De Corato su bilancio Comune Milano 2015: “Un milione di euro per il campo nomadi di via Bonfadini, ma chiesta eliminazione del nucleo cinofilo dei Vigili, che costava 12mila euro”

PisapiaCommissione infuocata in Consiglio comunale, quando nella delicata discussione sul bilancio 2015 si è arrivati a parlare del campo nomadi di via Bonfadini. La questione si ricollega alla delibera di chiusura del campo “provvisorio” di via Lombroso (di fianco all’Ortomercato), allestito su un terreno di Sogemi.  Dopo un tira e molla durato un anno e mezzo, il campo verrà chiuso ma, al suo posto, il Comune ha deciso di aprirne un altro, in via Bonfadini-Scile (nella foto, il Sindaco di Milano, Giuliano Pisapia).

 

Le spese dell’operazione sono elevate, e si collocano all’interno di un progetto sullo stanziamento di 2 milioni di euro destinati anche al “centro di emergenza sociale” già esistente in via Barzaghi, e al “centro di autonomia abitativa” di via Novara.

 

“Oggi in Commissione sono state date le cifre che verranno spese per i nomadi nel bilancio 2015 – ha spiegato Riccardo De Corato, vice-presidente del Consiglio comunale e capogruppo di Fratelli d’Italia–Alleanza Nazionale in Regione. – L’assessore Granelli ha parlato di 1 milione di euro per il campo di via Bonfadini: 547mila euro sono nel bilancio del Comune provenienti da fondi statali e gli altri? Li metteranno i milanesi?

 

“I cittadini hanno già speso altrettanto per il campo di via Lombroso – ha aggiunto De Corato –: soldi buttati dalla finestra visto che i container erano affittati (non comprati) e messi su un terreno non comunale, quindi quando la proprietà (che è la Sogemi, al 90% proprietà del Comune) ha detto di spostarsi si è dovuto ricominciare da capo”.

 

Dal campo “provvisorio” di via Lombroso, dunque, a quello (sempre “provvisorio”) di via Bonfadini-Sacile, zona negli scorsi anni costantemente al centro della cronaca cittadina poiché, purtroppo, già occupato abusivamente da nomadi che, al momento degli sgomberi, hanno lasciato «abbandoni sistematici di rifiuti di ogni tipo», aveva dichiarato all’epoca  l’assessore Granelli, aggiungendo che le occupazioni erano favorite dal fatto che «tale area si trova in una zona poco frequentata e la via Bonfadini è a fondo cieco e vicino all’intersezione di più ferrovie».

 

Non il luogo ideale dunque, verrebbe da dire, per favorire appositamente un nuovo insediamento.

 

“Quando poi si tratta di spendere 12mila euro per il nucleo cinofilo della Polizia locale – ha puntualizzato De Corato –, allora no, sono troppi soldi! Ricordo che i cani del nucleo sono utilissimi per la sicurezza della città, ma oggi Gibillini ha chiesto di abolire questo servizio perché inutile”.

 

“Evidentemente – ha concluso Riccardo De Corato – per il centrosinistra non c’è problema a spendere 1 milione di euro per i nomadi ma bisogna tagliarne 12mila alla sicurezza”.

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Sgombero rom via Idro Milano, foto, e ritrovo merce rubata campo via Bonfadini per 100mila euro

Incendio campo rom Milano via Bonfadini dietro ortomercato scoppiato pochi minuti fa, fiamme alte 5 metri, foto

Di Redazione

 

9 COMMENTI

  1. Il punto e' pero' che i soldi non andranno affatto ai Rom, ma ai soliti amici e amici degli amici. I Rom sono solo il pretesto, non la vera causa di spesa. Si guardano bene dal fare qualcosa che possa risolvere o anche solo ridurre veramente il problema, perche' quello che per i cittadini (e, perche' no, anche per i Rom, o almeno una parte di loro) e' un problema, per i politicastri e il sottobosco assistenziale e' solo un'opportunita', un'occasione di far finire soldi pubblici nelle tasche dei loro clientes.
    Per carita', che i Rom rimangano sempre quel che sono! Coltiviamo quelli che vogliono vivere alle spalle altrui e demotiviamo quelli che vorrebbero fare bene! Altrimenti, poi, come si fa a far guadagnare assistenti, mediatori, onlus, psicologi, sociologi, impiegati vari… !

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here