Sassuolo – Milan 3 a 2 Serie A trentaseiesima giornata, disastro rossonero

Milan_Calcio_LogoUna partita condizionata dall’arbitro e dalle sue valutazioni sugli episodi decisivi. Inzaghi non utilizza mezze parole in conferenza stampa e si scaglia contro Guida, reo di aver penalizzato pesantemente i rossoneri sui gol del Sassuolo e sulle espulsioni: gol fantasma, gol in possibile fuorigioco e cartellini rossi a Bonaventura e Suso. Il mister dice “Oggi è difficile parlare di calcio”, un commento che ci sembra davvero eccessivo visto la pochezza dei rossoneri.

 

Inzaghi cerca di dare continuità dopo la bella vittoria di una settimana fa contro la Roma. Complice l’assenza per squalifica di Menez, ancora tridente con Honda e Bonaventura ai lati di Destro. Mediana con Poli, De Jong e Van Ginkel, mentre davanti a Diego Lopez spazio per Abate, Alex, Paletta e Bonera.

 

Modulo speculare per Di Francesco che si affida al tridente tutto italiano formato da Berardi, Zaza e Sansone. Centrocampo con Taider, Missiroli e Biondini, mentre davanti a Consigli spazio per Fontanesi, l’ex rossonero Acerbi, Cannavaro e Peluso.

 

 

La partita inizia subito forte con Honda in grande spolvero che prova a sfondare sulla destra sia al 3′ che all’8′, ma in entrambi i casi non trova una bella conclusione.

 

Al 13′, al primo forcing offensivo, il Sassuolo passa in vantaggio. Clamoroso errore di Diego Lopez che non trattiene un facile tiro dalla distanza di Berardi. La sfera, secondo l’arbitro di porta Damato, ha superato la linea. 1 a 0 per gli uomini di Di Francesco.

 

Subito un caso di gol-fantasma: le immagini mostrano che effettivamente c’è ancora qualche centimetro di pallone sulla linea di porta. E questo ci porta a dire che non era gol, ma si parla di una manciata di centimetri. Era davvero difficile vedere il non gol. Nell’occasione giallo per proteste a Bonaventura che, diffidato, salterà la sfida contro il Torino.

 

Il Milan accusa il colpo e si siede; l’unico che sembra più pimpante è Honda che cerca qualche dribbling e cross dalla fascia, ma non riesce a rendersi pericoloso.

 

Rossoneri ancora sotto al 31′ quando Berardi, lanciato in profondità da Missiroli, supera in velocità Paletta e deposita in rete superando Diego Lopez. 2 a 0 e Diavolo davvero in difficoltà che però riesce a reagire quasi subito, accorciando al 33′ con Bonaventura. L’ex Atalanta si accentra dalla destra e batte Consigli. 2 a 1 e match di nuovo in bilico.

 

Al 36′ bella conclusione di Honda che sfiora il 2 a 2 con un sinistro dal limite dell’area respinto da Consigli. Nel finale ammoniti sia Bonera che Missiroli, ma per il resto nulla di fatto. Il Sassuolo fa ritorno negli spogliatoi forte del 2 a 1 grazie alla doppietta di Berardi.

 

Nella ripresa Milan subito più offensivo con Suso che prende il posto di Abate. Ora da terzino agisce Poli, con Suso, Bonaventura e Honda alle spalle di Destro. Un’idea che porta il risultato visto che al 51′ Alex, di testa su cross di Suso, anticipa Consigli e deposita in rete. 2 a 2, si ricomincia da capo.

 

Il Milan sembra essere rientrato in campo con uno spirito diverso, ma al 57′ arriva la prima tegola: secondo giallo per Bonaventura che viene espulso. Rossoneri costretti a giocare in dieci per quasi quaranta minuti.

 

Complice anche l’inferiorità numerica del Diavolo, i ritmi calano e le due squadre faticano a creare nuove occasioni da rete. I tecnici provano qualche cambio come Brighi per Taider e Pazzini per Destro, ma è sempre il Sassuolo a rendersi più pericoloso, come al 76′ quando Berardi, migliore in campo quest’oggi, impegna Diego Lopez.

 

L’appuntamento con la tripletta è solo rimandato di pochi secondi. E’ il 77′ quando il giovane italiano di proprietà della Juventus arriva a tu per tu con Diego Lopez e con un bel rasoterra supera il portiere ex Real Madrid.

 

Inzaghi getta nella mischia anche El Shaarawi, ma l’italo-egiziano finisce nel riassunto solo per un’ammonizione presa pochi istanti dopo. Nel finale c’è tempo solo per la seconda espulsione, quella di Suso che entra in malo modo su Magnanelli, dimostrando la labilità mentale del Milan.

 

Finisce 3 a 2 per il Sassuolo un match ricco di spunti e che farà discutere per gli episodi arbitrali. Inzaghi alza la voce, il club rossonero predica calma e non si lascia andare a nervosismi sterili.

 

Ciò che resta, gol fantasma a parte, è una squadra, quella rossonera, in difficoltà perenne che mette in mostra un rollino di marcia imbarazzante con quattro sconfitte nelle ultime cinque partite. Un vero disastro…

 

Per i tifosi rossoneri l’appuntamento è a domenica prossima quando alle 20.45 il Milan affronterà a San Siro il Torino.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Lazio – Inter 1 a 2 Serie A trentacinquesima giornata, che Hernanes!

Crisi Milan confermato Inzaghi, squalifica di 4 giornate a Menez e presto vendita società a Bee Taechaubol

Nuovo stadio Milan zona Fiera, Fondazione Fiera Milano dice sì. Ecco il progetto

Rinnovo Icardi Inter 2,5 milioni di euro fino al 2019, Kovacic sempre più vicino al Barcellona

Vendita Milan a Bee Taechaubol o Richard Lee? A fine maggio la decisione definitiva

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here