Apertura piazza 25 Aprile Milano, Pisapia tronfio di orgoglio per i trionfi milanesi, vediamo quali

Un Sindaco di Milano soddisfatto, determinato, felice, orgoglioso, trionfale, quello che ieri ha rilasciato interviste ai giornalisti, facendosi fotografare dal suo profilo migliore. Ha risolto il problema della sicurezza a Milano? No (lo scorso mese, 26 aggressioni con stupri e rapine a danno di donne e minorenni, in 30 giorni). Ha risolto l’emergenza rom? No (i cittadini levano allarmi dal centro alla periferia, dove residenti e negozianti vivono nel terrore quotidiano delle angherie dei nomadi, tra rapine, accoltellamenti contro anziani, furti in appartamento, auto rubate col carroattrezzi e così via.). Ha vinto la battaglia contro la droga? No (per la giornata internazionale contro la droga, non solo Milano, a differenza delle altre 14 più importanti città italiane, non ha aderito alle iniziative del Dipartimento Politiche Antidroga, ma proprio in quei giorni il Comune ha lanciato la raccolta firme per istituire in città 3 “stanze del buco”). Ha risolto il problema delle famiglie e degli anziani indigenti? No (terribili i casi della vecchina di 76 anni costretta a rubare un pacchetto di caramelle da 78 centesimi, poi personalmente pagate dai poliziotti chiamati dallo spietato direttore del supermercato, e la signora residente in zona viale Monza, in fin di vita a causa di un incendio scoppiato nella sua abitazione a causa delle candele che usava poiché non in grado di pagare la corrente elettrica). Abbreviando l’elenco di tutto ciò che il Sindaco non ha fatto (compreso non concedere al cittadinanza onoraria al Premio Nobel per la Pace ed ambasciatore della non violenza nel mondo, il Dalai Lama), ecco invece il motivo di tanto orgoglio: sono terminati i lavori di rifacimento di piazza 25 Aprile, del resto già in atto da 6 anni.

 

A tagliare il nastro, presenti in pompa magna con il sindaco, anche gli assessori:

– Casa e Lavori pubblici, Lucia Castellano (Abusivi case popolari Milano, Comune mette in albergo le 4 famiglie che hanno occupato l’assessorato venerdì),

– Viabilità, Pierfrancesco Maran (Area C Milano a 30 km all’ora, invitiamo i lettori a fare una prova ed inviarci, dopo, un commento;  Esenzioni Area C Milano malati cronici, la bufala del Comune, intervista di Cronacamilano,

Smog Milano, Pm10 ancora oltre i limiti, ennesima delusione per Area C, ecco perché, Ticket Area C Milano, corsi Croce Rossa sospesi perché Comune nega esenzioni ai volontari),

– Commercio, Franco D’Alfonso (Bar Camparino Milano, è festa in Galleria ma non mancano perplessità, Via chioschi e ambulanti da piazza Duomo Milano, l’assessore D’Alfonso: pulizia estetica ).

 

Oggi e’ il giorno della liberazione, come il nome stesso rievoca, di piazza XXV Aprile, imprigionata da oltre 6 anni. Abbiamo ricucito una ferita, sbrogliato una matassa che nessuno prima era riuscito a districare, ma il lavoro non si deve fermare qui. Ora dobbiamo restituire ai cittadini un luogo di gioia, facendo rivivere una delle piazze più belle di Milano, con tante iniziative che permetteranno anche ai negozianti di tornare a lavorare con serenità“, ha commentato Pisapia davanti ai telegiornali, pronti a documentare l’eclatante trionfo per Milano,

 

Ascoltando le parole del Sindaco, intanto, è impossibile non pensare davvero ai negozianti, e all’emergenza che stanno vivendo in primis proprio gli esercizi all’interno dell’Area C, provvedimento che ha messo in ginocchio le vendite del 25% delle attività commerciali milanesi,  i cui comitati non vengono neanche ricevuti in Comune per un confronto volto a permettere loro di “tornare a lavorare con serenità”.

 

Tra l’altro, profilando il Sindaco la possibilità, per i commercianti di zona, di fare “eventi”, impossibile non pensare, in realtà, anche alla tassa di occupazione del suolo pubblico (COSAP) così come “ritoccata” con una delibera blitz proprio dalla giunta arancione, che a dicembre 2011 ha votato in tutta fretta per varare gli aumenti di tale canone già dal gennaio 2012: gli aumenti hanno toccato punte record da far impallidire un marajà, con rialzi fino al 1000%. Risultato? Annullate le feste di via, annullati mercatini storici No profit, a rischio il mercato dell’antiquariato che si tiene con appuntamenti fissi sui Navigli. In un’intervista rilasciata a CroacaMilano, il presidente di Asco Duomo ha spiegato che quest’anno si è trovato a dover pagare, per un mercatino di piazza, invece dei soliti 4.800 euro, ben 54.000 euro. E ovviamente ha dovuto annullare l’evento.

