Arrestato rapinatore via Bacchiglione, aveva colpito una ragazza con un cacciavite facendola finire in coma

Il drammatico episodio risale allo scorso 13 novembre in zona Corvetto.

 

Una giovane studentessa di 22 anni, Marta M., ucraina, si trovava in via Bacchiglione quando è stata aggredita di prima mattina.

 

La ragazza aveva tentato di ribellarsi e, per questo, l’uomo l’aveva picchiata fino a farle perdere l’equilibrio, colpendola con un cacciavite alla tempia e provocandole in questo modo una gravissima emorragia interna.

 

L’aggressore si era poi dileguato con la borsa della vittima, mentre questa veniva soccorsa e portata al Policlinico, dove era stata subito operata.

Ora, dopo indagini serrate,  gli Inquirenti sono risaliti a Ahamed M.A., egiziano, 33 anni, al quale ieri mattina è stata notificata un’ordinanza di custodia cautelare per tentato omicidio e rapina

 

L’uomo, infatti, il giorno successivo all’aggressione aveva compiuto una rapina in viale Ungheria, a seguito della quale era stato trovato in possesso della sim della sua precedente vittima e portato a San Vittore.

 

Secondo quanto emerso, inoltre, l’aggressore è un clandestino senza fissa dimora, con precedenti per:

  • rapina,
  • furto,
  • ricettazione,
  • stupefacenti,
  • occupazione abusiva.

 

A lui sembrerebbero imputate altre 2 rapine consumate ai danni di altrettante donne tra settembre e ottobre 2010.

 

Leggi anche:

Ragazza scippata via Bacchiglione, Corvetto, è stata operata alla testa d’urgenza e sta meglio

Ragazza rapinata e accoltellata corso Lodi, una 25enne ha reagito al suo aggressore ed ha rimediato una coltellata a una coscia

Scippo viale Scarampo, ventenne derubata nel cuore della notte

Operatore amsa impedisce aggressione piazza delle Milizie, zona Navigli

Rapinata corso Lodi sbatte testa su panettone di metallo

Ragazza scippata viale Lombardia

Via Pietrasanta, chiedono un’informazione ma è solo una scusa: ragazza malmenata e rapinata nella notte


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here