Approvato registro unioni civili Milano, vittoria o compromesso? Scriveteci i vostri commenti

“Introdurre un registro delle unioni civili senza un dibattito nazionale in Parlamento è un’iniziativa sostanzialmente inefficace, forse semplicemente un’operazione d’immagine. Probabilmente questa Giunta in qualche modo deve saldare alcuni ‘debiti’ verso una parte di elettorato che l’ha sostenuta – aveva dichiarato l’altro ieri la Curia di Milano per voce di Alfonso Colzani, responsabile insieme con la moglie Francesca Dossi del Servizio per la famiglia della Diocesi. – E’ invece la famiglia, che ha un ruolo sociale e civile evidente e riversa positivamente sull’intera società il suo benessere complessivo – aveva concluso Colzani, – a richiedere sostegno in questa fase di crisi economica”.

 

L’ISTITUZIONE DE REGISTRO – Nonostante tale premessa, con una maxi seduta di 15 ore il Comune di Milano ha emesso la fumata bianca: il registro delle unioni civili è stato approvato con 29 sì, 7 no e 4 astenuti.

 

COME FUNZIONA? –  le parti della coppia civile dovranno avere la medesima residenza; questo darà diritto ad un attestato facente capo ad un registro separato istituito presso l’Anagrafe e specificatamente dedicato alle Unioni civili. Tale registro sarà collegato all’art. 4 DPR 223/1989: la normativa statale che disciplina la famiglia anagrafica.

 

SARA’ APRIPISTA PER I MATRIMONI GAY? – Il registro, comunque, non sarà “apripista” per i matrimoni gay: in questo senso lo sbarramento è stato ribadito dai cattolici e confermato dallo stesso Pisapia: “Escudo che il registro sia la premessa per i matrimoni omosessuali”, ha ammesso il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, che comunque strizza ancora l’occhio in tale direzione.

 

SCRIVETECI I VOSTRI COMMENTI –  Come sempre tutti i lettori sono invitati a commentare l’argomento, utilizzando il campo di scrittura a piede dell’articolo.

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Sospensione Area C Milano dal 26 luglio 2012, decisione del Consiglio di Stato, ecco i dettagli

Assemblea per lavori metro 4 Milano viale Forlanini, il Comune ha illustrato il magnifico progetto ai cittadini

Apertura piazza 25 Aprile Milano, Pisapia tronfio di orgoglio per i trionfi milanesi, vediamo quali

Senzatetto morto Stazione Centrale Milano, un anno fa il commento dell’assessore Majorino, proprio per un decesso davanti alla Centrale: “La precedente giunta ha fatto troppo poco”

Efficienza Polizia locale Milano, un cittadino ha aspettato 15 ore per un intervento in via Viterbo

Rom via Negroli – Corsica Milano, la città sa cosa sta succedendo?

Di Redazione

2 COMMENTI

  1. non capisco l’utilità di un’iniziativa del genere se non viene recepita a livello nazionale. mi
    sembra davvero un atto dovuto verso una parte dell’elettorato. perché non prodigarsi per questioni più
    urgenti invece visto che il periodo non è proprio uno dei più brillanti? ci sono ancora tante famiglie
    in attesa di un alloggio popolare per esempio. cominciare a fare qualcosa di concreto per costoro? non che un’azione escluda l’altra ma le priorità vanno rispettate.

  2. Milano invece, col solito ritardo, si allinea finalmente ad altri piú moderni ed avti comuni europei in fatto
    di riconoscimento di diritti civili. È un’importante segnale, anche se magari in termini
    pratici cambierà poco, ma bisogna pur cominciare secondo me.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here