Violenze sessuali ragazzina disabile Milano, 6 anni al responsabile e maxirisarcimento al suo datore di lavoro, ecco perché

Una condanna esemplare quella inflitta ieri dalla seconda sezione delle Corte d’Appello di Milano a L.P., titolare di una cooperativa dedita al trasporto scolastico di bambini disabili, per responsabilità oggettiva nei confronti di un suo dipendente.

 

Uno dei suoi autisti, infatti, nel 2000 si era reso protagonista di molestie sessuali ai danni di una ragazza disabile. Aveva abusato di lei per mesi durante il tragitto casa-scuola con il pulmino.

 

Per questo spregevole reato, l’autista era stato condannato a oltre 6 anni di carcere in via definitiva. Tuttavia, i familiari della giovane, tramite il loro legale, l’avvocato Rosario Alberghina, avevano presentato ricorso presso la Corte d’Appello.

 

A termini di contratto, infatti, l’autista, quando trasportava i ragazzi disabili, avrebbe dovuto essere accompagnato da un operatore specializzato in grado di assistere i ragazzi in ogni frangente e per ogni evenienza. Cosa che invece non si è mai verificata. Pertanto, il ricorso è stato accolto e la Corte d’Appello si è pronunciata condannando il datore di lavoro per “responsabilità oggettiva per rischio di impresa“.

 

Secondo i giudici, infatti, con le sue inadempienze, avrebbe agevolato il comportamento illecito del lavoratore. Ora L.P. dovrà risarcire per “danno morale indiretto per le reiterate violenze subite dalla loro figlia”, i genitori della ragazza, a cui andranno 40 mila euro ciascuno; 90 mila euro invece l’ammontare del risarcimento per la ragazzina disabile.

 

“Il principio giuridico stabilito dalla Corte è che il datore di lavoro può essere condannato al risarcimento in sede civile anche per i fatti commessi con dolo dal suo dipendente e non solo per quelli colposi legati all’attività lavorativa», ha chiosato alla fine della vicenda il legale della famiglia.

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Violenza sessuale su autobus Milano, le vittime hanno 14 e 15 anni; tra luglio e agosto registrati 10 casi, elenco

Stupri Milano, nell’ultimo mese 26 casi di violenza sessuale, 7 dei quali su minori e 19 su maggiorenni, dati

Violenze sessuali Milano, in piazza Armellini 12enne palpeggiata in pieno pomeriggio; nella nostra città le violenze sessuali sono aumentate del 45,7% rispetto al 2011

Tentato stupro metropolitana Milano, sbattuta al muro da un senegalese che chiedeva l’elemosina sulle scale

Stupro ragazzina tredicenne Milano, identificato presunto stupratore mentre molestava altre due ragazzine in metropolitana

Ragazza aggredita Milano zona Stazione Garibaldi, la vittima scrive a CronacaMilano ed esce dal silenzio

S.P.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here