Esonero Seedorf Milan, arriva Inzaghi. Poli il primo acquisto, poi Menez; Kakà sempre più vicino all’addio

Filippo Inzaghi“AC Milan comunica di avere esonerato l’allenatore Clarence Seedorf e di avere affidato la Prima Squadra, fino al 30 Giugno 2016, a Filippo Inzaghi”. Con queste poche e fredde parole il Milan, dopo settimane di attesa, ha comunicato la decisione sulla panchina: esonerato Seedorf e promosso Inzaghi. Si ricomincia con Super Pippo, la vera vittoria di Galliani dopo il difficile autunno passato. Con la scelta del tecnico può partire anche il calciomercato: ieri è arrivato il riscatto della seconda metà di Andrea Poli, ma Kakà è sempre più vicino a fare le valigie.

 

L’AVVICENDAMENTO TRA DUE GRANDI GIOCATORI – Continua la strada del Milan ai milanisti. Dopo Clarence Seedorf ecco arrivare Filippo Inzaghi. L’olandese paga il difficile rapporto con i giocatori, il feeling mai sbocciato con Galliani e Barbara Berlusconi e il suo carattere, troppo egocentrico e poco umile. Anche Silvio Berlusconi, colui che cinque mesi fa l’aveva designato come successore di Allegri, si è convinto.

– Il comunicato dell’esonero è piuttosto scarno e freddo: “AC Milan comunica di avere esonerato l’allenatore Clarence Seedorf e di avere affidato la Prima Squadra, fino al 30 Giugno 2016, a Filippo Inzaghi”. La fine del rapporto con l’olandese è ora ufficiale.

– Clarence Seedorf lascia la panchina rossonera dopo quasi cinque mesi. Un’avventura che, almeno sotto il profilo dei risultati, non è stata poi così negativa: su 19 match disputati, l’olandese ne ha vinti 11, pareggiandone 2 e perdendone 6. 35 punti conquistati (media di 1,842 punti a partita) con 26 gol fatti e 19 subiti.

 

INZAGHI: LA SODDISFAZIONE PER LA PROMOZIONE – “Sono felicissimo, oggi per me è un giorno indimenticabile. Ringrazio il Presidente Berlusconi e tutta la Società per la fiducia e la prestigiosa opportunità professionale che mi sono state concesse. Sono onorato e orgoglioso di essere l’allenatore di una squadra che è stata la mia vita per tantissimi anni, una squadra e una Società con la quale ho condiviso gioie ed emozioni indelebili. Darò tutto me stesso per questi colori, con dedizione, passione e determinazione, come ho sempre fatto sia da calciatore sia da allenatore delle Squadre Giovanili. Un abbraccio ai tifosi rossoneri. Forza Milan!”.

– Le prime parole di Filippo Inzaghi da allenatore della prima squadra del Milan sono cariche di emozioni, di significato, di storia, di passione e di voglia di mettersi in gioco. Umiltà e tanto lavoro; sono queste le sue caratteristiche. Forse proprio l’opposto di Seedorf che credeva di vincere solo e soltanto grazie alla sua enorme esperienza da calciatore.

– Filippo Inzaghi inizia quest’avventura dopo due anni di gavetta tra le giovanili. Come allenatore degli Allievi Nazionali nella stagione 2012/13 è arrivato secondo nel proprio girone, mentre alle fasi finali la sua avventura si è chiusa in semifinale contro l’Empoli.

– La grinta e i risultati positivi con gli Allievi Nazionali sono valsi a Inzaghi, nell’estate del 2013, la promozione come tecnico della Primavera. Terzo posto nel campionato regolare, ma uscita prematura nelle final eight con l’Udinese. Inzaghi ha anche partecipato alla Youth League, la prima Champions League per i club Primavera chiudendo agli Ottavi di finale contro il Chelsea.

– L’unico vero trofeo dell’Inzaghi allenatore è datato 17 febbraio 2014, quando i rossoneri hanno conquistato il Trofeo di Viareggio battendo per 3 a 1 l’Anderlecht. Nel complesso, nelle sue 70 apparizioni da tecnico delle giovanili, Super Pippo ha conquistato 44 vittorie, 12 pareggi e 14 sconfitte. Molto positivo anche il bilancio dei gol: 157 quelli segnati, 78 quelli subiti.

 

ORA IL MERCATO: RAMI, POLI, MENEZ E TAARABT – Con il sogno Mandzukic a far fantasticare le menti rossonere, sono altri gli obiettivi più concreti e più facili da chiudere nei prossimi giorni.

– Dopo l’ufficialità di Alex, i rossoneri a ore dovrebbero chiudere anche con Jeremy Menez. 3,5 milioni di euro all’anno per tre anni al francese proveniente dal Psg.

– Sempre ieri è arrivato anche il comunicato del riscatto della seconda metà di Andrea Poli: ” AC Milan comunica di aver acquisito a titolo definitivo dall’UC Sampdoria Andrea Poli e di aver ceduto a titolo definitivo Bartosz Salamon alla Società genovese”.

– Altri due obiettivi sono nati: i riscatti di Rami e Taarabt. Sul primo Galliani è riuscito a strappare uno sconto portando la cifra del riscatto da 7 a 4,5 milioni di euro, mentre il marocchino del Qpr arriverà a Milanello a titolo definitivo solo e soltanto se partirà qualcuno.

 

PARTENZE, DOLOROSE? – Veniamo al capitolo cessioni. Detto che la società rossonera sembra essere intenzionata a respingere l’offensiva del Benfica su Cristante, sono due i giocatori che sembrano essere più lontani da Milanello.

– Andrea De Sciglio, valutato 20 milioni e accostato più volte al Real Madrid di Ancelotti. E Kakà che dopo la separazione dalla moglie, è intenzionato a tornare in Brasile per poter vedere più spesso i figli visto che l’ormai ex consorte tornerà nel suo Paese d’origine.

– Se il brasiliano dovesse partire, in pochi si strapperebbero i capelli. Quella disputata all’ombra della Madonnina non è stata certo una stagione esaltante: 9 reti su 37 partite e una forma che fatica a tornare.

– Certo, la decisione del Bambino d’Oro è un fatto personale. Ma qualora decidesse di tornare al San Paolo, è difficile che a Milanello qualcuno si strappi i capelli. La possibilità di acquistare un altro giocatore, magari proprio Taarabt, e il risparmio dell’ingaggio non sono certo aspetti di poca rilevanza.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Fluminense – Italia 3 a 5 Amichevole, finalmente la vittoria per gli Azzurri

Berlusconi snobba Seedorf e lancia Inzaghi; dubbio su Balotelli, mentre Alex firma fino al 2016

Italia – Lussemburgo 1 a 1 Amichevole, Azzurri ancora sottotono

Convocati Italia Mondiale 2014 Brasile, Prandelli lascia a casa Rossi e porta Cassano e Insigne

Italia – Irlanda del Nord 0 a 0 Amichevole, brutto infortunio per Montolivo

Basta comproprietà nel mondo del calcio, rivoluzionato il mercato per l’estate 2014

 

Matteo Torti

Foto: Wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here