Malta – Italia 0 a 1 Qualificazione Europei Girone H, Pellè decisivo all’esordio

Graziano PellèI passi avanti ci sono e si vedono, ma le vittorie risicate contro Azerbaigian, 2 a 1, e Malta, 0 a 1, non fanno certo esaltare. L’Italia di Conte è senza dubbio pratica, pragmatica ed efficiente, ma un po’ più di spettacolo non guasterebbe di certo. Oggi decide Pellè (nella foto, ndr), ma sono ben quattro i legni colpiti dagli Azzurri.

 

Dopo la sofferta vittoria di Venerdì contro l’Azerbaigian, l’Italia affronta la terza gara di Qualificazione agli Europei 2016 di Francia in quel di Malta contro la selezione locale.

 

Conte ridisegna, almeno parzialmente, l’undici da mandare in campo. Davanti, al fianco di Immobile, spazio all’esordio di Pellè. A centrocampo Candreva e Pasqual sugli esterni con Verratti al posto di Pirlo al fianco di Florenzi ed Aquilani. In difesa, davanti a Buffon, dentro Darmian, Bonucci e Chiellini.

 

Dopo pochi secondi subito Azzurri pericolosi: Candreva vola sull’out di destra e crossa in mezzo per Immobile che calcia a lato. Passano due minuti e ci prova Florenzi su assist dell’ex attaccante del Torino: sfera fuori di poco.

 

All’11’ si fa vedere anche Immobile, il più attivo tra le file Azzurre in questo inizio, ma Camilleri respinge la sfera. Al 15′ prima occasione da rete per Malta: Failla calcia da fuori area e la sfera, deviata, lambisce il palo.

 

Al 18′ grande chance per Pellè che, anticipando tutti di testa, colpisce la traversa su cross di Pasqual. Passano pochi secondi e un altro legno ferma l’Italia: questa volta è il palo a dire no a Chiellini, anche lui pericoloso di testa.

 

Al 23′ l’Italia legittima la superiorità di questa prima metà di tempo: calcio d’angolo battuto da Pasqual e sfera che termina a Pellè che deposita in rete. 1 a 0 per gli uomini di Conte.

 

Malta fatica a reagire ed al 27′ si trova addirittura in dieci uomini per un cartellino rosso sventolato dal romeno Hategan a Mifsud che commette un brutto fallo su Florenzi a metà campo.

 

Nei minuti successivi il ritmo cala vistosamente e anche l’Italia rinuncia a giocare. Prima della fine del tempo c’è spazio per un giallo a Briffa e a Darmian per falli commessi a centrocampo. Poi al 44′ ci riprova Pellè, ma il suo colpo di testa termina a lato.

 

Dopo un minuto di recupero finisce la prima frazione di gioco. Italia che va negli spogliatoi in vantaggio di una rete grazie al gol al debutto di Pellè, bravo e lesto a ribadire in rete dopo una mischia sugli sviluppi di calcio d’angolo. Padroni di casa in dieci per il rosso a Mifsud.

 

La ripresa inizia con una traversa colpita dall’Italia: questa volta è Candreva a centrare il legno con una bella conclusione dal limite dell’area. Al 53′ altra chance per gli Azzurri: Verratti trova Immobile che cerca di sorprendere l’estremo difensore di testa. Sfera che termina tra le braccia di Hogg.

 

Al 59′ primo cambio per Conte: dentro Aquilani per Florenzi; poco dopo dentro anche Giovinco al posto di Immobile, uno dei migliori in campo questa sera. Al 72′ ci prova Giovinco, ma il suo mancino non trova fortuna.

 

Al 73′ viene a ristabilirsi la parità numerica: rosso diretto per Bonucci che atterra Schembri mentre si stava involando, tutto solo, verso la porta difesa da Buffon. Italia in dieci.

 

Ora il ritmo è calato in maniera ancora più netta. Al 76′ terzo ed ultimo cambio per Conte: esce Pellè, mattatore della serata, ed entra Ogbonna per ritrovare solidità difensiva dopo il rosso a Bonucci.

 

Nei minuti finali l’Italia mette in campo una bella trama di possesso palla e addormenta il gioco senza correre alcun tipo di rischio, al contrario di quanto era avvenuto Venerdì scorso contro l’Azerbaigian.

 

Al 91′ l’ultima chance del match: verticalizzazione dell’Italia e palo colpito da Giovinco. Con questo fanno quattro i legni centrati dagli Azzurri: due traverse, Pellè e Candreva, e due pali, Chiellini e Giovinco.

 

Dopo tre minuti di recupero il romeno Hategan manda tutti negli spogliatoi. L’Italia espugna Malta con un risicato 1 a 0 grazie alla rete al debutto di Pellè. Azzurri senza dubbio più solidi e concentrati di Venerdì, ma il bel gioco promesso e invocato da Conte è ancora parecchio lontano.

 

Italia che si mantiene in testa al girone a punteggio pieno dove trova anche la Croazia che ha travolto l’Azerbaigian per 6 a 0. Cerca di rimanere in scia la Norvegia che batte 2 a 1 la Bulgaria e si porta a quota 6.

 

Si tornerà in campo tra un mese circa, Domenica 16 Novembre, per sfidare la Croazia al Meazza di Milano.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Italia – Azerbaigian 2 a 1 Qualificazioni Euro 2016 Francia girone H, la punta è Chiellini

Infortunio Osvaldo Inter, starà fuori un mese. Nuovi problemi per Mazzarri

Convocati Italia Conte per Amichevoli contro Azerbaigian e Malta, analisi e programma degli Azzurri

Finale Champions League 2016 San Siro Milano e Euro 2020 a Roma, tutti i dettagli

Chiusura calciomercato Milan e Inter 2014, arrivano Van Ginkel e Bonaventura, sfuma Biabiany e parte Cristante Sintesi

Matteo Torti

Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here