Alessandria – Milan 0 a 1 Semifinale Coppa Italia, decide Balotelli su rigore

Un gol su rigore e poco altro: brutto Milan contro l’Alessandria, l’unica nota positiva è la vittoria

BalotelliContro l’Alessandria serviva ben più della semplice vittoria; era un’occasione per mostrare vivacità e dinamismo, per provare gli automatismi e testare la forma fisica di Boateng, Balotelli e Luiz Adriano. Serviva una prova di forza, serviva la grinta e la capacità mentale di non sottovalutare l’avversario ed entrare in campo determinati. Vittoria a parte, non si è visto nulla di tutto ciò, ecco perché sarebbe bene parlare solo di una bella occasione persa.
Sfida atipica per una semifinale di Coppa Italia, ma che il Milan ha l’obbligo di vincere per il morale e per il prosieguo di questa e della prossima stagione. Mihajlovic cambia molto rispetto alle ultime sfide di campionato lanciando dall’inizio la coppia Balotelli – Luiz Adriano. A centrocampo dentro Boateng al posto di Bonaventura con Poli, José Mauri e Honda. In difesa, davanti ad Abbiati, spazio per De Sciglio, Zapata, Romagnoli e Antonelli.
Al 3’ prima azione offensiva della partita e del Milan: De Sciglio va via sulla destra e mette in mezzo per Balotelli che svirgola da posizione defilata. I ritmi non sono certamente fiammanti: al 12’ altro cross di De Sciglio, ma il cross è troppo lungo per tutti.
Al 16’, visto i pochi spazi, Balotelli cerca la conclusione dai ventidue metri, ma la sfera termina a lato. La risposta dell’Alessandria porta la firma di Marconi, ma la sua conclusione viene accompagnata a lato da Abbiati.
Al 21’ punizione insidiosa dei padroni di casa con Loviso, ma la barriera rossonera alza e manda in corner. Al 26’ palla pericolosa di Honda che cerca in mezzo Luiz Adriano, ma la retroguardia dell’Alessandria riesce a sbrogliare la situazione.
Un minuto dopo piatto molto timido di Balotelli che da ottima posizione colpisce debolmente la sfera; azione interessante, ma emblematica nel vedere quanto manchi la cattiveria agonistica a questa squadra.
Al 32’ azione insidiosa del Milan che ruba palla con Luiz Adriano e va al tiro con Poli prima e De Sciglio poi, ma entrambi gli italiani si imbattono nel muro difensivo dell’Alessandria che cerca il contropiede, ma concludendo alto.
Al 40’ incredibile errore di Balotelli che, dall’altezza del dischetto del rigore, cerca il pallonetto sul portiere avversario, ma calcia a lato. Nell’occasione ottimo assist di Honda.
Al 42’ rigore per il Milan per un netto intervento di Morero, ammonito nella circostanza, su Antonelli in area. Dal dischetto si presenta Balotelli: Vannucchi spiazzato e rossoneri in vantaggio.
Non c’è recupero, finisce qui. Irrati manda tutti negli spogliatoi sul risultato di 1 a 0 per il Milan che sfrutta al meglio un’ingenuità di Morero. Rossoneri, però, autori di una prova ampiamente al di sotto della sufficienza.
Nessun cambio ad inizio ripresa. Al 48’ grandissima occasione per Honda che, su un rigore in movimento, colpisce in pieno Sabato e sbaglia un gol già fatto con la palla che termina in corner. Al 54’ ci prova l’Alessandria con il mancino di Marras che, smorzato, termina tra le braccia di Abbiati.
Pochi secondi dopo destro potente da fuori area di Fischnaller, ma la sfera termina sopra la traversa. Al 58’ ci prova da metà campo Loviso, ma non sorprende Abbiati fuori dai pali.
Un minuto dopo doppio cambio per i piemontesi: dentro Mezzavilla e Bocalon per Loviso e Marconi. Risponde Mihajlovic con Montolivo per José Mauri, mai nel vivo del gioco a centrocampo. Ora è l’Alessandria ad avere in mano il pallino del gioco e a dare intensità al match alla ricerca del pareggio.
Al 68’ si fa vedere Bocalon con un bel destro dal limite dell’area che termina a lato non di molto. Un minuto dopo secondo cambio per Mihajlovic che inserisce Niang al posto di Balotelli, incisivo solamente nell’occasione del calcio di rigore.
Al 72’ esulta Poli per la sua conclusione che termina in rete, ma Irrati ferma tutto per un netto fuorigioco di Niang. E’ un bel momento per l’Alessandria che arriva diverse volte al limite dell’area di rigore, ma che non riesce a concretizzare.
All’81’ terzo ed ultimo cambio per entrambe le formazioni: dentro Filippo Boniperti, nipote d’arte, per Marras e Kucka per Boateng. Poco dopo va in profondità Niang che dalla sinistra dell’area di rigore centra il palo.
Nei quattro minuti di recupero non accade altro. A Torino termina 1 a 0 per il Milan, con l’Alessandria che fa una bellissima figura e che riesce nell’intento di mantenere aperta la semifinale di ritorno che si giocherà tra un mese a San Siro.

Matteo Torti
(foto: “Balotelli Inter-Milan february 2013” di danheap77)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here