noi a cogliere l’ispirazione, il genio, anche in forme d’arte meno convenzionali. Ogni dubbio, però, sembra svanire, quando fantomatici “artisti” imbrattano la città  con le cosiddette “tags”, ovvero lo pseudonimo, la firma con cui il graffitaro firma i propri lavori. Ed è il caso della nostra città, imbrattata fino all’ultimo centimetro di muro libero da scritte ai più incomprensibili e che deturpano, a spese dei contribuenti, il decoro cittadino.

 

Sono arrivati addirittura dal Regno Unito gli ultimi tre writers di 21, 18 e 17 anni arrestati sabato notte con l’accusa di danneggiamento, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

 

Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri di Milano, dopo aver scardinato una grata dell’impianto di aerazione a livello stradale, i tre sudditi di Sua Maestà si sono intrufolati all’interno della stazione della metropolitana “Abbiategrasso”, sulla linea verde.

 

Inconsapevoli del fatto che avessero fatto scattare l’allarme, si sono messi subito all’opera su alcuni vagoni della metropolitana “decorandoli” con alcune scritte spray.

 

Immediato, però, è stato l’arrivo dei vigilantes, i quali sono riusciti a braccare  i tre ragazzi prima che scappassero.

 

Se la scorsa Amministrazione aveva fatto della lotta al “graffito selvaggio” quasi una crociata, solo un mese fa, invece, l’allarme lanciato dall’assessore all’Ambiente, Pierfrancesco Maran (PD): “Per gli edifici pubblici servirebbe uno stanziamento di 5-6 milioni di euro, ma non abbiamo le risorse“.

 

La priorità andrà, quindi, come sostenuto dallo stesso Maran, alla rimozione delle scritte ingiuriose.

 

«Il risultato è che nel frattempo nessuno pulisce i muri – era stata la replica dell’opposizione -. Per la rimozione delle sole scritte offensive basterebbero 500 mila euro all’anno. Possibile che non si trovino?“.

 

Del resto, una sentenza del 2010 ha stabilito che il Comune non può delegare direttamente Amsa nella rimozione dei graffiti dai muri. Ma l’emergenza è reale.

 

Al di là delle disquisizioni puramente teoriche ed accademiche su chi è cosa definire arte, prima che la situazione sfugga di mano, una soluzione va trovata: ”Purtroppo siamo stati facili profeti nel prevedere che, se non si fosse intervenuti  tempestivamente in modo efficace contro il graffitismo selvaggio, dopo algli imbrattamenti dei muri, si sarebbe passati a quelli delle auto – aveva affermato in precedenza il presidente di Assoedilizia, Achille Colombo Clerici  -. Di questo passo
non ci sarà da meravigliarsi se alla fine ci troveremo qualcuno che vorrà imbrattare anche i nostri volti, magari pretendendo di abbellirli”.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Writers metropolitana Milano deposito Sesto San Giovanni, dalla Scandinavia per imbrattare i nostri treni

Writers deposito Atm Milano San Donato, gli assalti notturni continuano

Writers dentro deposito Atm San Donato Milano, spray urticante contro addetto alle pulizie

S.P.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here