Milan – Cagliari 3 a 1 Serie A ventottesima giornata, Menez sempre decisivo

Milan_Calcio_LogoDopo un mese di assenza, torna la vittoria in casa Milan e con essa torna anche qualche ora di respiro per Pippo Inzaghi che finalmente torna a godersi un weekend di serenità. Il 3 a 1 casalingo contro il Cagliari ha dato fiducia soprattutto per l’intensità mostrata dai rossoneri; un’intensità di gioco che non si vedeva addirittura dalle prime partite di questa stagione, ormai risalenti a oltre sette mesi fa. Adesso ci sono due settimane di tempo per riordinare le idee e prepararsi al meglio per la volata finale.

 

Tutto confermato per Inzaghi che ripropone il 4-3-1-2 con Honda alle spalle di Destro e Menez. A centrocampo torna De Jong, ma esce Bonaventura che viene sostituito da Van Ginkel; Poli completa il reparto. Dietro tutto confermato: dentro Abate, Mexes, Paletta ed Antonelli davanti a Diego Lopez.

 

I primi minuti del match sono davvero da incubo per i rossoneri che rischiano di subire lo svantaggio in più di un’occasione; al 2′ ci prova M’Poku da fuori area, ma la sua conclusione si spegne sul fondo. A 6′ sfiora la rete Sau con un tiro dal limite dell’area.

 

Il Diavolo ci mette quasi un quarto d’ora ad organizzarsi e a placare l’entusiasmo e i repentini inserimenti dei sardi, ma poi al 21′ si porta in vantaggio alla prima vera occasione da rete. Grande rete di Menez che dal vertice sinistro dell’area di rigore si accentra e va al tiro di destro: conclusione a giro sulla quale Brkic non ci può arrivare.

 

La squadra di Zeman accusa il colpo e il Milan sfiora ripetutamente il raddoppio; al 25′ ci prova Antonelli, ma tutto solo davanti a Brkic non riesce a superarlo. Poi al 35′ ci prova anche Van Ginkel, ma la sua conclusione si spegne al di sopra della traversa.

 

I sardi tornano a farsi vedere solamente al 43′: verticalizzazione in area di Avelar, ma sia Sau che M’Poku riescono a ribadire in rete. Dopo due minuti di recupero finisce un primo tempo sicuramente bello e piacevole da vedere, entusiasmante per i ritmi e la velocità mostrata da entrambi i club.

 

La ripresa inizia con un cambio; dentro Joao Pedro al posto di Gonzalez. Pronti via e arriva il pareggio del Cagliari: Honda perde malamente un pallone nella metà campo avversaria e favorisce il contropiede dei sardi che entrano in area con Farias che supera agevolmente Mexes con un bel dribbling e deposita in rete. 1 a 1.

 

Il Milan reagisce subito e due minuti dopo torna in vantaggio con un grande gol di Mexes che riscatta l’errore precedente siglando il 2 a 1 con un destro al volo sugli sviluppi di un corner.

 

La squadra di Zeman accusa il colpo e fatica a rispondere; il match si spegne e Zeman prova a riaccenderlo inserendo Cossu per M’Poku; anche Inzaghi cambia inserendo Cerci al posto di uno spento Honda. Poco dopo dentro anche Pazzini per Destro, anche questa volta mai servito dal resto della squadra.

 

Nell’ultimo quarto d’ora si ravviva il match; prima arriva la traversa del Cagliari con Joao Pedro, poi al 78′ Tagliavento fischia un rigore per un fallo di Ceppitelli su Cerci. Le immagini evidenziano subito che il fallo è avvenuto fuori area, ma dal dischetto Menez non sbaglia. 3 a 1 e rossoneri che chiudono il match proprio quando i rossoblù cercavano di rimettere fuori la testa.

 

All’81’ il Cagliari cerca di tornare in partita con Cossu che calcia a giro con il mancino, ma Diego Lopez accompagna la sfera a lato. All’88’ ultimo cambio di Inzaghi che si gioca la carta Essien, accolto da fischi, per De Jong, salutato da applausi.

 

Nei quattro minuti di recupero non succede più nulla. Tagliavento manda tutti negli spogliatoi e il Milan esce finalmente con una vittoria. Termina 3 a 1 a San Siro una partita in cui i rossoneri sono tornati a mostrare quell’intensità e quella grinta agonistica che li contraddistingueva nelle prime apparizioni stagionali.

 

E’ questa una vittoria importante in ottica classifica visto la sconfitta di Palermo, Genoa e questa sera dell’Inter. Milan che sale a quota 38, rimanendo un gradino sotto al Torino. La zona Europa League è però troppo lontana: otto lunghezze.

 

Si chiude con una vittoria il marzo rossonero; ora due settimane di pausa per gli impegni delle Nazionali e poi un aprile molto duro che si aprirà alle 15.00 del sabato di Pasqua con la trasferta di Palermo.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Inter – Wolfsburg 1 a 2 Europa League ritorno Ottavi di finale, finisce qui l’avventura europea dei neroazzurri

Fiorentina – Milan 2 a 1 Serie A ventisettesima giornata, delusione rossonera

Sarri nuovo allenatore Milan, Galliani ha scelto lui per il dopo-Inzaghi

Inzaghi confermato da Berlusconi e Galliani, decisiva la sfida contro la Fiorentina

Vendita Milan, vediamo tutti i nomi

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here