Arresto Latin King Cesano Boscone per maltrattamenti su compagna 17enne, 3 anni di botte e un figlio

ArrestoQuando un passante l’ha trovata in una via di San Donato sanguinante e, ancora, con addosso i segni dell’aggressione, ha sostenuto di essersi ferita scivolando sull’asfalto. Una versione che però non ha convinto a pieno il soccorritore e tantomeno i Carabinieri da lui allertati e giunti poco dopo sul posto.

 

L’AGGRESSIONE PER MANO DEL CONVIVENTE – La vittima, una 17enne di origini ecuadoriane, è stata subito interrogata dai militari e, dopo qualche tentennamento iniziale, ha rivelato una storia di violenza e maltrattamenti per mano del suo stesso compagno e connazionale, un 21enne membro della gang dei Latin Kings.

 

15 GIORNI DI PROGNOSI – Secondo quanto ricostruito dagli uomini dell’Arma, la minorenne, che con il suo aguzzino, oltre a portare avanti una relazione da 3 anni, avrebbe avuto anche un bambino, è stata da lui picchiata selvaggiamente nella giornata di giovedì 10 aprile 2014.

– Botte tanto pesanti da procurarle una policontusione nasale. Dopo l’interrogatorio la ragazza è stata così trasportata presso un ospedale pediatrico per ricevere le medicazioni caso. In attesa dei riscontri clinici,  la per la ragazza si sono resi necessari 15 giorni di prognosi.

 

LE INDAGINI E L’ARRESTO – Subito dopo i Carabinieri si sono messi sulle tracce dell’aggressore.

– In un primo momento, su indicazione della 17enne, si sono recati presso l’abitazione della madre. Ma è stato solo a tarda notte che gli agenti hanno finalmente raggiunto il giovane in via Fratelli Rosselli, a Cesano Boscone, dove aveva cercato di trovare nascondiglio in casa di un’amica.

– Il 21enne è stato quindi arrestato e tradotto presso il carcere di S. Vittore.

 

PREGIUDICATO CON PRECEDENTI – Dalle ricerche effettuate, il ragazzo è risultato essere uno degli indagati dell’operazione di Polizia che nel marzo dello scorso anno ha portato all’arresto di alcuni pericolosi membri dei Latin Kings.

– Ed era stato proprio in quell’occasione, tra l’altro, che grazie ad uno dei tatuaggi sul suo corpo, la compagna aveva scoperto la sua appartenenza alla gang. A suo carico sono risultati anche numerosi precedenti per rissa e rapina aggravata.

 

PER SAPERNE DI PIU’ – Per conoscerne di più sulle “pandillas” (o gang latinoamericane) CLICCA QUI

 

———–

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Violenze domestiche, cronaca, legislazione, indirizzi per avere aiuto di primo soccorso e dopo l’emergenza

Bande latinos Milano, 7 Latin Kings progettavano rapina in pieno centro con pistole, coltelli, un machete e un manuale di iniziazione

Gang latinos MS13 Milano, dopo gli arresti, i codici dei gesti e della ritualità Analisi del fenomeno pandillas

Arresto bande latinos Milano, si spartivano le zone cittadine a colpi di mannaia

S.P.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here