Rapina banca via Ornato, rapinatore smascherato da Facebook per le orecchie a sventola

orecchieLui, 20 anni, incensurato e residente a Quarto Oggiaro, la mattina del 30 maggio scorso, insieme a due complici, aveva escogitato una rapina ai danni della filiale Unicredit di via Ornato 35, in zona Niguarda. Dei tre, però, solo il 20enne era davvero entrato nell’istituto di credito, a volto scoperto e con tanto di taglierino alla mano.

 

Con tale arma aveva minacciato un cassiere e alcuni clienti ma, dopo aver lanciato il segnale ai suoi complici in attesa in strada, alcuni impiegati ne avevano impedito il possibile ingresso bloccando le porte.

 

Il ladruncolo, imitando i suoi due compari, era tuttavia riuscito a scappare. Tuttavia le immagini del suo volto, rimaste fedelmente impresse nella registrazione delle telecamere di sicurezza, gli hanno giocato un vero colpo basso.

 

Grazie a queste, infatti, gli agenti della Mobile, setacciando migliaia di profili Facebook
con lineamenti compatibili a quelli rivelati dai filmati, sono riusciti  a risalire al 20enne.

 

Inequivocabili, in questo senso, le sue orecchie, vistosamente “a sventola”.

 

E i confronti con i testimoni oculari non hanno fatto altro che avvalorare la tesi degli investigatori.

 

Il giovane, senza precedenti, a distanza di un mese dal reato è stato quindi arrestato per tentata rapina aggravata.  Anche se dei suoi complici, però, non vi è tuttora traccia.

 

Gli uomini della Squadra Mobile hanno spiegato che il modus operandi alla banca di via Ornato è una tecnica che sta prendendo sempre più piede nell’ambiente malavitoso.

 

Semplice, quanto efficace, funziona così: un incensurato viene arruolato dai criminali grazie alla sua possibilità di accedere nelle banche a volto scoperto.

 

In questo modo, senza destare troppi sospetti, tale soggetto riesce a fare da apripista ai suoi complici, più esperti, in attesa al sicuro in strada e pronti a compiere irruzione ad un segnale convenuto.

 

Una volta all’interno della banca, il gioco è fatto. Ma non questa volta.

 

Per gli altri casi di ladri “maldestri”:

Rapina auto garage via Arduino Milano, ladro sbatte contro pilone, molla la vettura e fugge a piedi

– Tentato furto auto via Montello Milano, ladro monta a bordo ma c’era ancora un passeggero

– Rapina supermercato via Ripamonti Milano, cassiera si riprende i soldi sottratti dal ladro, che si becca un pugno e fugge a mani vuote

– Furti auto Milano, ladro sceglie una vettura sotto le finestre della Questura e viene ovviamente beccato

– Tentata rapina farmacia via Civitali, ladro sbatte contro vetrata trasparente e fugge per la vergogna

– Rapina farmacia via Washington, rapinatore ignorato scappa a mani vuote

– Rapina banca via Cermenate e viale Lucania Milano, casse temporizzate e ladro mortificato

– Rapinatore banca si addormenta ubriaco nel vano bancomat, via delle Frasche

– Arrestato rapinatore di banche via Pascarella, Quarto Oggiaro, si è nascosto sotto il letto per sfuggire all’arresto

– Rapina banca viale Jenner ma il bottino è di 50 euro e viene arrestato da una pattuglia di passaggio

– Arresto spacciatore viale Certosa Milano, offre coca ma sceglie un Carabiniere non in servizio

– Arresto spacciatore Milano: sentito per caso snocciolare tutto agli amici, un commissario l’ha pedinato assistendo a rapine e spaccio a minorenni

– Tentata rapina Milano Viale Umbria, uomo seduto su gradino confessa a Polizia: “Sono qui per fare una rapina in banca”

 Ladro di scooter arrestato presso Tribunale Milano grazie ispettore in pausa che lo nota mentre fuma una sigaretta

– Rapinatore scambiato per mendicante dice alla vittima di dargli dei soldi e questi risponde di no

– Rapina negozio scarpe via Antonini, ladri perdono 3 banconote da 50 euro nella fuga

– Pensionata caccia ladro da appartamento, via San Gottardo

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro

 

S.P.

2 COMMENTI

  1. Avevo visto su yutube che molte banche americane adottano un metodo molto efficace antirapina.
    Quando un maleintenzionato allo sportello estrae un’arma, il cassiere pigiando un bottone fa calare all’improvviso una clear che copre tutte le casse e automaticamente chiude anche l’uscita in modo che il rapinatore sorpreso, rimane intrappolato senza poter fare nulla. Forse le banche Italiane non adottano questo metodo perché essendo
    comunque assicurate non danno importanza se il delinquente riesce a farla franca.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here