Passeggeri in mutande metropolitana Milano, lo strano flash mob tra vagoni e banchine. I casi più strani di uomini nudi in città

Loro, almeno, le mutande le avevano… non sono così rari, infatti, i casi di uomini e donne che si sono denudati per le strade meneghine

metropolitanaSi chiama “No Pants subway ride” l’iniziativa che, in decine di città d’Europa, ha portato la gente in metropolitana… in mutande. Anche a Milano.
L’originale flash mob si è svolto domenica 10 gennaio 2016 e, i cittadini, hanno solcato banchine e vagoni della metro proprio in mutande, come stabilito dalla 15esima edizione dell’evento, partito da New York e lanciato nel 2002 da Improv Everywhere, un movimento collettivo che organizza iniziative all’interno di aree pubbliche.
Nella capitale meneghina, i cittadini sono partiti da Piola, diramandosi tra le linee M1, M2 e M3, tutti agghindati con scarpe, cappelli, calze e ombrelli, ma senza pantaloni.
Stupiti e increduli gli altri passeggeri anche se, a Milano, non sarebbe la prima volta che qualcuno si denuda per strada, mostrando anche ben più di quanto lasciato in mostra dai partecipanti al curioso falsh mob.
Solo per fare qualche esempio, solo lo scorso settembre fu una 46enne tedesca che, al parco Sempione, si è levata tutti i vestiti perché “voleva ballare”.
Ma non sono mancati anche casi più eclatanti, come l’uomo entrato completamente nudo in una farmacia di viale Corsica (dopo aver fatto pipì sulla fiancata di un’automobile), o il ladro che, in piazza Lima, per rubare un iPhone a una ragazza le si è parato davanti e, come in un film, ha aperto l’impermeabile mostrandosi come mamma l’ha fatto, lasciando di sasso la vittima e strappandole di mano, in questo modo, l’agognato smartphone.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here