Milan – Chievo 5 a 1 Serie A undicesima giornata, è veramente iniziata la nuova stagione

Allenamenti MilanI rossoneri riscoprono il pentagono d’oro: Montolivo, Emanuelson, Bojan, El Shaarawi e Pazzini. Cinque giocatori e cinque reti per annientare un Chievo mai in partita. È il miglior Milan della stagione: buon primo tempo e secondo tempo ottimo. È iniziata la stagione del Diavolo.

 

Allegri, reduce da quattro punti nelle ultime due partite, è costretto ad un nuovo cambio modulo a causa della squalifica di Bonera; si torna, quindi, al 4-2-3-1 con Abate, Mexes, Zapata e Constant davanti ad Amelia. A centrocampo spazio a Montolivo ed Ambrosini con Emanuelson, Bojan ed El Shaarawi alle spalle dell’unica punta Pazzini.

 

I gialloblu di Corini, invece, puntano sul tridente offensivo con Luciano e Thereaù a supporto di Pellissier. Centrocampo con Guana, Papp ed Hatemaj. In difesa, davanti a Sorrentino, spazio a Frey, Dainelli, Andreolli e Dramè.

 

Inizia subito bene il Milan; al 2’ spunto dalla destra di Bojan e cross in mezzo per Pazzini che, però, non riesce a trovare l’impatto con la sfera. Due minuti dopo primo giallo del match: lo prende Dramè che blocca con un braccio una ripartenza rossonera.

 

Al 6’ ancora Pazzini pericoloso; il suo tiro, però, termina alto. Al 13’ ci prova El Shaarawi: nessun problema per Sorrentino. Al 16’ arriva il vantaggio rossonero: Emanuelson sfrutta al meglio una brutta respinta della difesa clivense e va al tiro con il mancino: palla sporcata che si insacca alle spalle di Sorrentino.

 

Nemmeno il tempo di esultare ed arriva il pareggio dei gialloblu; due minuti dopo sul calcio d’angolo regalato da Zapata, Pellissier in anticipo supera El Shaarawi e manda in rete. Altro gol su palla ferma subito dal Diavolo.

 

I rossoneri sembrano accusare il colpo; in questa fase centrale del primo tempo sono gli ospiti a fare la partita manovrando a centrocampo. Al 26’ affondo di Abate e palla in mezzo per Emanuelson che, in scivolata, manca l’aggancio. L’olandese era comunque in fuorigioco.

 

Al 30’ pessimo schema rossonero su un calcio di punizione; palla che arriva a Mexes che, dal limite dell’area, svirgola malamente. Al 35’ si rende pericoloso il Chievo con Thereau che, di destro, impegna Abbiati. L’estremo difensore si rifugia in angolo.

 

Sulla battuta del corner scatta la ripartenza rossonera con El Shaarawi che, dalla sinistra, trova in mezzo Montolivo. Il centrocampista ex Viola, dai ventidue metri, va al tiro: palla sporcata da Andreolli che termina in rete. 2 a 1 per il Milan.

 

Con il nuovo vantaggio, gli uomini di Allegri sembrano giocare con maggiore leggerezza ed al41’trovano la terza rete con Bojan che, da fuori area, va al tiro. L’ex Barcellona sigla la sua prima rete con la casacca del Milan.

 

Il primo tempo si chiude qui; nonostante la classica disattenzione difensiva che ha consentito agli ospiti di superare Abbiati, il Milan è riuscito a siglare tre reti con Emanuelson, Montolivo e Bojan.

 

La ripresa inizia senza alcun cambio e con un Milan subito in avanti; al 48’ bel cross di Abate per Pazzini che, però, arriva anche questa volta in ritardo. Al 53’ i rossoneri si fanno pericolosi su calcio d’angolo: schema e palla che arriva a Mexes. Il destro del francese si spegne alto.

 

Al 55’primo cambio per Corini: esce Luciano, spento e poco pungente, ed entra Rigoni. Al 57’Abate, dalla destra, lascia partire un bel cross che si spegne sul viso di Dramè. Il difensore clivense rimane a terra intontito ed è costretto ad uscire dal campo. Al suo posto entra Stoian.

 

Al 65’bella avanzata di El Shaarawi che, dalla sinistra, mette in mezzo per Pazzini. L’attaccate rossonero, da buona posizione, spara alto. Al 68’ primo cambio anche per Allegri: è Boateng a subentrare al posto di Emanuelson.

 

Al 70’ ottima palla gol per il Milan: Constant mette in mezzo per El Shaarawi. Il Faraone, dopo essersi fatto tutto il campo, calcia a botta sicuro con il piattone sinistro, ma la conclusione va a lambire il palo.

 

Al 71’terzo ed ultimo cambio per Corini: entra Di Michele al posto di Pellissier. La supremazia territoriale del Diavolo emerge con chiarezza al 75’ quando El Shaarawi manda in rete un bel cross di Abate, finalmente propositivo e offensivo.4 a1 a San Siro.

 

Due minuti dopo entra De Jong al posto di Montolivo. All’82’ cross al bacio di El Shaarawi che, dalla propria metà campo, pesca Boateng in area di rigore. Il ghanese, di prima intenzione, calcia al volo: palla sopra la traversa.

 

All’86’ terzo ed ultimo cambio per il Milan; esce Abate ed entra il giovane De Sciglio. Nei minuti finali c’è spazio per il Pazzo: buco della retroguardia clivense e Bojan pesca El Shaarawi che, di destro, trova la punta ex Inter che insacca.

 

Finisce così, 5 a 1 a San Siro. Ottima ripresa del Milan che mostra, finalmente, sprazzi di vero gioco. Ottima prestazione di Ambrosini, finalmente leader di una squadra che, da adesso, può guardare al futuro con più ottimismo. Il terzo posto potrebbe non essere più una chimera.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Analisi Juventus – Inter 3 novembre 2012 Serie A, precedenti, curiosità e probabili formazioni

Inter Sampdoria 3 a 2 Serie A decima giornata, Stramaccioni continua a vincere cronaca, pagelle e commenti post gara

Palermo Milan 2 a 2 Serie A decima giornata, reazione rabbiosa dei rossoneri

Gol fantasma, Fifa ufficializza i sistemi elettronici: cosa sono e quanto costano gli Hawk-Eye e GoalRef

Paulinho, Basta e Giuseppe Rossi all’Inter: ecco i colpi per gennaio 2013

Calciomercato Milan, i motivi dietro alle scelte di compravendita della società, attraverso l’analisi economico-finanziaria dell’impero Berlusconi

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here