Allarme senzatetto Milano, aumento del 5% nell’ultimo mese

Dopo l’appello della Croce Rossa Italiana per l’aumento degli indigenti sul territorio milanese, ora quello dei City Angels circa i senzatetto: a Milano sono cresciuti quasi del 5% solo nell’ultimo mese.

 

L’allarme è stato lanciato, questa volta, da Mario Furlan, fondatore e presidente dei volontari col basco blu: “Si tratta di una fascia di popolazione italiana che ha ancora una casa, ma che avendo perso il lavoro, va in cassa integrazione e rischia di finire sulla strada“.

 

Secondo i City Angels, un centinaio sono i senzatetto che, al ritorno dalle vacanze, si sono aggiunti ai 2.000 già presenti in città.

 

“Fino a qualche anno fa, infatti, chi segnava l’aumento erano i senzatetto immigrati – spiega Furlan – mentre adesso sono gli italiani. Qui la crisi continua a farsi sentire“.

 

Tra le storie tante tristissime storie, un denominatore comune è quanto successo a C., 40 anni, che ha iniziato a lavorare quando ne aveva soltanto 13.

 

“Facevo il rottamaio in provincia di Lecco, mi hanno lasciato a casa per i tagli e sono venuto a Milano dove ci sono più servizi ed occasioni” ha spiegato lui stesso, ospite della sede dei City Angels per usufruire del taglio di capelli gratuito offerto ogni lunedì dalla Associazione.

 

A seguito di una situazione economica sempre più gravosa e insostenibile, C., da luglio, è costretto a dormire in piazza San Babila. E nel raccontarlo, sottolinea che ciò che cerca è un lavoro per ricominciare daccapo.

Per informazioni sulle attività dell’Associazione dei City Angels:

 

Leggi anche:

Nuova mensa per poveri via Saponaro 40, orari e modalità per accedervi

Scarica gratis la guida Realtà del sociale 2010-2011 – contatti, servizi di associazioni e cooperative sociali per disabili, anziani, famiglia, adulti

Allarme poveri a Milano, per la CRI gli indigenti sono oltre 50mila

Tagli Comune Milano, cancellati finanziamenti a Polizia locale, anziani, case popolari, asili, scuole e altro, elenco e dettagli

Contributi Leoncavallo da Comune Milano, l’assessore alla Sicurezza Granelli: “Valorizzare la positività di questo luogo che in futuro potrebbe anche ricevere contributi per determinati progetti”


Di Redazione

1 COMMENTO

  1. Un solo commento…forte: il presidente renzi e non solo lui…perché non vanno di persona a dare pasti caldi a chi ha perso il posto di lavoro e si è ritrovato…disperato? altro che art 18 dello Statuto dei lavoratori!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here