 

“Voglio ringraziare tutti, abitanti e negozianti della zona, che hanno avuto pazienza, nonostante i molti disagi causati dalle scelte del passato. Un anno fa abbiamo trovato una città con tante opere incompiute, di cui nessuno si occupava più, e in un anno abbiamo risolto alcune di queste situazioni, come è avvenuto con l’abbattimento dell’ecomostro che deturpava Milano da oltre vent’anni“, conclude il primo cittadino.

 

L’impegno verso il discorso ecologico, da parte di un Sindaco appoggiato proprio dal partito di SEL (Sinistra, Ecologia e Libertà), è dunque commovente.

 

Tralasciando che venerdì scorso un cittadino ha dovuto rivolgersi ai vigili del Fuoco per far tagliare un ramo malato che stava uccidendo un intero albero, poiché dopo innumerevoli telefonate al preposto ufficio del Comune, gli addetti non hanno mosso un dito per uscire e verificare, c’è altro da dire.

 

Ciò che ancora una volta è stato omesso nel discorso eco-corretto del Sindaco, infatto, è ad esempio che ancora settimana scorsa, sotto le reverende mura di Palazzo Marino, ai piedi del reverendo ufficio di Pisapia, si sono raccolti a protestare addirittura gli agricoltori.

 

L’insospettabile motivo? In zona Ponte Lambro il Comune ha dato il via alla cementificazione dei 400mila metri quadri dove sorge Cascina Zerbone, sede degli ultimi produttori di latte di Milano, che dovrà sloggiare per lasciare il posto alla costruzione di 830 appartamenti, siti su territori che gli agricoltori avevano in affitto da 200 anni, ma di proprietà del Comune, che quindi ha disposto di farli “fruttare” in modo ben diverso.

 

Nonostante tutto ciò, ovviamente siamo felici che sia terminata (in realtà quasi, poiché i lavori continueranno ancora, anche se senza impattare direttamente sull’area), piazza XXV Aprile e, per tale motivo, raccogliamo i ringraziamenti dei milanesi: grazie Sindaco per aver reso e continuare a rendere Milano, con tanto impegno giorno dopo giorno, una città migliore.

 

SCRIVETECI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Rom Forlanini Milano, la rabbia di un residente: “Pisapia ci ha traditi!”

Rom via Negroli – Corsica Milano, la città sa cosa sta succedendo?

Furto Rolex Milano corso Vittorio Emanuele, è il quarto caso in 4 giorni, bollettino

Furto in appartamento via Washington Milano, la sicurezza personale è diventata un lusso?

Donna aggredita Milano corso Vittorio Emanuele, palpeggiata nel camerino di un negozio

 

Di Redazione

3 COMMENTI

  1. Questo articolo pare pura demagogia: la maggior parte dei problemi di Milano segnalati (delinquenza, abusivismo, inquinamento ecc.) c’erano anche prima, certo non sono sorti nell’ultimo anno per colpa di Pisapia ! Persino l’Area C c’era già: si chiamava Ecopass, ed è semplicemente stata trasformata da tassa sui poveri (quelli che avevano auto vecchie) a tassa per tutti.

    • GENGISS tu sai vero cosa significhi demagogia no? MA andiamo con ordine: 1) i reati sono aumentati dato incontestabile, 2) inquinamento stabile ergo domeniche a spasso e simili non servono ora come non servivano prima, 3) AREA C ed Ecopass NON SONO LA STESSA cosa, prima chi aveva un auto nuova , che ora con meno di 6mila euro la compri, non pagava nulla; ora con le nuove regole pagano tutti ed i residenti in AREA C con EURO 3 a gasolio devono cambiare auto entro il 2013 pena il blocco. Sempre riguardo Area C sono stai spesi migliaia di euro in nuove segnaletiche, campagna media, nuovi sistemi di controllo eccetera, risultato? Diminuzione del traffico in centro (10km3) che non serve a nulla visto che il problema, ti do questa informazione che sembra sconosciuta ai più, è la Lombardia intera, la val padana per ovvi motivi geografici.

      GENGIS mi rendo conto, vivere su Marte ha i suoi vantaggi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here