Scambio Inter Milan: Ranocchia per Boateng, Kuzmanovic per Nocerino. Tutte le news

Boateng 2012Sia chiaro: l’ipotesi prenderà forma solamente nel calciomercato post-ferragostiano, ma le due squadre milanesi ci stanno lavorando sin da ora. Gli scambi tra Inter e Milan sono, per gli addetti al lavoro, un must. Solamente 11 mesi fa prendeva forma quello tra Pazzini e Cassano, con conguaglio in favore della società neroazzurra. Quest’anno i nomi in palio sono addirittura quattro: Kuzmanovic e Ranocchia da una parte e Boateng e Nocerino dall’altra. Vediamo i dettagli nelle prossime righe.

 

LA VOLONTA’ DI NOCERINO… – “Mazzarri l’ha già cercato due volte in passato, quando era al Napoli. Per questo tra le possibili alternative al Milan, la pista nerazzurra sarebbe la più facilmente percorribile”.

– Le parole di Marco Sommella, procuratore di Nocerino, sono sufficientemente eloquenti. Nocerino vuole cambiare aria ed in caso di cessione il ‘salto del Naviglio’ sarebbe una strategia sicuramente attuale ed attuabile. Certo è lo stesso procuratore ad affermare che “per il momento non c’è niente, ma da qui al 3 settembre può succedere di tutto”.

– Eh sì, da qui al 3 settembre può succedere di tutto e Nocerino è abituato a traferimenti lampo in extremis. Basti pensare a due estati fa: era il 31 agosto 2011 quando il mediano passava, nelle ultime ore utili, dal Palermo al Milan.

– Da lì a poche settimane conquistò la fiducia di mister Allegri e la simpatia dei tifosi rossoneri inanellando prestazioni eccelse in termini di corsa e rendimento: 11 i gol nella sua prima stagione rossonera, con 48 presenze. Decisamente peggiore l’ultima annata, dove il classe ’85 ha totalizzato 29 gettoni con soli 2 gol.

 

… E L’IDEA DELLO SCAMBIO – Insomma: Nocerino vuole andare via; Mazzarri l’ha già cercato in passato; l’Inter è una meta gradita. Fare uno più uno sembra facile. Difficile, invece, pensare che i neroazzurri possano mettere sul piatto 4-5 milioni di euro per acquistare il mediano originario di Napoli.

– Più probabile, invece, l’idea dello scambio. Il nome percorribile, che potrebbere fare il tragitto inverso, è quello di Kuzmanovic. Il serbo, classe ’87, è risbarcato in Italia pochi mesi fa; era il gennaio del 2013 quando l’ex Fiorentina, dopo una parentesi poco felice allo Stoccarda, ha deciso di vestire la casacca neroazzurra.

– Con Stramaccioni non ha mai convinto. Solo 13 le presenze in Serie A con 891 minuti totali (media di 68,54 minuti a match) e nessuna rete.

– L’Inter lo ha acquisito per 2 milioni di euro. Uno scambio alla pari con Nocerino consentirebbe ad entrambi i club di ottenere una plusvalenza; Nocerino, infatti, venne pagato 500mila euro. L’alternativa a Kuzmanovic, per i rossoneri, è il trequartista Alvarez.

 

NON FINISCE QUI: RANOCCHIA vs. BOATENG – Non solo Kuzmanovic-Nocerino. Inter da una parte e Milan dall’altra presentano nella loro rosa altri giocatori, onerosi, in esubero.

– Da una parte troviamo Ranocchia, chiuso da Campagnaro e dal possibile acquisto di Dragovic; dall’altra c’è Boateng, autore di una pessima stagione e messo in secondo piano da Saponara ed Honda.

– Imbastire uno scambio tra il difensore neroazzurro ed il trequartista rossonero non è certo facile, ma la fantasia delle due dirigenze non ha freno. Basti guardare quanto successo l’anno scorso con Pazzini-Cassano. Chi si sarebbe aspettato che un’affare di questo tipo andasse veramente in porto?

– Qui, però, i rossoneri dovrebbero aggiungere del cash al ghanese. L’Inter valuta l’ex Bari 15 milioni di euro, mentre il Milan valuta l’ex Portsmouth 10 milioni di euro. Con 4-5 milioni di euro in favore del Biscione l’affare si potrebbe chiudere. Magari nelle ultime ore della sessione estiva di mercato.

 

LA STORIA DEGLI SCAMBI – Tutto ebbe inizio negli anni ’80, quando l’Inter di fronte alla scelta tra Franco e Giuseppe Baresi decise di tenere il secondo. Il primo andò in via Turati e tutti sappiamo come finì. Percorso inverso, anche qui senza scambio, fece Collovati che rinnegò il Milan e si vestì di Inter. Senza dimenticare Ganz: “el segna semper lu” passò dal neroazzurro al rossonero.

– La storia degli scambi, invece, è più recente. E’ il 2001 quando Pirlo passa al Milan ed Ancelotti ne fa il regista di centrocampo più forte al mondo. All’Inter andarono Brncic 35 miliardi di lire.

– Non contenti, i neroazzurri decisero di replicare un anno dopo: ed ecco nascere e concretizzarsi lo scambio tra Seedorf e Coco. L’italiano e l’olandese diventarono, in breve tempo, la colonna portante di un Milan, quello di Carletto Ancelotti, che di lì a poco avrebbe vinto tutto.

– Finale molto simile, a vantaggio del Milan, anche nell’ultima operazione. Cassano all’Inter con 7 milioni per Pazzini. Un affare venne etichettato dai tifosi interisti; etichetta che, in pochi mesi, passò di sponda. Pazzini ha chiuso la stagione con 16 gol, molti dei quali decisivi, in 37 partite; Cassano ha totalizzato 9 gol, 15 assist, una lite con Stramaccioni e qualche infortunio di troppo.

 

NON RESTA CHE ATTENDERE – A guardare la storia, in casa Inter farebbero bene a non cercare più scambi con il Milan. L’idea, però, è che questa doppia operazione possa concretizzarsi davvero.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Ambrosini lascia il Milan e va alla Fiorentina, rinnegando il passato e tirando frecciate sul finale della scorsa stagione

Raduno Milan 8 luglio 2013: le parole di Berlusconi, Galliani ed Allegri; la presentazione di Poli e Saponara; le questioni Ljajic e Honda

Calciomercato 2013: Cassano al Parma, Belfodil all’Inter, Ambrosini alla Fiorentina, Flamini lascia il Milan, ma arriva Poli

El Shaarawi resta al Milan, arriva la conferma di Galliani. Dettagli e prospettive future, cosa succederà?

Calciomercato Inter, si punta a Danilo, Dragovic e Rojo per la difesa, ma attenzione alla possibile partenza di Handanovic

Offerta Thohir per comprare l’Inter, a Moratti 260 milioni di euro per l’80% del club dettagli, offerta e sviluppi

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here