Emporio Armani 7 Milano – Maccabi Tel Aviv 89-82, dettagli

Milano – Al Forum di Assago è tempo di Eurolega. L’Emporio Armani Milano esordisce davanti al proprio pubblico nel primo turno della competizione europea contro il blasonato Maccabi Tel Aviv.

 

Meglio di così non poteva cominciare il cammino europeo biancorosso. I ragazzi di coach Scariolo, infatti, si impongono 89-82 sui vice campioni d’Europa. Trascinati da un superlativo Malik Hairston (25 punti, 4 rimbalzi e 6 assist) e da un Gallinari in grande spolvero (23 punti, 7 rimbalzi e 7 assist), i meneghini sfoderano una prestazione di carattere, mettendo a tacere le critiche post-Pesaro.

 

Coach Scariolo deve rinunciare a Stefano Mancinelli, messo ko da un’attacco febbrile. Nel quintetto titolare parte Danilo Gallinari, insieme a Fotsis, Bourousis, Nicholas e Cook. Primo quarto combattuto. Gli ospiti siglano il primo canestro con Schortsanitis, rispondono i padroni di casa con Bourousis che firma 9 punti per i suoi. Milano sembra controllare la gara, i ragazzi di coach Scariolo si portano sul 14-7 grazie ai canestri di Gallinari, Radosevic e Fotsis. Risponde Tel Aviv con un parziale di 12-0, guidati da Papaloukas e Blu, autore di una tripla. Primo quarto che vede avanti il Maccabi 19-17.

 

Nel secondo quarto, lo spettacolo non manca. Il Maccabi Tel Aviv prova a prendere il largo sulle ali dell’entusiasmo del primo quarto. Capitan Mason Rocca smorza gli animi della formazione israeliana dando il via alla rimonta “Armani”. Apre le danze Giachetti con una tripla, seguono Gallinari ed il neo entrato Hairston, autore di 12 punti, ribaltando così il parziale a proprio favore: 32-29. Tel Aviv risponde a tono grazie alla vena realizzativa di Schortasanitis e Eliyahu: 37-38. Hairston firma da due, mentre Gallinari sfrutta a dovere due tiri liberi che valgono il vantaggio prima dell’intervallo. EA7 avanti 41-38.

 

Al rientro dall’intervallo la gara mantiene il ritmo dei primi 20 minuti. Tel Aviv prova subito a rientrare in gara, Milano, invece, a prendere il largo sugli avversari. Si gioca punto a punto prima che Gallinari porta l’ EA7 avanti di 3 lunghezze. Hairston mette la freccia e i biancorossi aumentano il vantaggio. Eliyahu tiene a galla i suoi mantenendo il parziale costante di sei punti. Il roster di Scariolo a metà terzo quarto prendi decisamente il largo: 61-50 a tre dal termine, Hairston e Nicholas chiudono il tempo consentendo a Milano di avere un margine di vantaggio cospiquo: 65-52.

 

L’ultimo quarto segue la scia dei precedenti dieci minuti, ovvero Milano con in mano il pallino del gioco. Hairston conferma il 100% dai tiri da due. Blu firma due triple consecutive, spezzando il ritmo meneghino e portando Maccabi a ridosso di Milano. Scariolo chiama il time-out. Fotsis e Gallinari eseguono gli ordini del coach e Milano è nuovamente in vantaggio di 9 lunghezze. Cook porta i suoi a + 13 sugli avversari quando mancano due minuti alla fine. Il Maccabi tenta in tutti i modi di rientrare in partita con quattro punti consecutivi. Nel finale Milano è avanti 87-79 ma subisce la timida rimonta israeliana. Al 40′ il risultato finale parla chiaro: 89-82 per Milano.

 

Emporio Armani 7 Milano – Maccabi Tel Aviv 89-82

  • EA7 Milano: Giachetti 3, Hairston 25, Gallinari 23, Fotsis 4, Cook 6, Nicholas 3, Rocca 10, Filloy, Bourousis 13, Melli, Radosevic 2, Viggiano. Coach: Scariolo
  • Maccabi Tel Aviv: Papaloukas 13, Hendrix 6, Smith 2, Blu 16, Eliyahu 23, Farmar 6, Pnini 2, Burstein 4, Ohayon, Schyer, James 2 , Schortasanitis 9. Coach: Blatt.
  • Arbitri: Hierrezuelo (Spa), Viator (Fra), Shulga (Ucr).

 

Giovanni Parisio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here