Crisi Inter: Mancini tentato dalle dimissioni, Leonardo sullo sfondo, Icardi incerto se rimanere

Lo Sporting Lisbona dice no all'Inter per Joao Mario e Mancini si infuria per il calciomercato interista: ora medita l'addio. Pronti Leonardo o Bielsa

interSono tutto fuorché giorni tranquilli quelli che si stanno vivendo in casa neroazzurra. Nemmeno il tempo di gioire per l’acquisizione della società da parte dei cinesi che sono scoppiati diversi casi: prima le dichiarazioni forti di Wanda Nara, compagna oltre che procuratrice di Icardi; poi i dubbi di Mancini sul suo futuro e le possibili dimissioni al termine della tournée negli Stati Uniti. La nuova stagione non sembra iniziare nel migliore dei modi.
L’ULTIMA NOTIZIA: SFUMA JOAO MARIO – Dopo la querelle andata in scena nei primi giorni della settimana tra Icardi, Wanda Nara e Ausilio, ecco un’altra notizia che non farà certo piacere in casa neroazzurra. Joao Mario, centrocampista dello Sporting Lisbona messosi in luce ai recenti europei, non vestirà la casacca dell’Inter.
– La società portoghese, probabilmente in procinto di scatenare un’asta di mercato, ha rifiutato i 40 milioni di euro proveniente dal Suning-Jiangsu che voleva acquistare il 23enne portoghese per girarlo poi all’Inter, superando così i vincoli del fair play.
– Un no che avrebbe irritato parecchio il centrocampista portoghese che si stava già preparando per svolgere le visite mediche, fissate per la prossima settimana.
– E quella di Joao Mario è solo l’ultima notizia negativa sul fronte del calciomercato in casa Inter; una notizia che, dopo il rifiuto di trattare Yaya Touré, non è stata certo accolta positivamente da Mancini.
MANCINI – INTER: RAPPORTI AI MINIMI STORICI – Che Roberto Mancini, nel corso della sua carriera da allenatore, sia stato abituato sempre bene in termini di mercato e di soddisfazioni delle proprie richieste, è un fatto assodato.
– Ma cosa succede quando la dirigenza non risponde positivamente ai suoi inviti? Si mette di traverso, come stiamo vedendo in queste ultime ore in casa Inter. Il rapporto tra il tecnico jesino e la società neroazzurra è ai minimi storici.
– Il futuro è pieno di punti interrogativi: c’è il rischio di ripetere, in casa Inter, quanto successo due estati fa in casa Juventus con Conte che annunciò dimissioni lampo proprio mentre preparava la nuova stagione.
TUTTO GIRO ATTORNO AL CALCIOMERCATO – Una cosa è certa: Mancini partirà regolarmente per la tournée negli Stati Uniti; ma i prossimi giorni potrebbero risultare decisivi. Le sue dichiarazioni sono chiare: “Ho sempre detto che amo troppo questa società per poterla tradire. Non sarò mai un peso: come dissi a fine campionato, se qualcuno non mi vuole sono pronto a farmi da parte”.
– Il concetto è molto semplice: se qualcuno non mi vuole, me ne vado. Ma c’è davvero qualcuno che non lo vuole in quanto tale? O non è forse lui che, con il passaggio della società a Suning, ha visto svanire il suo ruolo da tecnico-manager e, di conseguenza, il suo peso nel fare il mercato.
– E il punto è essenzialmente questo: Mancini voleva un grande mercato, ma Suning sembra partito con i piedi di piombo. Mancini voleva Yaya Tourè, ma la nuova società preferisce acquisire profili diversi. Mancini voleva 30enni pronti, mentre i cinesi vorrebbero creare delle basi per il futuro.
COSA POTREBBE ACCADERE? – “Yaya Tourè? Ormai credo che non ci siano più speranze di vederlo con noi. Con Bolingbroke non abbiamo parlato di mercato. Non so chi sia la figura di riferimento per il mercato interista. Lo è chi deciderà quali mosse fare”.
– Di fronte a queste parole è lecito chiedersi quale sarà il futuro tecnico dell’Inter. Mancini partirà regolarmente per la tournée che si svolgerà negli Stati Uniti, ma i malumori nelle prossime ore potrebbero solo aumentare.
– Sullo sfondo di Mancini c’è la Nazionale inglese che l’avrebbe contattato per avviare un progetto che dovrebbe portare l’Inghilterra ad essere protagonista ai prossimi Mondiali del 2018. Il tecnico, e il suo procuratore, non si sono tirati indietro e i contatti tra le parti sembrano essere già iniziati.
– Zanetti ha già iniziato i contatti con Leonardo per rispondere il più velocemente possibile in caso di fine dei rapporti con Mancini; piace anche Bielsa che ha appena detto di no alla Lazio e che è in trattativa con l’Argentina.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here