Milan – Sampdoria 3 a 2 Serie A decima giornata, una vittoria fondamentale per il morale e per la classifica

Cutrone, Higuain e Suso: i rossoneri tornano alla vittoria e salvano la panchina di Gattuso

Dopo due sconfitte consecutive il Milan torna alla vittoria e lo fa grazie ai suoi uomini più offensivi: Cutrone, Higuain e Suso. Subito avanti nel primo tempo, i blucerchiati riescono a ribaltare il match regalando paura e delusione a San Siro. Higuain a fine primo tempo e Suso ad inizio ripresa blindano il risultato sul 3 a 2. La panchina di Gattuso è salva, almeno per qualche giorno.
4-4-2 per mister Gattuso che complice l’assenza di Calhanoglu si affida al duo formato da Higuain e Cutrone davanti. A centrocampo spazio per Suso e Laxalt sulle fasce, con in mezzo Kessie e Biglia. Davanti a Donnarumma dentro Calabria, Musacchio, Romagnoli e Rodriguez.
Il match inizia su ritmi piuttosto lenti e per vedere la prima azione degna di nota bisogna attendere sino al 17′ quando Cutrone insacca di testa e batte Audero, sfruttando al meglio un cross di Suso dalla destra.
La Sampdoria reagisce prontamente ed al 21′ arriva al pareggio con Saponara, bravo a raccogliere in area un assist di Quagliarella. Blucerchiati che non si arrendono ed al 31′ vanno in vantaggio con Quagliarella che batte Donnarumma con un bel tiro.
Non demorde il Diavolo che si mette subito in carreggiata trovando il pareggio con Higuain al 36′: l’argentino batte di mancino Audero dopo una bella combinazione con Cutrone. 2 a 2 a fine primo tempo.
Tutto confermato ad inizio ripresa con la Sampdoria che al 61′ è costretta a sostituire Defrel con Kownacki. Un minuto dopo vantaggio per il Milan grazie a una bella azione personale di Suso conclusa con un preciso sinistro.
La Sampdoria accusa il colpo e non riesce a reagire prontamente come invece fatto nel primo tempo. Gattuso inserisce Castillejo per Cutrone, poi anche Abate per Calabria.
Il match scorre lento, senza particolari pericoli da entrambe le parti. All’86’ doppia chance per Laxalt che prima manca l’appuntamento con la sfera e che poi colpisce il palo da posizione ravvicinata.
Nel recupero non accade altro: il Diavolo esce da San Siro con una vittoria importantissima per il morale e per la classifica che ora dice 15 punti.
Rossoneri che mercoledì sera saranno impegnati nel recupero della prima giornata contro il Genoa, poi domenica trasferta ad Udine con fischio d’inizio per le 20.45.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here