Sequestro jeans Como Gdf e doganieri, prodotti in Cina a 45 centesimi l’uno

L’operazione è stata svolta dai militari della Guardia di Finanza di Ponte Chiasso (Como), in collaborazione con i funzionari doganali della Sot (Sezione Operativa Territoriale) di Ponte Chiasso.

 

Secondo quanto spiegato, i militari hanno scoperto un consistente carico di jeans fabbricati e provenienti dalla Cina.

 

I capi, tuttavia, recavano false indicazioni sul luogo di produzione e stavano per essere immessi sul mercato italiano da due imprese romane gestite rispettivamente da un trentenne cinese ed una cinquantenne italiana.

 

Le indagini sono nate dopo che un camion proveniente dalla Germania era stato selezionato per eseguire  un controllo circa un carico dichiarato di generici ‘indumenti’, venduto da un’impresa inglese alle due società romane.

 

I militari hanno quindi riscontrato che tra i documenti doganali, tuttavia, era inserita anche una fattura con la quale l’impresa inglese aveva a sua volta acquistato il carico da una societa’ cinese.

 

I capi sono risultati essere circa 10mila paia jeans da uomo e da donna fabbricati in Cina e da qui venduti a 45 centesimi al paio, cresciuto di qualche centesimo nella rivendita tra Inghilterra e Italia.

 

Le indagini hanno successivamente consentito, a finanzieri e doganieri, di individuare i destinatari commerciali in Italia, portando alla luce la falsa etichettatura recata da tutti i pantaloni, che recavano etichette ingannevoli circa l’origine e la provenienza estera del prodotto.

 

L’ingente carico e’ stato così sottoposto a sequestro ed i due legali rappresentanti delle società romane sono stati denunciati alla Magistratura.

 

Per loro il reato configurato è quello di  vendita di prodotti industriali con segni mendaci.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro

 

Leggi anche:

Sequestro bastoni da sci Gdf Pioltello, scritte ingannevoli su 406 prodotti

Profumi griffati Milano, sequestrate 600 confezione false di Gucci, Armani,Chanel, D&G, Dior e altri

Via Ferrante Aporti Milano, dopo altri 6 mesi di promesse del Comune, il degrado continua, foto e interviste

Degrado via Padova, continuano le segnalazioni dei residenti: “Via Padova, via dei Transiti, via Arquà, via Crespi: dove sono gli interventi promessi dal Comune?”

 

 Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here