Cinese con coltello autobus 90/91 Milano, fermati anche 15 clandestini

Gli agenti del Nucleo tutela trasporto pubblico della Polizia Locale hanno svolto alcuni controlli sulla linea autobus 90/91.

 

Secondo quanto emerso gli agenti hanno fermato un cittadino cinese 30enne che è risultato avere con sé un coltello da combattimento con una lama da 18 centimetri. Inoltre, quando i poliziotti hanno effettuato la perquisizione domiciliare in zona Centrale, hanno trovato a casa dell’uomo anche una pistola giocattolo modificata per sembrare vera.

 

Il cittadino cinese è stato quindi identificato e denunciato per porto abusivo d’armi.

 

Le ispezioni, a supporto del personale Atm, hanno avuto luogo anche sulla linea 92 dalle 7.30 alle 10 circa e hanno portato a:

  • multare 122 passeggeri senza biglietto;
  • fermare 15 clandestini: 5 egiziani, 3 bengalesi, 2 peruviani, 1 moldavo, 1 albanese, 1 ecuadoregno, 1 etiope, 1 cingalese.

 

Nella comunità cinese – commento il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato – continuano a girare troppi coltelli. Bene quindi l’intervento della Polizia Locale che testimonia come le ispezioni sui mezzi pubblici siano importanti sul piano della sicurezza, contrastando reati come porto abusivo d’armi oltre che vandalismi, scippi, molestie o contraffazione. Che un giovane cinese se ne vada in giro con una lama da combattimento in tasca non è da sottovalutare, visti gli episodi di aggressioni tra extracomunitari e di agguati all’arma bianca tra orientali. Non dimentichiamo che pochi mesi fa la Polizia Locale pose sotto sequestro 3.000 coltelli tenuti sotto banco da un commerciante cinese di via Niccolini da cui si rifornivano anche sudamericani e maghrebini”.

 

Tre dei clandestini fermati – specifica poi il vicesindaco – avevano a carico ordini di espulsione ma non sono stati arrestati. Effetto nefando della nuova interpretazione di una direttiva Ue che ha stoppato gli arresti dei clandestini già espulsi. Una decisione che alla luce dell’emergenza sbarchi denunciata ieri dal ministro Maroni, con 8.000 irregolari arrivati in un mese in Europa, rischia di avere conseguenze irreparabili per la nostra città.

 

A Milano, infatti – conclude De Corato – c’è stato un calo dei clandestini del 29% in un anno, come ha certificato l’Ismu secondo cui le presenze di irregolari sono scese da 44.500 a 31.250. Un dato che testimonia la bontà della politica di rigore attuata dalla Polizia Locale e dalle Forze dell’Ordine ma che, andando avanti di questo passo, rischia di essere del tutto vanificato”.

 

Leggi anche:

Coltelli in via Sarpi 3.000 esemplari in un deposito, denunciato titolare e gestori dell’esercizio

Allarme immigrazione Milano, De Corato: Collaborazione con Stati europei e controlli con i soldati dei CIE

Uomo si masturba metropolitana Cadorna e molesta modella

Controlli vigili linee 90/91 – 92 piazzale Lodi, 16 clandestini fermati, 110 multe emesse

Controlli linee 90/91 e 92 viale Stelvio-Farini, fermi ed arresti – nel 2010 la Polizia Locale ha già controllato 6500 linee e quasi 17mila persone

Vigili fermano clandestini linee 90, 91 e tram 15, in Questura 20 persone

Clandestini linee 49 e 67, 19 arresti in 48 ore, 90 persone trovate senza biglietto

Controlli sui tram milanesi: 110 multe per mancanza di biglietto, 9 denunce e 2 arresti. Sono il risultato di 2 ore e mezza di verifiche

Denunce e arresti linee 90-91, potenziamento controlli soprattutto in ore serali e notturne

Molestie sul tram a una mamma con il figlio 15enne. Il molestatore, rumeno, è stato arrestato

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here