Anziana cieca rapinata in casa da finto postino Milano via Ippocastani, il limite è stato davvero oltrepassato

E’ stato raggiunto il limite. Gli ultimi mesi sono stati un crescendo di scippi, rapine e furti che hanno travolto gli anziani di tutta Milano, a tutte le ore del giorno e della sera.

 

I LADRI – I ladri sono di tutti i generi:

italiani, stranieri, uomini, donne, giovani o meno giovani.

 

TRUFFE E SCIPPI – Le vittime vengono depredate con ogni diabolico artificio:

  • truffe: i malviventi si sono presentati alla porta o al citofono delle vittime spacciandosi per finti poliziotti, finti carabinieri, finti postini, finti dipendenti del Comune, vecchi amici, parenti, ex medici curanti, ex badanti, ex tecnici del gas o della luce eccetera.
  • scippi: le aggressioni per strada sono state compiute sia da delinquenti in motorino, sia a piedi. In ogni caso la vittima, generalmente vecchiette, vengono aggredite alle spalle e spintonate in modo da riuscire a sottrarre loro la borsetta (con i pochi spiccioli dentro) o la catenina al collo.

 

LA FEROCIA SCATENATA CONTRO LE VITTIME – Purtroppo, spesso le aggressioni comportano ferite anche molto gravi:

  • in piazza Ovidio una 83enne è stata spinta a terra e ha battuto la testa, finendo in coma;
  • in via Giotto una 82enne è caduta durante uno scippo, ferendosi alla testa e finendo in ospedale in codice giallo;
  • in via Poliziano una 89enne è stata aggredita a calci e pugni da un ladro che le ha strappato via la catenina d’oro, facendola finire in ospedale con numerose lesioni;
  • in via Murillo una 83enne è stata sbattuta a terra da un 33enne che le ha strappato la borsetta e procurato una frattura al braccio.

 

IL CASO CHE HA SUPERATO OGNI LIMITE: LA RAPINA A UN’ANZIANA CIECA SPINTONATA A TERRA NELLA PROPRIA ABITAZIONE – Il limite dell’indignazione che suscitano tali spregevoli atti, non a caso esercitati verso gli strati più deboli ed indifesi della popolazione, è stato raggiunto ieri, ai danni di una signora di 66 anni, cieca.

  • La signora, non vedente ed invalida al 100%, si trovava nella propria abitazione in via Ippocastani.
  • Il malvivente, fingendosi un postino, l’ha contattata al citofono spiegando di doverle consegnare una lettera;
  • una volta salito e trovata aperta la porta di casa, il delinquente ha assestato una spinta alla signora che, stordita e confusa, si è ritrovata per terra;
  • a questo punto il malvivente ha intimato alla vittima di sedersi in cucina e rimanere ferma, cosa che la signora ha eseguito senza poter far nulla per difendersi, a casa sua, nel buio della totale mancanza di capacità visiva, contro un uomo che l’aveva sbattuta a terra poco prima e, quindi , aveva già dimostrato di non avere scrupoli.
  • Mentre la vittima rimaneva immobile, il ladro ha avuto tutto il tempo per frugare ovunque fino a trovare 5 mila euro e una collana. Dopodiché si è dato alla fuga.
  • Sopraggiunti successivamente i volontari del 118, la signora ha ricevuto le adeguate cure sul posto.
  • La Polizia, intanto, ha aperto le indagini: un testimone avrebbe visto il delinquente mentre fuggiva a bordo di una fiat Panda.

 

APPELLO ALL’ASSESSORE ALLA SICUREZZA

  • Furti agli anziani, rapine agli adolescenti, baby gang, appartamenti svaligiati, assalti alle banche, alle farmacie e ai supermercati, il tutto anche in pieno giorno, sotto gli occhi di clienti e cittadini terrorizzati. Milano si sta trasformando in un Far West?
  • Mentre i più deboli continuano a cadere, l’appello è per chi si è assunto il compito di presiedere alla Sicurezza della città: la Sicurezza, infatti, dovrebbe essere la regola. Non l’eccezione.

 

AGGIORNAMENTO del 28 settembre 2011: Nonostante tutto ciò, il Comune taglia i finanziamenti alla Polizia locale e all’illuminazione pubblica, agli anziani, alle case popolari e alle categorie più deboli. La giunta Pisapia si prepara infatti a varare la manovra da 54 milioni di euro già approvata lunedì 26 settembre 2011: i tagli previsti si abbattono soprattutto sui finanziamenti alla Polizia locale e agli anziani,  ai quali si aggiungono colpi di ascia a molteplici categorie, quali:

  • 6,5 milioni di euro tagliati alla Polizia locale;
  • 2,8 milioni in meno per l’illuminazione pubblica;
  • 5,9 milioni eliminati dai finanziamenti ai servizi per l’assistenza agli anziani;
  • 3 milioni tagliati ai servizi di prevenzione e riabilitazione;
  • 1,8 milioni cancellati per le case popolari;
  • 4,6 milioni tagliati alla scuole secondarie superiori;
  • 4,9 milioni cancellati per attività culturale e teatrali;
  • 1,5 milioni in meno per le piscine comunali;
  • 5,6 milioni cancellati ai servizi per la viabilità e circolazione stradale;
  • 3 milioni tagliati agli asili nido e ai servizi per l’infanzia.
  • PER TUTTI I DETTAGLI, LE MOTIVAZIONI ADDOTTE DALLA MAGGIORANZA E LE SOLUZIONI PROPOSTE CLICCA QUI

 

Leggi anche:

Anziana scippata piazza Ovidio Milano, 83enne sbatte la testa e riporta gravissima emorragia cerebrale

Rapina anziana Milano corso Buenos Aires, catenina d’oro strappata dal collo

Anziana rapinata via Giotto, ladro la fa cadere procurandole una ferita alla testa poi le ruba la borsa con il cellulare e pochi spiccioli

Anziana scippata piazzale Lagosta, ragazzo insegue malvivente e lo fa arrestare, la vittima è una 79enne con una stampella

Rapina anziana via Poliziano Milano, una ferocia inaudita per rubare la catenina d’oro a una signora di 89 anni

Anziana rapinata via Murillo Milano, una 83enne ha riportato una ferita al braccio per lo scippo della borsetta eseguito da un 33enne

Truffa anziana Milano viale Romagna, si finge il nipote e deruba una 95enne

Anziani derubati da finti carabinieri, finti medici e finti addetti alla raccolta differenziata

Truffa anziane, derubate in un’ora due anziane di 86 e 90 anni da una trentenne senza pietà

 

Di Redazione

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here