Rissa bande sudamericane Milano via Sammartini, accoltellato peruviano da appartenenti agli Ms18

E’ successo sabato notte in via Sammartini 33, zona Stazione Centrale.

 

Due salvadoregni di 20 e 22 anni e un peruviano 38enne si trovavano, verso l’una del mattino, nell’androne di un palazzo.

 

 

Secondo quanto ricostruito tra i tre è improvvisamente scoppiata una lite e, complice un’abbondante dose di alcol ingerito, è nata una violenta rissa combattuta a colpi di coltello.

 

Ferito in modo gravissimo il peruviano, Samuel A., incensurato, regolarmente in Italia: i suoi aggressori, i fratelli Antonio e José H., entrambi clandestini con precedenti, lo hanno colpito con trenta coltellate alla testa e all’addome.

 

Spaventati dalle urla i residenti hanno subito chiamato i Carabinieri e, secondo quanto comunicato, gli aggressori si sono rifugiati nell’appartamento di un connazionale facendo finta di dormire.

 

Una volta sopraggiunti i militari i due aggressori, entrambi salvadoregni, sono stati bloccati e identificati; secondo quanto emerso entrambi recavano un tatuaggio con la sigla degli Ms18: la gang latina “Mara Salvatrucha”, costituita da salvadoregni e a Los Angeles rivale della Ms13.

 

Sopraggiunta l’ambulanza del 118, la vittima è stata ricoverata alla clinica Santa Rita, dove è stata affidata ai medici e si trova in gravissime condizioni.

 

I due aggressori sono stati arrestati per tentato omicidio: la lite, secondo loro

ammissione, sarebbe connessa proprio alle gang latine militanti a Milano.

 

Sono in corso le indagini.

 

Leggi anche:

Arresto gang latine Milano, presi membri Latin Forever che rapinavano donne sole, 5 le rapine attribuite loro nell’ultimo mese

Arresto capi banda latinoamericana Ms-13 Milano, sono un 18enne e un 33enne

Sudamericano picchiato viale Tibaldi, latin kings sospettati

Accoltellato ecuadoriano piazza Duomo, forse un regolamento di conti

Arresti bande latine, presi i 5 ‘New York’ e ‘MS 13’ che avevano accoltellato uno dei ‘Chicago’


Di Redazione

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here