Ibra: un’utopia chiamata Champions

Dopo il ritorno dei quarti di finale di Champions, contro il Barça dei fenomeni Messi, Xavi e compagni, ancora una certezza si palesa agli occhi del centravanti svedese: la Champions League rimarrà utopia anche stavolta.

 

Non è bastato un gol al Parco dei Principi, all’andata, e un assist per il gol di Pastore, stavolta al Camp Nou, per sfatare il tabù europeo che ormai sembra essere fatale a Ibrahimovic come la Kriptonite per Superman.

 

L’assist di David Villa per Pedro al 71’ ha vanificato la rincorsa della compagine parigina verso le semifinali che, ora, vedranno i neo campioni di Germania, Bayern Monaco e il Borussia Dortmund, contendere l’alloro di campioni d’Europa alle due nobili spagnole, Barcellona e Real Madrid.

 

Dunque l’ennesimo smacco europeo per Ibra: trasferitosi l’estate scorsa nel ricco Psg degli sceicchi del Qatar, insieme col perno della difesa milanista Thiago Silva e altri nomi altisonanti quali LavezziVerratti e, dulcis in fundo, Beckam e Lucas, lo svedese dovrà “accontentarsi” di vincere l’ennesimo campionato, nell’ennesimo paese diverso.

 

Certo, per dirla alla Mourinho, un “titulo” è sempre un “titulo” qualunque esso sia ma, la Champions nella bacheca del Psg avrebbe potuto dare  a Ibra una notevole chance per aggiudicarsi un altro mancante premio prestigioso nella bacheca dello svedese: il Pallone d’oro. Sarebbe stata la consacrazione definitiva, dato che la nazionale svedese, da tempi immemorabili priva di fenomeni come il trio Gre-No-Li e Skoglund, non potrà mai garantirgliela sia in ambito europeo che mondiale.

 

Comunque sia il palmares di Zlatan Ibrahimovic resta lo stesso di altissimo profilo, grazie ai titoli nazionali vinti un po’ in tutta Europa e, in fondo, può consolarsi al pensiero di altri celebri campioni come ZicoSocratesFalcao e Cerezo che con la nazionale verdeoro, specie quella del 1982 nel mondiale in Spagna, non sono riusciti mai ad alzare al cielo la Coppa del Mondo, trofeo vitale e non solo semplicemente glorioso per la compagine verdeoro ancor prima dei tempi di Pelè.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Anteprima Inter – Roma Coppa Italia ritorno Semifinale 17 aprile 2013, analisi, precedenti, probabili formazioni e curiosità

Milan – Napoli 1 a 1 Serie A trentaduesima giornata, Pandev risponde a Flamini

Polemica Milan – Inter, Bonolis sul rigore della discordia: “Vogliono portare il Milan in Champions”

Infortunio Palacio Inter, fuori almeno per due settimane, tutti i dettagli

Ugo Grassi