Omicidio Milano, carcere convalidato per Riccardo ma non si esclude ancora l’esistenza di un complice, si attende la prova del dna

Resta in carcere Riccardo Bianchi, il 21enne che si è assunto la responsabilità del duplice omicidio di Gianluca e Ilaria Palummeri, 20 e 21 anni, residenti a Milano in via Gozzoli 160.

 

BIANCHI RIMANE IN CARCERE – Il provvedimento è stato disposto lunedì dal gip Stefania Donadeo: il giovane, già a San Vittore, deve quindi rimanere in carcere, mentre intorno a lui le indagini continuano febbrili.

 

LE INDAGINI DEL PM E LE ACCUSE FORMULATE CONTRO RICCARDO

  • Il pm Cecilia Vassena, infatti, che sta conducendo le indagini, sta ascoltando numerose persone con le quali i tre ragazzi erano in contatto.
  • Il racconto di Bianchi, infatti, lascia aperti molteplici dubbi, a partire dall’arma del delitto, mai ritrovata, fino al problema fondamentale della ricostruzione del movente, non ancora chiaramente emerso.
  • Per ora Bianchi avrebbe ripetuto, davanti al gip, la versione già spiegata davanti nell’interrogatorio di garanzia svoltosi la scorsa domenica, confermando anche gli abusi inflitti a Ilaria.
  • Sulla base di quanto raccolto, l’impianto accusatorio ha formulato quindi, nei confronti di Bianchi, le accuse di violenza sessuale e duplice omicidio volontario

 

C’E’ UN COMPLICE? – Secondo quanto ricostruito, Bianchi avrebbe ucciso a coltellate Gianluca Palummieri, caricandone il corpo in auto e trasportandolo da Cesan Boscone a Rho, dove l’ha scaricato vicino un cassonetto dell’immondizia presso via Roma;

in proposito, benché gli Inquirenti non credano che il giovane abbia agito con un complice, stanno attendendo i risultati delle analisi del dna per averne l’assoluta certezza.

Nello stesso senso si stanno attendendo i risultati dell’analisi dei tabulati telefonici del cellulare di Bianchi.

 

L’ATTESA DELLE AUTOPSIE – Da chiarire inoltre anche se Bianchi abbia agito sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e se ne avessero assunte anche i due fratelli: in merito sarà risolutivo l’esame autoptico sui corpi dei due fratelli.

 

Leggi anche:

Movente omicidio fratelli Milano, forse premeditazione nell’omicidio di Gianluca e Ilaria Palummieri

Fratelli uccisi Milano, confessione del fidanzato: Sono stato io ma non so perché, ecco cos’è successo

Confessione fidanzato ragazza morta Milano via Gozzoli, Ilaria Palmeri e fratello forse uccisi durante un gioco erotico tra droga e alcol

Ragazza morta Milano, in via Gozzoli 160 trovata 21enne priva di vita adagiata sul letto, interrogato il ragazzo


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here