Celtic – Inter 3 a 3 andata Sedicesimi di finale Europa League, ritorna la “pazza Inter”

Roberto ManciniForse un passo indietro, soprattutto in fase difensiva, rispetto alle sfide contro Palermo e Atalanta, ma comunque un risultato positivo. Espugnare il Celtic Park non era facile, ma l’Inter fino al 93′ ce l’aveva fatta. La rete negli ultimi secondi di Guidetti cambia tutto, ma in ottica gara di ritorno cambia poco. L’Inter si riscopre bella in attacco e si conferma troppo fragile dietro. Lunedì la trasferta di Cagliari, poi giovedì il ritorno a San Siro.

 

Tutto confermato per Roberto Mancini che affronta la sfida d’andata in terra scozzese con il 4-3-1-2 che vede Shaqiri alle spalle di Palacio e Icardi. Centrocampo con Guarin confermatissimo al fianco di Medel e Kuzmanovic. In difesa, davanti a Carrizo, spazio per Campagnaro, Juan Jesus, Ranocchia e Santon.

 

Inizia molto forte l’Inter; al 4′ arriva il vantaggio grazie a una grande azione aperta da Kuzmanovic e chiusa in modo molto cinico da Shaqiri che ribadisce in rete la sua conclusione dopo la prima ribattuta di Gordon. Pochi minuti e neroazzurri subito in vantaggio.

 

Il Celtic prova a reagire, ma è sempre l’Inter ad offendere. All’11’ ancora Kuzmanovic protagonista di una bella azione, ma la sua conclusione termina al di sopra della traversa.

 

Poco male visto che la squadra di Mancini trova il raddoppio solamente due minuti dopo: è il 13′ quando Palacio approfitta di un fuorigioco mal interpretato dagli scozzesi e firma lo 0 a 2.

 

Grande avvio dell’Inter che ha annichilito gli scozzesi, approfittando di un approccio alla sfida non certamente adeguato da parte dei padroni di casa. Al 17′ ci prova anche Icardi, ma la sua conclusione è troppo centrale.

 

Al 21′ il Celtic si fa vedere per la prima volta nella metà campo avversaria: cross per Matthews con Carrizo che esce e blocca la sfera. Al 24′ il Celtic, alla prima vera occasione da rete, riesce a trovare la rete dell’1 a 2: Kuzmanovic si lascia scappare Armstrong che si invola nell’area neroazzurra e deposita in rete.

 

Passano pochissimi secondi e i padroni di casa arrivano al 2 a 2 vanificando quanto di buono fatto dall’Inter nei minuti precedenti: dormita difensiva di Ranocchia e Campagnaro e Celtic che ne approfitta con Armstrong. Doppietta per lui che beffa Carrizo con un bel tiro.

 

Ora l’inerzia del match è tutta in favore degli scozzesi: al 32′ ci prova Johansen, ma Carrizo lo ferma in uscita. Poi Ranocchia allontana. Al 37′ ci prova Griffiths, ma il suo termina termina ampiamente a lato. Inter totalmente impaurita.

 

Al 37′ primo cartellino del match: Vad estrae il giallo per Shaqiri che simula un contatto con Izaguirre. Al 45′, a pochi secondi dal fischio finale del primo tempo, l’Inter torna in vantaggio grazie a Palacio che sfrutta al meglio un errore di Gordon e deposita in rete agevolmente.

 

Finisce sul 3 a 2 per l’Inter un primo tempo ricco di gol e spettacolo; un primo tempo che ha visto l’Inter dominare nei primi venti minuti, per poi avere un blackout totale e farsi raggiungere sul 2 a 2. Solamente una doppietta di Palacio, con il secondo gol nel finale, consente di mantenere il vantaggio.

 

La ripresa inizia senza cambi. Al 49′ ci prova Palacio, molto attivo questa sera, ma il suo tiro è troppo debole e Gordon blocca senza problemi. Al 53′ ci prova anche Shaqiri, ma l’estremo difensore avversario blocca la sfera.

 

Al 55′ si fa vedere anche il Celtic con Bitton, ma la sua conclusione termina di poco a lato. Al 61′ prima occasione per Guarin: punizione del colombiano che viene bloccata facilmente dal portiere casalingo.

 

Sono minuti molto concitati, ricchi di azioni pericolose da una parte e dall’altra. Al 66′ ci prova Griffiths, ma Carrizo sventa ogni pericolo lasciando il risultato invariato sul 2 a 3. Poco dopo giallo anche per Santon.

 

Al 75′ girandola di cambi: dentro Kovacic per Icardi nell’Inter e Henderson e Guidetti per Armstrong e Griffiths nel Celtic. Passano tre minuti e Mancini inserisce anche Dodò per Kuzmanovic: ora è 3-5-1-1 con il solo Kovacic alle spalle di Palacio.

 

All’80’ ammonito anche Campagnaro. Nei minuti finali succede poco o nulla, ma al 93′ arriva la beffa. E’ Guidetti, da poco entrato in campo, a beffare la linea difensiva neroazzurra superando Ranocchia e depositando in rete. 3 a 3 al Celtic Park.

 

Al Celtic Park termina 3 a 3. Tanti i brividi per gli uomini di Mancini, ma la rete finale sa di beffa. Il cinismo di Shaqiri e, soprattutto, di Palacio hanno fatto la differenza, ma Guidetti al 93′ ha suggellato il pareggio. Ottima la prova de El Trenza, decisamente più in forma e in partita rispetto a quello ammirato nelle ultime settimane.

 

Positive le sfide anche delle altre italiane con il Napoli che ha sconfitto in trasferta per 0 a 4 il Trabzonspor. Pareggio per la Roma, 1 a 1 contro il Feyenoord, per il Torino, 2 a 2 contro l’Atletico Bilbao e per la Fiorentina, 1 a 1 contro il Tottenham.

 

Settimana delicata per l’Inter che è attesa dalla trasferta di Cagliari in Serie A in programma alle 21.00 di lunedì 23 febbraio e dal ritorno dei Sedicesimi di finale di giovedì prossimo, fischio d’inizio per le 19, contro il Celtic.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Atalanta – Inter 1 a 4 Serie A ventitreesima giornata, Mancini vola con Guarin

Inter – Palermo 3 a 0 Serie A ventiduesima giornata, una vittoria importantissima

Anteprima Juventus – Milan sabato 7 febbraio Juventus Stadium, analisi, precedenti, formazioni e arbitro

Chiusura calciomercato invernale 2015, Antonelli e Paletta al Milan, Osvaldo all’Inter ma nulla di fatto con Rolando

Bocchetti e Destro al Milan, Galliani risponde così alle critiche. Tutto sul calciomercato rossonero

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here