Controlli Polizia Milano, bilancio attività quartieri Lorenteggio e Ticinese

Servizi settimanali e straordinari di controllo del territorio; fondamentali anche le segnalazioni dei cittadini

Nell’ambito dei servizi disposti dal Questore di Milano Marcello Cardona e realizzati dall’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura, in sinergia con i Commissariati di PS competenti sulle aree per lo specifico intervento, sono state impiegate in maniera mirata numerose e diversificate risorse al fine di realizzare le più efficaci azioni di contrasto ai fenomeni che maggiormente determinano allarme sociale e senso di insicurezza nei cittadini.
Nell’individuazione degli specifici obiettivi si è prestata attenzione non solo a quanto direttamente riscontrato nel corso del quotidiano lavoro degli equipaggi sul territorio, ma anche alle indicazioni pervenute direttamente da singoli cittadini o da associazioni, spesso veicolate per il tramite degli organi rappresentativi del Municipi cittadini.
In quest’ottica, particolare attenzione è stata rivolta ad alcune zone nella competenza dei Commissariati Ticinese, Lorenteggio, modulando anche gli orari di intervento e le risorse impiegate in relazione alla tipologia di problematica da contrastare.
Nello specifico, in zona Ticinese sono stati segnalati estemporanei accampamenti di nomadi con furgoni e camper in alcune vie periferiche del quartiere (via Curiel e dintorni) nonché la presenza di vari esercizi commerciali frequentati da persone dedite ad attività illecite o comunque moleste. Pertanto nel pomeriggio del 30 ottobre è stato predisposto un articolato intervento che ha consentito di procedere al controllo di :142 persone, sia italiani che stranieri, molti dei quali con precedenti di polizia; 26 veicoli, con la contestazione di 3 violazioni al CdS. Nella circostanza, 4 cittadini italiani sono stati segnalati ai sensi dell’art. 75 DPR 309/90 e sono stati sequestrati 8,2 gr di hashish a loro carico. Altri 3,1 grammi di hashish sono stati sequestrati a carico di ignoti.
Nel corso del controllo dell’estemporaneo accampamento nomade, 1 cittadino rumeno è stato accompagnato perché destinatario di due mandati di cattura da parte del Tribunale di Pavia. Sono stati controllati 5 esercizi commerciali (1 sala slot, 3 bar ed 1 centro massaggi); nel corso del controllo sono state elevate 3 contestazioni di carattere amministrativo per un totale di 1932,00 euro.
Analogo servizio è stato predisposto nel pomeriggio del 31 ottobre nella zona di competenza del Commissariato Lorenteggio, per la quale sono pervenute innumerevoli segnalazioni di criminalità diffusa. Qui si è proceduto al controllo di 62 persone, sia italiani che stranieri, e 102 veicoli anche con l’ausilio del sistema Mercurio. Nello specifico, sono stati effettuati posti di controllo in via Bagarotti ang. Valsesia; via Forze Armate ang. via Creta; via Forze Armate ang. via Civitali.
Sono stati, altresì, controllati 3 bar ed è stato notificato ad un cittadino romeno un Provvedimento di Ordine di esecuzione.
Parallelamente, si è ritenuto di predisporre anche servizi più squisitamente di Polizia Giudiziaria, che, facendo tesoro anche delle informazioni acquisite nel corso dei servizi di controllo del territorio, potessero concorrere al contrasto di fenomeni criminali riscontrati in alcune zone, coordinandosi al riguardo con personale della Squadra Mobile.
Nella settimana in corso è stata dedicata una particolare attenzione allo spaccio di sostanze stupefacenti, in data 30 ottobre presso i Bastioni di Porta Venezia e vie limitrofe, in data 2 novembre presso le colonne di San Lorenzo Presso i bastioni è stato possibile procedere all’arresto per spaccio di sostanza stupefacente di un cittadino Ghanese del 1985, precedenti specifici, irregolare sul territorio nazionale – che gli operanti in abiti civili hanno sorpreso mentre cedeva qualcosa a due ragazzi, i quali sono stati trovati in possesso rispettivamente di 1,4 e 1,3 gr. di marijuana e pertanto erano sanzionati ai sensi dell’art. 75 dpr 309/1990.
Nell’occasione sono stati accompagnati in Questura un cittadino del Salvador, risultato inottemperante ad un ordine del Questore, e un Marocchino irregolare.
Il servizio è stato supportato da personale di uniforme delle Bike, il quale, nel monitoraggio della zona limitrofa a quella in cui operava personale in abiti civili, in p.zza Oberdan ha sottoposto a controllo un giovane minorenne milanese del 2000 a Milano già sanzionato ex art. 75 dpr 309/1990, il quale tentava di allontanarsi dalla zona con fare sospetto. Questi è stato trovato in possesso di una busta contenente 23,5 gr di sostanza stupefacente del tipo marjuana e 170 euro in contanti.
Da un controllo successivo altra marijuana, del peso 37gr. suddivisa in due buste di cellophane, veniva rinvenuta occultata negli slip del giovane, mentre la perquisizione domiciliare dava invece esito negativo.
Per quanto suindicato, il ragazzo è stato tratto in arresto per il reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.
Nella serata del 2 novembre, analogo servizio finalizzato al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanza stupefacente è stato svolto presso le Colonne di San Lorenzo. Qui il personale in abiti civili ha tratto in arresto un cittadino senegalese del 1989 con precedenti specifici e irregolare sul territorio nazionale, e con divieto di dimora a Milano. È stato sorpreso a cedere 1,5 di sostanza stupefacente tipo marijuana per la somma di 20,00 euro a due giovani ventenni italiani, poi segnalati amministrativamente come assuntori.
Nell’occasione sono stati, altresì, denunciati due cittadini nigeriani, uno del 1990 ed uno del 1994, entrambi irregolari e per questo accompagnati e messi a disposizione dell’Uff. Immigrazione, a cui era stata immediatamente passata la somma di denaro provento dell’illecita vendita e che sono stati trovati in possesso di ulteriori 60,00 euro in banconote di piccolo taglio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here