Italia – Germania, la sfida si ripete anche a Euro 2016

Pareggio o successo per la nostra Nazionale? Tante le variabili da considerare, mentre il dado ormai è tratto

Antonio ConteAi quarti di finale di Euro 2016 sarà ancora una volta Italia-Germania, la sfida che nelle ultime 9 gare in competizioni ufficiali non ha mai visto i tedeschi vincenti. Sono infatti 5 i successi italiani e 4 i pareggi. Una sfida che vede favoriti i tedeschi, ma che proprio per la tradizione di cui sopra e per grinta e determinazione che stanno crescendo gara dopo gara nel gruppo allenato da Antonio Conte potrebbe avere un esito decisamente diverso da quello previsto dai bookmaker. Da provare, dunque, la Doppia Chance X2 ovvero pareggio o successo dell’Italia. Per la proposta approfondita di questa opzione, CLICCA QUI.
Al Matmut Atlantique di Nantes si affronteranno le due grandi potenze del calcio europeo. E sono i numeri a dirlo visto che entrambe le squadre si sono aggiudicate quattro titoli mondiali. Meglio ha fatto solo il Brasile con cinque successi. Entrambe le squadre sono reduci da un’importante prova di forza nei rispettivi ottavi di finale. L’Italia ha annichilito la Spagna con un gol per tempo: Chiellini prima e Pellè poi hanno di fatto chiuso il ciclo vincente delle Furie Rosse. La Germania ha avuto vita ancor più facile contro una Slovacchia che dopo 8 minuti era già sotto di un gol: Boateng, Gomez e Draxler gli autori delle tre marcature tedesche. Per la nostra sintesi della partita Italia-Spagna, CLICCA QUI.
La Germania, inoltre, è l’unica squadra che è arrivata a questo punto della competizione senza subire neppure un gol. A scardinare la difesa teutonica ci proverà Eder. L’interista, autore della rete per la vittoria contro la Svezia, ha ritrovato proprio nella nazionale di Conte quella dinamicità che si era un po’ persa nella seconda parte dell’annata di Serie A, quando era passato dalla Sampdoria proprio ai nerazzurri. Negli ultimi giorni si erano susseguite anche alcune voci che lo vorrebbero in procinto di lasciare già l’Inter, ma proprio le prestazioni a Euro 2016 hanno fatto cambiare rotta. Il giocatore, infatti, era stato preso su precisa indicazione di Roberto Mancini e proprio le prestazioni agli Europei hanno evidenziato la bontà della scelta del ‘Mancio’. Il giocatore è pronto ad accettare nuovamente la sfida e a rilanciarsi per scrivere una pagina importante anche con la maglia nerazzurra.
Nell’undici che dovrebbe partire dal primo minuto contro la Germania ci dovrebbe essere anche l’altro esponente della Milano calcistica, quel Mattia De Sciglio che andrà ad occupare la corsia sinistra nel 3-5-2 di Conte. A due giorni dalla sfida contro i tedeschi, il giocatore ha parlato nel ritiro di Montpellier raccontando come visse una delle più belle pagine del calcio italiano proprio contro la Germania, la vittoria per 2-0 arrivata nei supplementari ai Mondiali 2006: “Nel 2006 guardavo il mondiale a casa di amici, ricordo una partita molto tirata e molto dura. Avevamo quasi distrutto casa per l’esultanza. Nel 2012 (vittoria agli Europei con doppietta di Balotelli, ndr) ero in vacanza, a Ibiza, l’avevo guardata con molta passione”. De Sciglio, ha parlato anche di Milan, aggiungendo: “Sono l’unico rossonero, ma c’è da tenere presente che Montolivo s’è fatto male il giorno prima della convocazione. Anche Antonelli era infortunato le ultime settimane. Comunque è un motivo di orgoglio, sto cercando di fare il massimo e dare il meglio che posso per tenere alti i colori rossoneri in Nazionale”.
(foto: Clément Bucco-Lechat)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here