Bologna – Milan 0 a 1 Serie A recupero 18esima giornata, vittoria storica

In nove contro undici, i rossoneri portano a casa una vittoria insperata. Decide Pasalic all’88’

Milan_Calcio_LogoNel momento peggiore della stagione rossonera, il Milan si salva con la grinta e con il cuore. In dieci contro undici dalla metà del primo tempo, in nove contro undici per gran parte della ripresa, il Diavolo riesce a resistere alle avanzate, peraltro non molto organizzate, del Bologna e all’88’ riesce a conquistare i tre punti con Pasalic, bravo a depositare in rete un pallone d’oro servitogli da Deulofeu. Ora l’Europa League dista  due punti, ma contro la Lazio ci vorrà un altro miracolo visto le assenze per infortunio e i giocatori espulsi.
Sfida molto importante per Montella che nel recupero della diciottesima giornata ritrova Abate e Calabria in difesa, con Romagnoli che ritorna in mezzo al fianco di Paletta. Centrocampo con Kucka e Pasalic ai lati di Locatelli. Davanti tridente con Suso, Lapadula e Deulofeu.
Inizia bene il Milan che dopo appena cinque minuti ha già la chance del vantaggio con Deulofeu prima e Pasalic poi, ma il primo centra il portiere e il secondo calcia sopra la traversa dall’interno dell’area di rigore.
Nei minuti successivi il Diavolo guadagna diversi corner, ma senza riuscire ad impensierire Da Costa. Al 16′ si fa vedere il Bologna con Verdi, ma il suo tiro viene parato bene da Donnarumma. Due minuti dopo ammoniti Mbaye e Paletta che battibeccano a gioco fermo.
Al 21′ errore di Bacca che concede il contropiede ai padroni di casa: Krejci si trova a tu per tu con Donnarumma che, con ottimo tempismo, riesce a bloccare le velleità del centrocampista rossoblù.
Al 30′ altro brivido per il Diavolo con Donnarumma che blocca solo in due tempi un tiro da fuori area. Al 31′ Romagnoli è costretto ad uscire dal campo per un problema al flessore: al suo posto entra Zapata.
Al 37′ secondo cartellino giallo per Paletta e Milan che rimane anche questa partita in dieci uomini. Giocatori rossoneri ingenui e sempre in ritardo e troppo poco smaliziati al cospetto dei rossoblù.
Al 43′ ci prova da fuori area Dzemaili, ma Donnarumma riesce a bloccare. E’ l’ultima chance di un primo tempo che era iniziato decisamente bene per il Milan, ma che è finito male con i rossoneri in dieci uomini e in difficoltà di fronte al forcing dei padroni di casa.
Nella ripresa subito un cambio per Montella che inserisce Gustavo Gomez per Locatelli per riequilibrare la squadra. Continuano nel frattempo le ammonizioni di Doveri: al 47′ tocca a Verdi, poco dopo a Kucka. Al 54′ tiro di Krejci, ma Zapata si immola e blocca tutto.
Al 59′ espulso Kucka per doppia ammonizione; Doveri applica alla lettera il regolamento e sanziona lo slovacco, reo di aver commesso due interventi ingenui in pochi minuti. Al 62′ terzo ed ultimo cambio per Montella che inserisce Poli per Bacca, ancora evanescente.
Al 65′ i rossoblù, in doppia superiorità numerica, sfiorano la rete con Krejci, ma Donnarumma si tuffa e nega la gioia del gol all’avversario. Al 69′ seconda chance sprecata da Pasalic che, servito da Deulofeu, calcia sul corpo di Da Costa.
Al 76′ sono i padroni di casa a sfiorare la rete con Destro che anticipa Gomez, ma non trova la porta. All’88’, nel momento di maggiore sofferenza per i rossoneri, arriva il vantaggio: Deulofeu va via sulla destra e crossa in mezzo per Pasalic che, tutto solo, non può che depositare in rete.
Diavolo stoico che, in nove contro undici per gran parte del secondo tempo, riesce a portarsi in vantaggio. Nei cinque minuti di recupero il Bologna non riesce a sorprendere il Diavolo. Finisce 1 a 0 per il Milan un match che, nella pochezza attuale, rimarrà nella storia di questa squadra.
Rossoneri che salgono a 40 punti e superano nuovamente la Fiorentina, ferma a 37 dopo la pesante sconfitta di ieri sera contro la Roma. Il quinto posto, valido per l’accesso all’Europa League e ora di proprietà dell’Inter, dista due punti.
Diavolo che tornerà in campo lunedì sera nel monday-match delle 20.45 dell’Olimpico di Roma contro la Lazio.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here