Anteprima Italia-Bulgaria e Italia-Inghilterra, convocati, programma e probabili formazioni

Palla_al_centroDopo un febbraio e una prima metà di marzo molto intensa sotto i fronti della Serie A e delle coppe europee, ecco che le partite dei club vanno in archivio per due settimane e lasciano spazio alle Nazionali. Sabato 28 e Martedì 31 marzo sarà la volta dell’Italia di Conte che è chiamata a due appuntamenti delicati: prima la sfida contro la Bulgaria valida per le Qualificazioni ad Euro 2016, poi l’amichevole contro l’Inghilterra. Due sfide molto interessanti che diranno la reale condizione degli Azzurri guidati da Conte.

 

IL PROGRAMMA – Due sfide delicate, due sfide impegnative, due sfide per sapere a che punto si trova l’Italia guidata da Conte, per capire i propri limiti e i propri pregi. Due sfide da cui ci si aspetta molto.

– Sabato 28 e Martedì 31 marzo. Al doppio appuntamento manca veramente poco; un doppio appuntamento strategico per la classifica e per il morale, per le qualificazioni e per il prestigio.

– Prima la sfida contro la Bulgaria al “Vasil Levski” di Sofia, poi l’amichevole dello “Juventus Stadium” contro l’Inghilterra. In entrambi i casi il calcio d’inizio è in programma per le 20.45.

 

I CONVOCATI E LE POLEMICHE – Non sono certo mancate le polemiche nello scorso weekend quando Antonio Conte ha diramato le convocazioni per il doppio impegno di fine marzo contro Bulgaria e Inghilterra. Polemiche che si sono dirette verso l’eterno dilemma degli oriundi in Nazionale. Oriundi sì o oriundi no?

– In tanti si sono espressi, a partire da Mancini che ha rivendicato uno spirito fortemente nazionalistico, smussato e reso meno credibile da Marcello Lippi che ha dichiarato: “Io con Camoranesi ho vinto un Mondiale. Se Messi e Cristiano Ronaldo avessero qualche parente italiano, anche alla lontana, allora tutti saremmo favorevoli agli oriundi in Nazionale”.

– E come dargli torto? Come a dire: oriundo sì, purché forte. Purtroppo non è il caso di Conte che si trova a scatenare la polemica sugli oriundi con nomi del calibro di Eder e Vazquez. Volenteroso, ma non più giovanissimo il primo; interessante e di sicure prospettive il secondo.

– Assieme ad Eder e Vazquez c’è un altro volto nuovo, questo tutto italiano. Si chiama Valdifiori ed è la stella del centrocampo dell’Empoli di Sarri. Per il resto i soliti volti; con Buffon, Sirigu e Marchetti tra i pali.

– Poi il consueto blocco Juventus con Barzagli, Bonucci e Chiellini in difesa e Marchisio a centrocampo. Davanti dentro anche Gabbiadini, Immobile, Zaza e fiducia a Pellé. Ancora fuori, quindi, Balotelli; ma anche Destro e Giovinco.

– Meritano una menzione Moretti in difesa, Antonelli a centrocampo con la prima convocazione dalla maglia rossonera, ma anche Bertolacci e Soriano.

 

EURO 2016: IL GIRONE H – 10 punti al pari della Croazia dopo 4 partite, ma attenzione alla Norvegia che è alle spalle con una sola lunghezza di distanza.

– Il Girone H è ancora molto equilibrato e il prossimo turno potrebbe già essere decisivo. L’Italia è impegnata in Bulgaria, mentre la Norvegia fa visita alla Croazia.

– Scontri al vertice che ridisegneranno quasi sicuramente la classifica e che diranno qualcosa in più sulle reali forze in campo. Ecco perché la sfida del “Vasil Levski” di Sofia diventa un importante crocevia per gli Azzurri che vincendo si assicureranno di mantenere la testa della classifica a prescindere dal risultato di Croazia – Norvegia, che tra l’altro scenderanno in campo alle 18.00 di sabato 28 marzo.

– Chiudono la classifica la Bulgaria, ferma a 4 punti, Malta con una sola lunghezza e l’Azerbaijan ancora a 0 punti conquistati.

 

I PRECEDENTI CONTRO BULGARIA E INGHILTERRA – Sono 9 le vittorie dell’Italia sulla Bulgaria; una sfida che non ha sempre riservato bei ricordi visto che analizzando i precedenti troviamo anche 6 pareggi e 2 sconfitte.

– L’ultimo precedente risale al 6 settembre del 2013 quando gli Azzurri di Prandelli si imposero 1 a 0 al Renzo Barbera con il gol di Gilardino. In terra bulgara, invece, l’ultimo incontro tra le due Nazionali risale all’anno precedente; era il 7 settembre del 2012 quando terminò 2 a 2 con le doppiette di Manolev ed Osvaldo.

– Discorso diverso per l’amichevole contro l’Inghilterra, battuta al Mondiale brasiliano del 2014 per 2 a 1 con i gol di Marchisio e Balotelli. Da rivendicare, però, c’è il 2 a 1 patito dagli inglesi nell’amichevole del 15 agosto del 2012 quando Jagielka e Defoe resero vano il vantaggio iniziale di De Rossi.

 

L’APPUNTAMENTO – Non resta che chiudere ricordandovi l’appuntamento. Sabato 28 marzo alle 20.45 per la trasferta di Sofia per sfidare la Bulgaria nelle Qualificazioni agli Europei di Francia 2016 e Martedì 31, con fischio d’inizio alla stessa ora, per assistere al ritorno di Conte allo Juventus Stadium contro l’Inghilterra.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Crisi Inter marzo 2015, la media punti di Mancini è più bassa di quella di Mazzarri

Sampdoria – Inter 1 a 0 Serie A ventottesima giornata, altra delusione neroazzurra

Inter – Wolfsburg 1 a 2 Europa League ritorno Ottavi di finale, finisce qui l’avventura europea dei neroazzurri

Sarri nuovo allenatore Milan, Galliani ha scelto lui per il dopo-Inzaghi

Vendita Milan, vediamo tutti i nomi

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here